RSL svizzera 36/a: anche il San Gallo vola in Europa

20

Si è chiusa, con tutti gli incontri giocati in contemporanea, la RSL svizzera, dopo una cavalcata che ha preso il via ben 10 mesi fa. L’attenzione degli appassionati, ora, sarà tutta per la finale di Coppa svizzera di domenica prossima a Berna, prima della grande festa dei campionati del mondo in Russia, che vedranno la nazionale rossocrociata ai nastri di partenza.

I tifosi elvetici, comunque, non dovranno aspettare molto per riprendere a trepidare per le proprie squadre di club. La partenza del campionato 2018/19 è prevista infatti per il fine settimana del 22 luglio, e la preparazione estiva riprenderà ovviamente prima: il Lugano, per esempio, ha fissato il raduno dei propri effettivi a Cornaredo per il 20 giugno.

San Gallo quinto, dunque, e qualificato ai preliminari di Europa League, qualunque sia il risultato della finale di coppa svizzera in programma domenica prossima. Il fine campionato dei Brodisti è stato però catastrofico (6 sconfitte consecutive, 8 nelle ultime 10 partite), e si è concluso con una brutta batosta casalinga contro il già retrocesso Losanna. Il nuovo tecnico Zeidler avrà, insomma, parecchio da fare.

Fortunatamente per i biancoverdi, il Thun non è riuscito a capitalizzare questo risultato, venendo a sua volta battuto in casa dal Sion. Grande prestazione, tra i vallesani, del 18enne Cunha, autore di una tripletta. Jacobacci ottiene così la salvezza per i suoi, traguardo quasi insperato a un certo punto della stagione. I biancorossi romandi terminano addirittura al 6° posto, in virtù di una migliore differenza reti rispetto a Thun e Lugano, giunti a pari punti.

Pareggio casalingo per il Basilea, opposto al St Jacob-Park al Lucerna di Seoane, passato in vantaggio per primo con Schulz dopo 9′, raggiunto e superato dai renani (reti di Elyonoussi al 17′ e di Ajeti all’82’). e capace di pareggiare a 5′ dal termine con un gol dell’ex Lugano e Bellinzona Schürpf a 5′ dal termine. Riguardo la partita Lugano-Zurigo, terminata 1-1, vi abbiamo invece riferito ieri sera direttamente dallo stadio di Cornaredo.

Chiusura in bellezza per i neocampioni svizzeri dello Young Boys. I gialloneri hanno infatti espugnato, senza troppi patemi, il Letzigrund sponda Grasshopper. Zurighesi in vantaggio per primi con Kodro al 62′, al quale hanno risposto Nsame all’80’ e Fassnacht 10′ più tardi.

Per quanto riguarda la classifica cannonieri, Alban Ajeti del Basilea, a segno anche stasera, con 17 centri, è il capocannoniere della Super League elvetica. Precede Hoarau e Nsame, entrambi dello YB, che hanno segnato, rispettivamente, 15 e 13 reti.

Raiffeisen Super League svizzera 36/a giornata – risultati

Basilea-Lucerna  2-2  (1-1)     
Grasshopper-Young Boys  1-2  (0-0)
Lugano-Zurigo  1-1  (0-0)
Thun-Sion  1-4  (1-2)
San Gallo-Losanna  0-3  (0-3)

CLASSIFICA DEFINITIVA RSL SVIZZERA 2017/18 

Pos.SquadraDiff. retiPunti|Pos.SquadraDiff. retiPunti
1Young Boys+4384|6Sion-342
2Basilea+3669|7Thun-1542
3Lucerna054|8Lugano-1742
4Zurigo +649|9Grasshopper-639
5San Gallo-2045|10Losanna-2135

Legenda: qualificate ai preliminari della CL, qualificate ai preliminari di EL, retrocessa in Challenge League

Condividi
Da bambino si innamorò del calcio vedendo giocare a San Siro Rivera e Prati. Milanese per nascita e necessità, sogna di vivere in Svezia, e nel frattempo sopporta una figlia tifosa del Bayern Monaco.