ShowRoom – Nuova Toyota RAV4 a New York il restyling del SUV ibrido

Look rinnovato, motori efficienti e maggiore abitabilità, questi sono i punti di forza della quinta generazione di Toyota RAV4 appena svelata al Salone di New Yotk 2018. Le linee rimangono muscolose ma appaiono più decise e squadrate, il posteriore sembra di ispirazione Lexus ed infine il frontale propone una nuova calandra integrata nel paraurti e fari a LED di ultima generazione. Le dimensioni sono cambiate impercettibilmente, la lunghezza è leggermente diminuita arrivando a 4,6 metri mentre la larghezza è cresciuta di 1 cm (1,85 m totali); a fare la differenza è il passo allungato di 30 mm a vantaggio dell’abitabilità e dello spazio nel bagagliaio.

Come le ultime generazioni di Prius, C-HR e Auris, anche la nuova RAV4 si basa sulla piattaforma TNGA che permette alla vettura di essere più rigida del 57% e quindi più maneggevole. La dinamica di guida è stata favorita inoltre da accorgimenti tecnici apportati alla trazione integrale che accompagna le due motorizzazioni con cui verrà proposto il SUV giapponese. Da una parte ci sarà il power train composto da un 2.5 benzina 4 cilindri e due motori elettrici: uno per sfruttare al massimo la potenza totale e uno accoppiato all’asse posteriore per garantire la miglior trazione integrale in tutte le condizioni. In alternativa ci sarà una variante benzina 2.0 con cambio manuale o automatico abbinato ad un nuovo sistema intelligente di gestione della trazione.

La nuova Toyota RAV4 arriverà sul mercato europeo entro il primo trimestre del 2019 con tre diversi allestimenti, da quello standard al più sportivo XSE Hybrid fino al “selvaggio” Adventure con Multi-Terrain System che modifica lo stile di guida in base al tipo di strada. In ogni caso saranno di serie tutte le dotazioni di sicurezza del Toyota Safety Sense di ultima generazione, tra cui troviamo frenata di emergenza con riconoscimento pedonale, cruise control adattivo, abbaglianti automatici, riconoscimento della segnaletica stradale, Lane Departure Alert e Lane Tracing Assist.

Condividi
Nato a Roma nel 1988, laureato in scienze della comunicazione nel 2014 e giornalista pubblicista dal 2016. Amante dello sport e dei motori, ha trasformato le sue passioni in professione.