FantaRussia 2018, il Fantacalcio dei Mondiali: i consigli per l’asta dei portieri

Calcolatrice, taccuino per gli appunti, un pizzico di preparazione e tanta fortuna. Il Fantacalcio sui Mondiali è alle porte e Russia 2018 sarà l’ennesimo terreno di confronto per gli appassionati di questo gioco. Se vi invitano a partecipare al FantaRussia 2018 e non ritenete di essere preparati a sufficienza, niente paura, perché ci siamo noi a darvi qualche dritta, a svelarvi qualche segreto e ad accompagnarvi all’asta. Iniziamo con i portieri: nel Fantacalcio il portiere è quel ruolo dove o si prende il campione che abbina buoni voti e pochi malus, ma costa tanto, o si prende un rincalzo economico, ma dai voti da incubo. A volte, però, ci sono soluzioni intermedie…

LE SICUREZZE – Inutile girarci intorno: in questa sezione ci vanno i portieri delle squadre più attrezzate, in poche parole le favorite per vincere il Mondiale. Gli estremi difensori di tali selezioni abbinerebbero buone prestazioni (con discrete possibilità di subire pochi gol e di mantenere la porta inviolata) a numerose presenze. In primissima fascia Neuer della Germania (o ter Stegen, qualora il capitano dei tedeschi non dovesse recuperare), con Lloris della Francia e Szczęsny della Polonia che, oltre a potersi permettere un lungo cammino, hanno anche un girone piuttosto abbordabile. Subito dietro Muslera dell’Uruguay, de Gea della Spagna, Courtois del Belgio e il portiere titolare del Brasile, che dovrebbe essere uno tra Alisson della Roma ed Ederson del Manchester City: nomi importanti e dal sicuro rendimento, ma rispetto agli altri citati potrebbero vivere una spedizione russa più complicata e costarvi di più in sede d’asta.

LE SORPRESE – Diversi i portieri che potreste acquistare in economia ma che, nel corso del torneo, comunque garantirebbero un buon rendimento. Potrebbero passare sottotraccia Caballero e Armani dell’Argentina (complice l’infortunio della vigilia di Romero, sono da prendere però insieme in quanto non si sa chi sarà effettivamente il titolare) e Sommer della Svizzera, potenzialmente due Nazionali da quarti di finale, ma anche Ospina della Colombia. Altro nome a sorpresa potrebbe essere quello di Rui Patrício del Portogallo, che allo scorso Europeo ci è parso un numero uno di sicuro affidamento. Certo, la presenza della Spagna nel girone eliminatorio potrebbe pure indurre molti fantallenatori a guardare altrove. Non dimentichiamo poi Subašić, portiere titolare della Croazia, Schmeichel della Danimarca e Akinfeev, che difenderà i pali della Russia, Nazionale ospitante e pronta a fare bella figura. Chi potrebbe passare inosservato potrebbe essere il portiere dell’Inghilterra: Hart non è stato convocato, dovrebbe giocare Butland (in panchina Pickford, onde evitare rischi meglio prendere entrambi). Il cammino degli inglesi non sembra così complicato, potrebbe uscirne una scommessa niente male.

MEGLIO DI NO – Tralasciando i titolari delle selezioni la cui esperienza in terra russa dovrebbe chiudersi dopo la fase a gironi (Arabia Saudita, Tunisia e Panama su tutte), ci sarebbero alcuni portieri da cui sarebbe opportuno stare alla larga. Per esempio Navas del Costa Rica: difficilmente verrà ripetuta l’impresa del 2014, poi il girone dei costaricensi è tutt’altro che abbordabile. Meglio evitare. Stessa sorte per El-Hadary dell’Egitto: vero che hanno in attacco un mostro come Salah, ma difensivamente non danno grandi garanzie, senza contare l’età del giocatore, che ha già sul groppone 45 primavere. Sarà un girone difficile anche per Svezia e Giappone: meglio lasciare ai vostri amici Olsen e Kawashima.

LA NOSTRA SCELTA – Inutile dire che affidarsi a una “sicurezza” sia la scelta migliore. Neuer il numero uno del listone, per chi ha più fegato, però, ci sono anche LlorisSzczęsny, altri due top di reparto, accompagnati dai loro secondi, rispettivamente Areola e Fabiański. Per completare il pacchetto portieri, accanto a un big di sicuro affidamento si potrebbe tentare qualche scommessa: Sommer e Akinfeev potrebbero recitare un buon ruolo da “terzo” portiere, da schierare in caso di impegni per loro più abbordabili. L’alternativa è quella di puntare solo su portieri non di primissima fascia, ma che potrebbero comunque rendere come tali: Rui Patrício del Portogallo e Schmeichel della Danimarca comporrebbero una coppia ben assortita, così come Butland dell’Inghilterra e Subašić della Croazia. Per completare il reparto, qualora intraprendiate questa via, la soluzione migliore potrebbe essere quella di investire qualcosa su un loro vice o di puntare su un altro portiere titolare dal rendimento discreto, magari sfruttando le opportunità che vi si presenteranno nel corso dell’asta.

LA GUIDA ONLINE CON I CONSIGLI PER IL FANTAMONDIALE

Condividi
Apprezza ogni tipo di sport, anche se il suo vero amore è il calcio, di cui è appassionato. Tifa Milan ed è un fantacalcista convinto, cercando sempre di trovare il bicchiere mezzo pieno.