Juventus-Real Madrid: precedenti, statistiche e curiosità

Sono passati 10 mesi esatti dalla finale di Cardiff e la Juve si trova nuovamente al cospetto del Real Madrid: un’altra sfida affascinante per la squadra di Allegri che, dopo aver consolidato il primo posto in campionato, tenta l’impresa contro l’unica squadra che, negli ultimi 5 lustri, è stata in grado di vincere la Champions League due volte di fila.

I PRECEDENTI – L’ultimo precedente tra le due squadre fu, come già accennato, la finale di Cardiff del 3 giugno 2017: dopo il vantaggio firmato da Cristiano Ronaldo e il magnifico pareggio in rovesciata di Mandžukić, nella seconda frazione di gioco i blancos dilagarono, trovando la via del gol con Casemiro, nuovamente con Ronaldo e infine con Asensio, chiudendo la gara con un pesante 4-1. Nella stagione 2014-2015 i bianconeri affrontarono in semifinale le merengues, disputando anche in quel caso la gara d’andata a Torino, dove vinsero 2-1 grazie alle reti di Morata e Tévez (di Ronaldo la rete del momentaneo pareggio). Nella stagione precedente il Real aveva fatto visita alla Juventus nei gironi di Champions, pareggiando 2-2 allo Stadium: dopo il vantaggio siglato da Vidal e il sorpasso a firma di Bale e Ronaldo fu Llorente a siglare la rete del pareggio. Sfida ai gironi di eliminazione anche nel 2008, quando i bianconeri vinsero 2-1 (marcature di Del Piero, Amauri e van Nistelrooy). Nella stagione 2004-2005 la Juventus eliminò il Real agli ottavi, vincendo a Torino la gara di ritorno con il medesimo risultato dell’andata (1-0, gol di Trezeguet): determinanti furono i tempi supplementari, con un gol di Zalayeta la 116′. Doppio confronto anche nella Champions League 2003, con la Juve capace di ribaltare il 2-1 di Madrid con un prestigioso 3-1 al Delle Alpi con gol di Trezeguet, Del Piero, Nedvěd e Zidane, in una serata macchiata solo dal giallo rimediato dal giocatore ceco, che avrebbe poi saltato la finale di Manchester contro il Milan. Nel 1998 le due squadre si sfidarono in finale nella medesima competizione: ad alzare la coppa furono i madrileni, che si imposero 1-0 ad Amsterdam con gol di Mijatović. Nella stagione 1995-1996 la Juventus eliminò il Real Madrid ai quarti di finale, vincendo la gara di ritorno al Delle Alpi 2-0 con gol di Del Piero e Padovano. Nella Coppa dei Campioni 1986-1987 il Real eliminò la Juventus agli ottavi di finale: a Torino si giocò la gara di ritorno, che si decise ai rigori in favore degli ospiti dopo che i 90′ erano terminati 1-0 con gol di Cabrini. La prima trasferta delle merengues a Torino fu nei quarti di finale della Coppa Campioni 1961-1962: la Juve venne sconfitta in casa 0-1 (marcatore Di Stéfano).

LE STATISTICHE – Ruolino di marcia eccellente per la Juventus negli 8 precedenti casalinghi contro il Real Madrid: i bianconeri hanno infatti collezionato 6 vittorie, 1 pareggio e 1 sconfitta. La gara di stasera sarà la ventesima in assoluto tra le due squadre e il bilancio è molto equilibrato: gli spagnoli hanno vinto una gara in più (9-8) e 2 sono i pareggi; entrambe le squadre hanno messo a segno 22 gol. Negli ultimi 4 doppi confronti tra le due squadre i bianconeri sono sempre usciti vittoriosi: la squadra di Allegri è anche l’ultima ad aver eliminato il Real Madrid in Champions League nelle ultime 4 stagioni, nell’edizione 2014-2015 in semifinale. Il Real ha eliminato la Juventus nei primi due doppi confronti, oltre che nelle finali del 1998 e dell’anno scorso. Ottimi numeri per la Juventus anche nelle sfide interne con le squadre spagnole: in 25 incontri la vecchia signora ha ottenuto 14 vittorie, 9 pareggi e 2 sconfitte. Il Real invece, in 32 trasferte in Italia, ha subìto addirittura 18 sconfitte, a fronte di 6 vittorie e 8 pareggi. Numeri da campione assoluto per Cristiano Ronaldo, a segno in tutte e 5 le partite in cui ha affrontato la Juventus con la casacca del Madrid (7 reti in totale). In questa edizione della Champions League, la Juventus ha ottenuto 2 pareggi e 2 vittorie tra le mura amiche. Il Real arriva ai quarti di finale per l’ottava volta consecutiva, stabilendo un nuovo record per il club madrileno. Prima di eliminare la Roma negli ottavi 2015-2016, il Real aveva perso 8 doppi confronti consecutivi contro squadre italiane: il bilancio dei doppi confronti a eliminazione diretta contro squadre di Serie A vede gli spagnoli avanti con 12 successi a 9. Nonostante ciò, il Real ha perso solo una delle ultime 12 partite giocate contro squadre italiane, proprio contro la Juventus nel 2015. Cristiano Ronaldo è stato il primo calciatore a trovare la via del gol in tutte e 6 le partite del girone eliminatorio (9 reti totali), segnando poi anche in entrambi i confronti degli ottavi contro il PSG: il portoghese è attualmente il capocannoniere della competizione con 12 reti. A rendere ancora più importanti i numeri del Real c’è il conteggio delle sconfitte (solo 2) nelle ultime 27 gare di Champions. Gli ex della partita saranno Zidane, alla Juventus dal 1996 al 2001, Higuaín (107 reti in 190 presenze con la maglia dei blancos) e Khedira (al Real dal 2010 al 2015).

I numeri ci portano a pensare a una Juventus favorita nella gara d’andata in casa, anche se Cristiano Ronaldo ha segnato in ogni partita di questa Champions League. Secondo noi i bianconeri possono farcela all’Allianz Stadium, quindi azzardiamo il risultato esatto 2-1.

Condividi
Nasce nel 1987 a Udine, gioca a calcio da quando ha 6 anni. Laureato in Relazioni Pubbliche e Comunicazione Integrata per le Imprese e le Organizzazioni.