Formula E – Renault e.dams, Prost fuori dalla zona punti a Punta del Este

38

Ultima gara della tournée sudamericana del Campionato FIA di Formula E, l’ePrix di Punta del Este non ha favorito l’équipe Renault e.dams, che ha visto solo Nicolas Prost passare il traguardo fuori dalla zona punti.

Vincitore dei due ePrix disputati in Uruguay nelle stagioni 1 e 2, Sébastien Buemi inizia la giornata confermando la sua perfetta conoscenza del tracciato lungo la costa atlantica, e ottiene il miglior tempo nelle prove libere 1, senza tuttavia riuscire a qualificarsi per la Super Pole e partendo così in sesta posizione sulla griglia.

Dopo aver perso due posizioni dopo il via, lo svizzero dimostra la sua combattività superando Sam Bird e poi André Lotterer, subito prima di una neutralizzazione dietro la Security Car. Alla ripresa, Seb cerca un’apertura per sorpassare Daniel Abt, ma danneggia una ruota posteriore toccando un muro.

Costretto a fermarsi molto prima degli avversari per cambiare auto, riparte sperando che l’andamento della gara gli permetterà di risparmiare energia sufficiente per raggiungere il traguardo. Evita, pertanto, di utilizzare il FanBoost, assegnato ancora una volta dai suoi numerosi fan. La fortuna, tuttavia, non sorride a Seb, che rientra ai box per ritirarsi a otto giri dalla fine.

Sulla griglia di partenza, Nicolas Prost occupa la 19° posizione, dopo un’uscita di pista nel suo giro alle qualifiche. Costretto ad effettuare una corsa attendista, gestisce perfettamente l’energia della prima monoposto e sarà l’ultimo pilota a fermarsi. Nico sconta una penalità di dieci secondi per sostituzione di batteria prima di ritornare in pista e, senza mai arrendersi, si porta costantemente in attacco fino al traguardo, che supera in quindicesima posizione.

Nonostante il risultato nullo, Sébastien Buemi conserva il quarto posto del Campionato Piloti, e Renault e.dams resta, a sua volta, quinta nella classifica Team.

Il Campionato FIA di Formula E continuerà tra poco meno di un mese a Roma (14 aprile), su un inedito circuito.

Nicolas Prost, n°8

«La mia giornata è stata compromessa al momento delle qualifiche. Il livello del campionato è talmente elevato che bisogna rischiare. Ero in un buon giro, attaccando a fondo, ma ho avuto un lieve urto ed è finita lì. Dopodiché, la corsa è diventata difficile da gestire. Ma avevamo una buona monoposto, capace di gareggiare ai primi posti. Speravo molto meglio di questo risultato».

Sébastien Buemi, n°9

«È una brutta giornata per me, e sono davvero dispiaciuto per l’équipe. Urtando il muro, ho compromesso le nostre opportunità di salire sul podio. Avevamo una monoposto che ci consentiva di puntare a questo risultato, e infatti ero davanti a Bird che si è classificato terzo. Sono deluso, ma non si può rifare la corsa e ora bisogna pensare alla prossima. Non si è

forse visto nelle qualifiche, ma ritengo che avevamo un buon livello di performance ed è questo l’elemento positivo che emerge dalla giornata odierna».

Jean-Paul Driot, co-fondatore dell’équipe

«È un week-end ancor più deludente per noi che avevamo vinto entrambe le corse disputate su questa pista nelle stagioni precedenti. Non abbiamo saputo trasformare il livello di performance disponibile nelle prove libere. Le qualifiche non sono state ottimali, in particolare con l’uscita di Nico che ne ha compromesso la gara. Seb disponeva del potenziale per entrare in Super Pole, e ci è mancato poco. Aveva un buon ritmo all’inizio della corsa, ma ha commesso un piccolo errore cercando di superare Abt sulla parte sporca della pista. Le conseguenze sono state gravi. Senza un nuovo intervento della Safety car, non gli era possibile superare il traguardo. Questo risultato nullo è deludente, perché avevamo la possibilità di incassare molti punti. Ma questo è lo sport e faremo il massimo per dimostrare la nostra capacità di reazione fin dalla prossima corsa».

Vincent Gaillardot, Direttore del programma FE

«Con Punta del Este ci troviamo a metà della stagione. Dopo una serie di presenze sul podio, iniziata a Marrakech, avevamo identificato questa corsa, nella quale eravamo storicamente molto efficaci, come un’occasione per ritornare in gara per la classifica Piloti. Purtroppo non ci siamo riusciti a causa di alcuni piccoli errori, e si è creato un gap, ma abbiamo confermato che siamo sempre pronti a batterci. Ancora una volta, la Super Pole si è giocata tra cinque monoposto, il che dimostra a che punto il Campionato sia teso! Siamo noi, ora, a dover fare del nostro meglio per ottenere una pole position e una vittoria. È più che mai la nostra ambizione in questa fase della stagione».

Condividi
Formato da una redazione dinamica e giovane, MondoSportivo parla di calcio e respira sport. Sempre sul pezzo, continuamente all'opera per fornire un'informazione pulita, diretta, sincera.