Russia 2018 – Semifinali, Francia-Belgio: precedenti, statistiche e curiosità

Semifinale spettacolare tra Francia e Belgio: le due squadre hanno dimostrato compattezza e facilità a trovare la via del gol, eliminando le ultime squadre extra-europee rimaste in gioco (Uruguay e Brasile). Solo una volta nella storia dei Mondiali (nella prima edizione, in Uruguay nel 1930) è successo che in semifinale non ci fosse almeno una tra Brasile, Germania o Italia. Molto talento in campo: da De Bruyne ad Hazard passando per Griezmann e il giovanissimo Mbappé, può anche essere considerata una finale anticipata.

I PRECEDENTI – Sono 2 i precedenti ai Mondiali tra Francia e Belgio: il primo fu a Francia 1938, agli ottavi di finale, quando i padroni di casa si imposero 3-1 grazie alla doppietta di Nicolas e alla rete di Veinante (di Isemborghs il gol per il Beglio); il secondo incontro fu a Messico 1986, nella finale per il terzo e quarto posto e ad avere la meglio fu ancora la Francia, questa volta ai supplementari: dopo che i 90′ si erano chiusi sul 2-2 in virtù dei gol di Culemans, Ferreri, Papin e Claesen, la gara finì 4-2 nell’extra-time, con Genghini e Amoros che finirono sul tabellino dei marcatori. Due anni prima la Francia aveva travolto il Belgio ai gironi degli Europei disputati proprio in Francia: la partita terminò 5-0 con la tripletta di Platini e le marcature di Giresse e Fernández. Negli ultimi 10 anni le due nazionali si sono sfidate 3 volte in amichevole: nel 2011 e nel 2013 finì 0-0, mentre nel 2015 terminò 4-3 per il Belgio, con la Francia che ammorbidì il risultato con 2 reti negli ultimi 2′ di gioco (doppietta di Fellaini e reti di Nainggolan, Valbuena, Hazard, Fekir e Payet).

LE STATISTICHE – Nei 73 precedenti totali (2 ai Mondiali, 1 agli Europei, 4 alle qualificazioni ai Mondiali, 4 alle qualificazioni agli Europei e 62 in amichevole) tra le due nazionali il bilancio pende a favore del Belgio che ha ottenuto 30 vittorie, 19 pareggi e 24 sconfitte, segnando 160 reti e subendone 127. Il Belgio continua a vantare il miglior attacco del torneo: con le 2 reti messe a segno contro il Brasile, la somma dei gol è salita a 14 in 5 partite. Per la Francia sarà la sesta semifinale: dopo aver perso le prime 3 (nel 1958 in Svezia contro il Brasile, 5-2 segnato dalla tripletta di Pelé, nel 1982 in Spagna contro la Germania, ai rigori dopo che la partita era terminata 3-3 e infine a Messico 1986, 2-0 sempre contro la Germania), i francesi ne hanno vinte 2 di fila, nel 1998 (2-1 alla Croazia con doppietta di Thuram e gol di Šuker) e nel 2006 (1-0 al Portogallo con rete di Zidane). Il Belgio ha disputato una sola semifinale nella sua storia, a Messico 1986 contro l’Argentina: la contesa fu risolta da Maradona che, con una doppietta, fissò il risultato sul 2-0. Ai Mondiali in Brasile nel 2014 sia Francia che Belgio sono uscite ai quarti di finale, perdendo entrambe 1-0 rispettivamente contro le due finaliste, Germania (gol di Hummels) e Argentina (rete di Higuaín). Al Saint Petersburg Stadium sarà sfida nella sfida tra le due panchine: da una parte Deschamps come ct dei galletti, dall’altra Henry nelle vesti di assistente allenatore, entrambi campioni del mondo con la Francia nel 1998.

Ci aspettiamo una partita che regali molte emozioni: la Francia è storicamente più abituata a questo tipo di palcoscenico ma, secondo noi, è l’anno del Belgio, quindi puntiamo sul passaggio del turno della squadra allenata da Martínez.

Condividi
Nasce nel 1987 a Udine, gioca a calcio da quando ha 6 anni. Laureato in Relazioni Pubbliche e Comunicazione Integrata per le Imprese e le Organizzazioni.