Eredivisie, playoff e Nacompetitie: Utrecht-Vitesse la finale playoff, Roda retrocesso in Jupiler League

A distanza di qualche giorno dalle gare di andata, si sono completate in Olanda le semifinali playoff di Europa League e le gare del secondo turno della Nacompetitie, che assegna due posti per la prossima Eredivisie. Utrecht-Vitesse, come da pronostico sarà la finale che mette in palio un posto per la seconda competizione continentale per club, mentre con riferimento alla Nacompetitie si registra la retrocessione in Jupiler League del Roda Kerkrade, eliminato tra le mura amiche dall’Almere City .

Al GelreDome di Arnhem la gara ha significato relativo, dal momento che il 5-2 rifilato dal Vitesse all’ADO qualche giorno fa ha reso una “formalità” la gara di ritorno. Formalità presa comunque sul serio dal Vitesse, che come nella gara di andata prende in pugno la redini dell’incontro e ipoteca ulteriormente, qualora ce ne fosse bisogno, la propria qualificazione alla finale playoff trovando la rete con Matavž in contropiede e con Mount a inizio ripresa. La reazione d’orgoglio ospite, concretizzatasi nell’1-2 di El Khayati, completa un tabellino dove curiosamente figurano (ad eccezione di Linssen) gli stessi marcatori della gara di andata.

La rimonta riesce invece all’Utrecht, che con merito piega 2-1 l’Heerenveen e si qualifica alla finale playoff in virtù del miglior posizionamento in classifica nonostante il 5-5 “aggregato”. I locali trovano con Strieder e van der Maarel le reti che ribaltano il risultato dell’andata, ma nel finale il colpo di testa di Rojas cosparge di pepe gli ultimi minuti della contesa: l’Utreg riesce però a tenere fino alla fine il vantaggio sufficiente a conquistarsi un pass per l’avvincente sfida al Vitesse per un posto nella prossima Europa League.

Per quanto riguarda la Nacompetitie, escono vittoriose (nel doppio confronto) dalle gare del secondo turno De Grafschaap, Emmen, Sparta Rotterdam e Almere City. Il De Grafschaap riesce a ribaltare tra le mura amiche il 2-3 subìto in casa del Telstar, e con un 4-2 trovato solamente nel finale. I gol sugli sviluppi di corner di Nieuwpoort ed El Jebli sembrano mettere in discesa la contesa per i padroni di casa, ma la staffilata da trenta metri di Hamdaoui rimette tutto in discussione; Serrarens e Novakovich timbrano una volta per squadra fissando il 3-2 che replicherebbe a parti invertite il risultato dell’andata, ma a sparigliare il mazzo ci pensa van Mieghem che a dieci minuti dalla fine trova il gol qualificazione per il De Graafschap.

Rischia tantissimo l’Emmen, che dopo aver schiantato 4-0 il NEC Nijmegen pochi giorni fa cade 1-4 in casa dei rivali, rischiando di mettere a repentaglio quanto di buono fatto nella gara d’andata. L’impresa sfiorata dei rossoneroverdi poggia sulla doppietta lampo di Achbar, in rete due volte in undici minuti, ma Bannink già al 14′ sembra chiudere il discorso qualificazione ospite; Sturing e ter Haar Romeney però non sono dello stesso avviso, e gia prima del duplice fischio scrivono un roboate 4-1 che, però, i locali non riescono a tramutare nella ripresa in un epica rimonta.

Vede le streghe lo Sparta Rotterdam di Advocaat, che contro il Dordrecht chiude il primo tempo sotto di 0-2, risultato che dopol’1-2 in favore dello Sparta maturato all’andata spedirebbe in Jupiler League i locali; decisivo, in negativo, l’estremo difensore locale Nenhuis che prima si fa sorprendere da una conclusione non trascendentale di  Mahmdov da distanza siderale, poi in uscita si scontra con Vriends spalancando la porta a un incredulo Cijntje che insacca lo 0-2. A ridare respiro ai locali è Duarte, che al 57′ incrocia il mancino che riporta l’aggregato in parità, mentre a scrivere la parola fine al doppio confronto è Mühren che fa 2-2 al 77′ salvando lo Sparta e chiudendo in faccia al Dordrecht le porte dell’Eredivisie.

La sorpresona di questa edizione della Nacompetitie arriva da Kerkrade, dove il Roda si fa sorprendere dall’Almere City e saluta l’Eredivisie. I gialloneri di Molenaar, reduci dallo 0-0 di Almere, trovano il legno con Gustafson ma alla mezz’ora vanno sorprendentemente in svantaggio: Jurjus è imperfetto sulla battuta di un calcio di punizione dalla trequarti, innescando un flipper incontrollabile al termine del quale van der Water trova tempo e spazio per la legnata che vale lo 0-1. Il secondo legno centrato dal Roda suona come un sinistro presagio per i locali, ma Schahin trova comunque a inizio ripresa l’inzuccata che vale il pari; l’Eredivisie i ragazzi di Molenaar la gettano al vento in zona Cesarini, quando all’87’ uno scatenato Overtoom fugge sulla destra e centra un pallone che Hammouti tramuta nel gol che alimenta il sogno promozione dell’Almere.

Emmen-Sparta Rotterdam e Almere-De Graafschap le due sfide che ci sveleranno il nome delle ultime due partecipanti alla prossima edizione dell’Eredivisie.

PLAYOFF EUROPA LEAGUE – Ritorno Semifinali

sabato 12/05

Vitesse-ADO Den Haag (and. 5-2)  2-1  32′ Matavž (V), 53′ Mount (V), 55′ El Khayati (A)
Utrecht-Heerenveen (and. 3-4)  2-1  39′ Strieder (U), 58′ van der Maarel (U), 78′ Rojas (H)

NACOMPETITIE – Gare di Ritorno

De Grafschaap-Telstar (and. 2-3)  4-2  4′ Nieuwpoort (D), 25′ El Jebli (D), 57′ Hamdaoui (T), 66′ Serrarens (D), 75′ rig. Novakovich (T), 80′ van Mieghem (D)
NEC Nijmegen-Emmen (and. 0-4)  4-1  5′ e 11′ Achbar (N), 14′ Bannink (E), 43′ Sturing (N), 45′ ter Haar Romeney (N)
Sparta Rotterdam-Dordrecht (and. 2-1)  2-2  7′ Mahmudov (D), 26′ Cijntje (S), 57′ Duarte (S), 77′ Mühren (S)
Roda-Almere City (and. 0-0)  1-2  31′ van der Water (A), 53′ Schahin (R), 87′ Hammouti (A)

 

Condividi
Nato a Roma nel 1989, si avvicina al calcio grazie all’arte sciorinata sui campi da Zidane. Nostalgico del “calcio di una volta”, non ama il tiki-taka, i corner corti e il portiere-libero.