Andreazzoli chiude imbattuto e vincente. Empoli batte Perugia 2-1

140

Al Castellani passerella finale per l’Empoli, già vincitore della Serie B 2017/18. Avversario odierno il Perugia del neo mister Nesta, subentrato a Breda qualche giorno fa.

Inizia la partita e subito con una sorpresa: gli ospiti approfittano di una errata lettura difensiva dell’Empoli e realizzano la rete del vantaggio con il bomber Di Carmine, lesto a depositare in rete da pochi passi. Le prime risposte dei padroni di casa si affidano al consueto gioco avvolgente che ne ha contraddistinto questa stagione trionfale, anche se manca un po’ di precisione in fase di ultimo passaggio. La prima occasione azzurra è il risultato di una bella azione corale che si conclude con un destro di Zajc disinnescato da Leali. Gli umbri agiscono di rimessa e sanno rendersi pericolosi soprattutto grazie alle sgroppate di Pajač, costante spina nel fianco a sinistra. Al 33′ Empoli vicino al pareggio: punizione pennellata di Pasqual che incoccia la traversa a portiere battuto. Cinque minuti più tardi nuova occasionissima per i toscani, ma Donnarumma non approfitta dell’errore di Leali e sparacchia alto da meno di un metro. Ma il gol è nell’aria e arriva al 43′: Pasqual mette in mezzo, nessuno la tocca e la palla finisce all’angolino beffando l’estremo difensore perugino. 1-1.

Al via il secondo tempo. Il primo sussulto è firmato Donnarumma, ma il colpo di testa dell’ex Salernitana finisce a lato. Anche Caputo dimostra di avere le polveri un po’ bagnate, il suo interno sinistro in corsa non centra la porta. Sul fronte opposto il Perugia si rende pericoloso con una staffilata di Di Carmine che viene sfiorata da Terracciano e coglie il palo: pareggio anche per ciò riguarda i legni odierni. Al 64′, però, l’Empoli si porta in vantaggio: prezioso invito di Caputo per Donnarumma che piazza il rasoterra vincente. Gli umbri tentano la riscossa, anche se le idee sono un po’ confuse; di contro l’Empoli prova ad addormentare la gara passando a un più prudente 5-3-2. Gli uomini di Nesta si riversano con forza in avanti, ma Colombatto spreca. Dopo 4′ di recupero l’arbitro Martinelli fischia la fine: l’Empoli supera 2-1 il Perugia nell’ultima partita prima di salpare per la nave Serie A.

EMPOLI-PERUGIA 2-1 (1-1)

Empoli (4-3-1-2): Terracciano 6.5; Di Lorenzo 6, Veseli 6, Maietta 6.5, Pasqual 6.5 (87′ Imperiale sv); Bennacer 6, Castagnetti 6, Krunić 5.5 (69′ Brighi 6); Zajc 5.5 (80′ Polvani sv); Donnarumma 6.5, Caputo 6. A disp.: Giacomel, Gabriel, Piu, Luperto, Traoré, Mchedlidze, Lollo, Ninković, Untersee. All.: Andreazzoli 6.5.
Perugia (3-4-1-2): Leali 5.5; Belmonte 6, Volta 6, Magnani 6; Zanon 5.5 (78′ Terrani), Colombatto 6, Bianco (82′ Kouan sv), Pajač 6.5; Bonaiuto 6 (87′ Gustafson sv); Cerri 6, Di Carmine 6.5. A disp.: Santopadre, Nocchi, Gonzalez, Gustafson, Achy, Ranocchia, Del Prete, Diamanti, Germoni. All.: Nesta 6.
Arbitro: Martinelli di Roma 2.
Marcatori: 2′ Di Carmine (P), 43′ Pasqual (E), 64′ Donnarumma (E)
Note – Ammoniti: Zanon (P)

Condividi
Empolese e orgoglioso di esserlo, ha cominciato ad amare il calcio incantato dal mito di Van Basten. Amante dei viaggi, giocatore ed ex insegnante di tennis, attualmente collabora con pianetaempoli.it.