ChievoVerona-Sampdoria: precedenti, statistiche e curiosità

Il Chievo affonda piano, silenziosamente proprio come quando sale. Dall’alto ha dovuto girare il collo per vedersi sorpassato da molte e ora è nel buio. Anche la Sampdoria ha vissuto momenti migliori, ma la classifica grida alla lotta per l’Europa e la tragedia è ben diversa.

I PRECEDENTI – L’ultima avventura al Bentegodi in tinta clivense è stata una sconfitta per la Samp. Un 2-1 degli uomini di Maran risalente al 18 dicembre 2016: i gialloblù passano alla prima vera opportunità, che parte dai delicati piedi di Castro e dall’inserimento di Meggiorini. Lo scatto non è bruciante ma la scodellata verso l’area è ottima e all’attaccante clivense basta un palleggio verso destra per eludere la marcatura di Regini e l’uscita dell’ex Puggioni, con i due doriani che si scontrano, e insaccare a porta vuota. Continuano a essere i padroni di casa a creare e a far paura e, nonostante un tentativo di reazione avversaria, a trovare il secondo gol della gara: da incorniciare il nuovo dribbling di Meggiorini ai danni di Puggioni che, dopo aver steso Regini nell’azione del primo gol, decide di stendere questa volta l’attaccante avversario e beccarsi il giallo. Pellissier è freddo dal dischetto e, a incrociare, batte l’ex compagno di squadra. Nella ripresa si alternano le due squadre e, nella nebbia, i portieri fanno buona guardia: solo Schick riesce ad accorciare, con un colpo di testa che al 94′ può solo lenire la ferita. L’ultima vittoria doriana in casa del Chievo risale invece a tre anni prima: il 15 dicembre 2013, 0-1. A deciderla un colpo di testa di Éder sul servizio di Palombo al 16′ minuto di gioco: Puggioni, che all’epoca difendeva la porta clivense, non riuscì a farci nulla e fu la prima sconfitta di Corini sulla panchina gialloblù.

LE STATISTICHE – ChievoVerona in caduta. Dopo quella vittoria contro il Cagliari sono tornate le ombre di una crisi che non vuole andarsene. Una grande occasione blucerchiata per aggiungere un po’ di punti alla propria classifica, ripartire dopo nove gol incassati nelle ultime due partite e per far pendere dalla propria parte uno scontro storicamente molto equilibrato. Sono infatti 15 i precedenti al Bentegodi di Verona, con 4 vittorie dei padroni di casa, 4 della Samp e 7 pareggi. Pure le reti sono quasi spaccate: 17 Chievo e 18 blucerchiate.

Partita che può dire molto sul prossimo futuro di queste due squadre. Puntare sul Chievo di questi ultimi mesi è quasi impossibile quindi, più per esclusione che per fiducia, è consigliabile il segno 2.

Condividi
Nato nel 1997 a Negrar (VR), studente prossimo alla vita universitaria. Appassionato di calcio, amante dei grandi numeri 10, della lettura e della buona musica, specie se a interpretarla è Samuele Bersani.