MotoGP, gara Francia 2018: Márquez torna a vincere dopo 4 anni a Le Mans e prende il largo nel Mondiale

20

Nelle qualifiche di ieri pomeriggio l’autentico protagonista in MotoGP è stato Johann Zarco: il pilota della Yamaha Tech 3 ha strappato la pole position dalle mani di Márquez per la gioia del numeroso pubblico francese sugli spalto del circuito Bugatti di Le Mans. Completano la prima fila appunto lo spagnolo della Honda e a sorpresa Petrucci partito addirittura dalla Q1. La seconda è composta da Iannone, Dovizioso fresco di rinnovo e Lorenzo, mentre una fila indietro ci sono le Yamaha di Rossi e Viñales dalle quali ci si aspettava qualcosa di più.

Condizioni ottimali per questo quindi appuntamento stagionale della MotoGP: cielo sereno e temperatura quasi estiva. Da notare come Marquez sia l’unico tra i piloti di vertice ad aver montato la gomma dura: scelta avvallata dopo l’ottima prestazione nel warm up con il medesimo pneumatico.

Al via ottimo spunto di Lorenzo dalla seconda fila assieme al poleman Zarco

Iannone dopo poche curve scivola e abbandona prematuramente la gara.

https://twitter.com/MotoGP/status/998172278310387712

Márquez, partito davanti in griglia, viene passato da diversi piloti dopo essere andato lungo per un sorpasso di Zarco. La corsa delle Ducati sembrava iniziata al meglio, ma Dovizioso, che si trovava in testa, incappa in un errore e cade distruggendo la sua moto.

https://twitter.com/MotoGP/status/998174007206674432

Ancora un altro colpo di scena in testa alla gara: Zarco mentre si trovava in lotta con Márquez scivola nello stesso identico punto dove era caduto Dovizioso.

Intanto si rimescolano le carte al comando della gara: Márquez si prende la testa cercando subito di mettere del distacco con i diretti inseguitori. L’unico in grado di tenere il ritmo dello spagnolo è Petrucci sulla Pramac, mentre Lorenzo perde velocemente terreno finendo per essere sorpassato da Rossi, provvisoriamente sul gradino pià basso del podio.

https://twitter.com/MotoGP/status/998177180654829571

Una volta passato Lorenzo, Rossi (con pista libera) riesce a firmare diversi giri veloci che gli permettono di recuperare decimi importanti da Márquez e Petrucci. Gara molto deludente se confrontata con il compagno di squadra per Viñales attorno alla decima posizione. A 5 giri dalla fine le posizioni in testa alla corsa son piuttosto sgranate: Márquez ha la vittoria in pugno con circa un secondo di vantaggio su Petrucci, che a sua volta ne ha un altro su Rossi. Questo ordine rimane invariato anche al traguardo. Rossi torna sul podio, sempre terzo come nella gara d’esordio a Losail, mentre per Petrucci è il primo podio stagionale. Con questo ottimo risultato Petrucci vede aumentare le possibilità di diventare un pilota ufficiale Ducati per il 2019.

Con questo arrivo Márquez allunga in classifica generale approfittando delle cadute sia di Zarco che di Dovizioso. Il distacco è ampio su Viñales 36 punti, Zarco 37 e Rossi 39. Bissa un altro 0 Dovizioso che vede allontanarsi il Mondiale a 49 punti.

Condividi
Genovese doc classe '93, puntiglioso e attento ai dettagli. Una grande passione chiamata calcio, interista nonostante le origini, ma con le squadre liguri sempre nel cuore.