Eredivisie, playoff e Nacompetitie: Kashia stende l’Utrecht sul gong, due pari in Nacompetitie

15

Ultimi spiccioli di calcio giocato in Olanda, dove con la post-season agli atti conclusivi siamo ormai vicini ad avere il novero completo dei verdetti stagionali. Il Vitesse sbarcherà il prossimo sabato a Utrecht con l’obbiettivo di difendere il minimo scarto guadagnatosi al GelreDom, mentre Sparta Rotterdam ed Emmen ripartono dallo 0-0 dell’andata così come in parità è terminato il primo atto tra Almere City e De Graafschap, 1-1.

Partendo dai playoff validi per un posto in Europa League, l’atto primo della sfida tra Vitesse e Utrecht, come da pronostico, non ha mancato di divertire. de Jong, inizialmente, tiene Labyad in panchina ma gli ospiti si comportano meglio dei gialloneri, pur non riuscendo a concretizzare il vantaggio di cui, ai punti, godrebbero; come spesso accade nel gioco del calcio, a ringraziare è il Vitesse che passa in vantaggio a ridosso del duplice fischio con Mount, al quinto gol in questi playoff, che in maniera non irresistibile trova comunque il modo di beffare di testa Jensen.

La replica dell’Utrecht arriva nella ripresa, sempre grazie a un colpo di testa: è Leeuwijn a riportare la contesa in parità, staccando perentoriamente su un calcio d’angolo battuto da Labyad, entrato in campo nella ripresa. Linssen, al 78′, trova la palombella che sembra decidere la contesa, ma al minuto 86 ancora Labyad sale sugli scudi, e trova da venticinque metri la sassata che inchioda Houwen e scrive il 2-2. Fine dei fuochi di artificio? Nemmeno per sogno: l‘ultimo graffio sulla gara arriva al minuto 91, con Kashia che sugli sviluppi di calcio piazzato trova l’inzuccata di testa che, in vista del ritorno, regala al Vitesse un fragile ma preziosissimo vantaggio.

Nettamente meno emozionante l’andata dell’incontro di Nacompetitie tra Emmen e Sparta Rotterdam, con in palio un invito per la prossima Eredivisie. Dopo un buon avvio di gara degli ospiti, con Mühren che dopo aver salvato i suoi contro il Dordrecht non riesce a graffiare sciupando un’ottima occasione in avvio di gara, la gara stagna per lunghi tratti senza grossi sussulti. Solamente nel finale di gara i locali spingono alla ricerca dell’acuto vincente, ma senza mai spaventare per davvero Nienhuis; tutto rimandato a domenica pomeriggio, dove al Kasteel verra emesso il verdetto definitivo.

Reduce dallo scalpo eccellente del Roda l’Almere City ospita il De Graafschap, ma subisce sorprendentemente a lungo le iniziative avversarie, con Tissoudali a graziare i locali almeno in due circostanze. Nel secondo tempo lo stesso Tissoudali ha un’altra chance, prima del legno colpito da El Jebli al minuto 69; il match è stregato per gli ospiti, che al minuto 83 subiscono anche il gol di van der Water che di testa fa esplodere di gioia il pubblico locale. L’entusiasmo dei rossi  è bruscamente gelato al minuto 91: Overtoom è costretto a un disperato intervento sulla linea e salva con la mano, concedendo un rigore al De Grafschaap e lasciando i suoi compagni in dieci. A Serrarens non tremano le gambe, e dal dischetto scrive l’1-1 che rimanda, anche in questo caso, tutto alla gara di ritorno.

EREDIVISIE – Finale Playoff

martedì 15/05

Vitesse-Utrecht  3-2  42′ Mount (V), 62′ Leeuwijn (U), 78′ Linssen (V), 86′ Labyad (U), 90’+1 Kashia (V)

NACOMPETITIE – Finali di andata

giovedì 17/05

Emmen-Sparta Rotterdam  0-0
Almere City-De Graafschap  1-1  83′ van der Water (A), 90’+1 rig. Serrarens (D)

Condividi
Nato a Roma nel 1989, si avvicina al calcio grazie all’arte sciorinata sui campi da Zidane. Nostalgico del “calcio di una volta”, non ama il tiki-taka, i corner corti e il portiere-libero.