RSL svizzera 35/a: il Losanna retrocede in Challenge League, Zurigo in Europa

38

Tutte in contemporanea, le partite della penultima gionata della Raiffeisen Super League svizzera la quale, ormai, sta emettendo gli ultimi verdetti. Resta ancora da stabilire la classifica definitiva per quanto riguarda le squadre ammesse all’Europa League. Tuttavia, le sentenze diventeranno definitive solo dopo il fischio finale della Finale di Coppa Svizzera, in programma a Berna domenica 27 maggio, con fischio d’inizio alle 14.00, e che Mondosportivo seguirà per voi, direttamente dallo Stade de Suisse.

Il Losanna, dunque, retrocede in Challenge League, dopo essere tornato nella massima serie solo 2 stagioni fa. Lo fa nel modo paggiore, vedendo la sua partita sospesa a 20′ dal termine per invasione di campo, quando si trovava sotto di due reti.

Nelle altre partite, pareggio tra Lucerna e Grasshopper, con gli ospiti in vantaggio per primi al 56′, con una rete di Djuricin. Il pareggio per i padroni di casa è arrivato al 67′ grazie a Rodríguez. Il Sion si è invece guadagnato la salvezza davanti al suo pubblico, superando il San Gallo, alla sesta sconfitta consecutiva.

Biancorossi in gol già al 19′ con Kasami, lesto a farsi trovare libero alle spalle della difesa, in un’azione di contropiede. Pareggio al 30′ di Aleksić, con un bel tiro da fuori area. Al 36′ sfortunata autorete di Wittwer, nel tentativo di anticipare Kasami. Nella ripresa, i vallesani hanno messo la partita in frigorifero grazie al gol di Succar al 58′. Inutile la rete di Itten, per il San Gallo, al 3′ di recupero.

A Zurigo, i tigurini hanno fatto capire di essere pronti per la finale di Coppa svizzera. Nella ripresa, infatti, i biancoblù hanno strapazzato il Basilea, nel Clásico svizzero, andando in rete con Dwanema (49′), Pa Modou (62′), Frey (83′), Marchesano (al 1′ di recupero). Il Basilea ha segnato il gol della bandiera con Ajeti, 2′ più tardi.

Il Lugano, in uno Stade de Suisse gremito, è stato superato, per la quarta volta in stagione, dai neocampioni svizzeri dello Young Boys. A passare in vantaggio erano stati però i ticinesi, con il primo gol, in maglia bianconera, di Krasniqi, sbucato alle spalle della difesa bernese, e abile a insaccare di testa un bel traversone di Mihajlović. Per i bianconeri, è stato un po’ come andare a disturbare un orso nella propria tana: i bernesi hanno colpito una traversa con Nsame al 7′, pareggiando al 14′ con Ngamaleu.

Nella ripresa, giocata con la forza dei nervi distesi da entrambe le compagini, lo Young Boys ha costruito il proprio successo con le reti di Hoarau, al 55′, e di Sanogo al 74′, con un colpo di testa. Nel recupero, bella soddisfazione personale per Kiassumbua, che ha parato un calcio di rigore allo specialista, e capocannoniere del torneo, Hoarau.

Raiffeisen Super League svizzera 35/a giornata – risultati

Losanna-Thun  sospesa per invasione di campo (sul risultato di 0-2) 
Lucerna-Grasshopper  1-1  (0-0)
Zurigo-Basilea  4-1  (0-0)
Young Boys-Lugano  3-1  (1-1)
Sion-San Gallo  2-1  (3-2)

CLASSIFICA PROVVISORIA RSL SVIZZERA 2017/18 – 35/a giornata – Losanna e Thun una partita in meno

Pos.SquadraDiff. retiPunti|Pos.SquadraDiff. retiPunti
1Young Boys+4281|6Lugano-1741
2Basilea+3668|7Sion-639
3Lucerna053|8Grasshopper-839
4Zurigo +648|9Thun-1539
5San Gallo-1745|10Losanna-2132

Legenda: qualificate ai preliminari della CL, qualificate ai preliminari di EL, retrocessa in Challenge League

Condividi
Da bambino si innamorò del calcio vedendo giocare a San Siro Rivera e Prati. Milanese per nascita e necessità, sogna di vivere in Svezia, e nel frattempo sopporta una figlia tifosa del Bayern Monaco.