Esclusiva – Genoa a un passo da Cobbaut, terzino classe 1997 del Mechelen

Con la salvezza praticamente in tasca, è già tempo di calciomercato per il Genoa di mister Ballardini. Se il punto interrogativo, vicino al nome del tecnico romagnolo, è praticamente d’obbligo (mezza Serie A è sulle sue tracce), qualche certezza potrebbe arrivare dal mercato e, più precisamente, dal Belgio, con un profilo molto interessante che corrisponde al nome di Elias Cobbaut, terzino sinistro classe 1997, al momento in forza al Mechelen.

Cobbaut, titolare fisso della formazione guidata da Dennis van Wijk e già nel giro della nazionale belga U-21, è apprezzato particolarmente per la sua capacità di adattarsi in difesa (più volte è stato schierato come difensore centrale) e per la sua fisicità: dotato di una buona accelerazione e di una ottima visione di gioco, in questa stagione ha realizzato due assist e un gol, il primo tra le sue apparizioni nella Jupiler Pro League, che ha regalato il pareggio al suo Mechelen al 92° minuto della sfida contro il Mouscron.

Un giocatore giovane e di talento che ben figurerebbe in Serie A con la maglia del grifone: Perinetti, però, deve battere una concorrenza agguerrita, composta da top-club della JPL come Anderlecht e Genk. I rossoblù hanno già avuto modo di visionare il giocatore verso la fine del mese di febbraio: il terzino ha espresso il desiderio di cambiare squadra, data la retrocessione del Mechelen nella Proximus League, ma bisogna sciogliere il nodo del contratto.

Nel 2017 Cobbaut ha firmato un quadriennale e, il Mechelen, è pronto a lasciarlo andare soltanto a fronte di un pagamento di 2.5 milioni di euro: ci sono già stati i primi contatti tra il club belga e quello ligure e non è detto che si possa trovare un accordo già prima dell’apertura della parentesi estiva di mercato. La lotta Scudetto infiamma i tifosi di tutta Italia, ma il calciomercato comincia già a muovere i suoi primi, timidi passi, con la sicurezza di regalare un’altra, appassionante estate da vivere tutta d’un fiato.

Condividi
Classe 1992 e anima genovese (ma non tirchia): dopo anni spesi, taccuino alla mano, in umidi campi del calcio dilettantistico ligure, il trasferimento a Milano. Passato nella scuderia di Sportitalia, ora vesto la maglia della Lega Pallavolo Serie A Femminile e, per gentile concessione, quella di MondoSportivo.