Liga, 29/a giornata: Ünal piega l’Atlético Madrid, Barcellona a +9. Poker CR7, ko Siviglia

La Liga è sempre più nelle mani del Barcellona. Il breve periodo di crisi in campionato dei catalani e l’esplosione dell’Atlético Madrid sembravano aver riaperto improvvisamente il discorso titolo, provando a mettere pepe in una corsa rimasta quasi totalmente a senso unico, ma è stata soltanto un’illusione. E in questo week-end è arrivata forse l’ulteriore conferma del dominio blaugrana, che grazie alla vittoria ottenuta contro l’Athletic Bilbao e alla contemporanea sconfitta dei ragazzi di Simeone si ritrovano ora a più 9, a solo nove gare dalla fine.

È bastata mezz’ora di partita al Barcellona per piegare l’Athletic Bilbao e tornare a respirare dopo la sudata (a dispetto del risultato) qualificazione ottenuta in settimana in Champions League contro il Chelsea: prima il rigore in movimento di Alcacer e poi il sinistro all’angolino dell’eroe della settimana Messi ha permesso ai blaugrana di ottenere i tre punti in una gara dominata in lungo e in largo. Molto peggio, invece, è andata appunto ai rivali nella corsa titolo dell’Atlético Madrid, che interrompono la propria striscia di risultati utili consecutivi perdendo sul campo del Villarreal, pagando forse anche le fatiche in Europa League: Griezmann porta avanti i Colchoneros da rigore, ma nella ripresa il talentino Ünal si scatena e mette a segno una straordinaria doppietta negli ultimi dieci minuti di gara, trascinando il Sottomarino Giallo verso un successo che significa quinto posto in classifica.

Se in Inghilterra e in Italia è stato il week-end dei straordinari poker messi a segno da Salah del Liverpool e Icardi dell’Inter, anche in Spagna c’è stato spazio per assistere a ben quattro reti messe assieme da un giocatore che già in passato aveva raggiunto questo traguardo: Cristiano Ronaldo. Il portoghese è rinato, la distanza dal capocannoniere della Liga Messi si è accorciata a solo tre reti e in questo turno è toccato al Girona essere travolto dalle sue prodezze: accompagnato dalle reti di Lucas Vázquez e Bale, l’ex Manchester United ha trascinato il suo Real Madrid nella pirotecnica vittoria per 6-3 contro la sorpresa di questa stagione, a cui non è bastata la doppietta del “solito” Stuani (già arrivato a quota 17 reti, come Griezmann) e la rete nel finale di Juanpe. Zidane e i suoi si confermano al terzo posto, nonostante la vittoria del Valencia contro l’Alavés: i Pipistrelli sono riusciti a superare con buona disinvoltura i baschi grazie alle reti di Rodrigo e Zaza e l’autorete di Laguardia.

Dopo aver compiuto l’impresa di eliminare a Old Trafford il Manchester United, il Siviglia torna a pensare al campionato, ma sul campo del Leganés è arrivata l’ennesima sconfitta deludente di questa stagione: molto meglio i padroni di casa, capaci di trovare il doppio vantaggio per poi gestire la vittoria nonostante il gol nel finale di Layún che ha provato a riaprire i conti. Se in coppa Montella non sembra sbagliare un colpo, insomma, ben più preoccupante è la situazione in Liga: ora gli andalusi vengono scavalcati anche dal Villarreal, scivolando al sesto posto, ma con Girona e Betis (capace di travolgere con un secco 3-0 l’Espanyol) pronte a tentare l’assalto ai posti valevoli per l’Europa.

Assai più delineata, invece, è la situazione in zona retrocessione, dove Las Palmas, Deportivo e Málaga si ritrovano ormai isolate dal resto del campionato e ora la salvezza comincia a diventare un miraggio. La prima che saluterà sarà ovviamente il Málaga, che nel week-end è riuscita a fermare sullo 0-0 il Celta Vigo, ma un solo punto non sarà sufficiente per farla tornare in corsa per la permanenza in Liga. È finito 1-1, invece, proprio lo scontro diretto tra Deportivo e Las Palmas, con le due reti arrivate tutte a inizio partita: Halilović porta avanti gli ospiti dopo solo 3′, ma al 22′ Raul Albentosa pareggia nuovamente i conti. L’unico a gioire, dunque, è il Levante, che nell’anticipo del venerdì ha superato per 2-1 l’Eibar, volando così a più 6 dalla zona rossa della classifica: per i valenciani la salvezza è ora una possibilità concreta. Infine, buon colpo del Getafe, che s’impone per 2-1 sul campo di una Real Sociedad sempre più deludente e ora addirittura al quindicesimo posto in classifica.

 

Liga – 29/a giornata

16/03

Levante-Eibar  2-1  25′ Roger Martí (L), 63′ Charles (E), 64′ Boateng (L)

17/04

Deportivo-Las Palmas  1-1  3′ Halilović, 22′ Raúl Albentosa (D)
Valencia-Alavés  3-1  19′ Rodrigo (V), 33′ Zaza (V), 49′ Sobrino (A), 54′ Aut. Laguardia (V)
Real Sociedad-Getafe  1-2  23′ Willian José (R), 45’+1′ Djene (G), 51′ Ángel (G)
Betis-Espanyol  3-0  34′ Firpo, 56′ Boudebouz, 69′ Guerrero

18/03

Leganés-Siviglia  2-1  41′ Bustinza (L), 69′ Eraso (L), 90′ Layún (S)
Barcellona-Athletic Bilbao  2-0  8′ Paco Alcacer, 30′ Messi
Celta Vigo-Málaga  0-0  
Villarreal-Atlético Madrid  2-1  20′ Rig. Griezmann (A), 82′, 90’+2′ Ünal (V)
Real Madrid-Girona  6-3  11′, 48′, 64′, 90’+2′ C. Ronaldo (R), 29′ Stuani (G), 59′ Lucas Vázquez (R), 68′ Stuani (G), 86′ Bale (R), 88′ Juanpe (G)

 

CLASSIFICA LIGA

Condividi
Nato a Monza nel '95, ha tre grandi passioni: Mark Knopfler, la letteratura e il calcio inglese. Sogna di diventare giornalista d'inchiesta, andando a studiare il complesso rapporto tra calcio e politica.