Calciomercato – Ufficialità, trattative e indiscrezioni del 30 gennaio 2018

73

Ci siamo: siamo ufficialmente entrati nelle ultime 24 ore del calciomercato invernale e, come prevedibile, la giornata di oggi è stata già molto frenetica, in preparazione dell’intenso ultimo capitolo di domani. Finale di mercato che sarà sicuramente frenetico per l’Inter, attivissimo sia in entrata che in uscita. È stata una giornata tutto sommato negativa per l’affare Pastore, schierato in campo dal PSG anche nella gara contro il Rennes di stasera: a detta dell’agente, la scelta tecnica di Emery non influenzerà sulla decisione finale, ma per il momento resta ancora troppo grande la distanza tra la richiesta dei francesi (prestito con obbligo di riscatto) e l’offerta dei nerazzurri (prestito oneroso a 5 milioni di euro con diritto di riscatto). Domani le parti si incontreranno ancora, ma per il momento la situazione resta grigia. Intanto, è in dirittura d’arrivo l’affare Lautaro Martínez, che dovrebbe firmare domani. In uscita, invece, sono due i giocatori che potrebbero salutare San Siro: Nagatomo è in Turchia per firmare il passaggio in prestito al Galatasaray, mentre il Siviglia ha ricevuto l’ok dall’Inter per l’arrivo in prestito con diritto di riscatto a 25 milioni di Brozović. Gli andalusi hanno ottenuto l’ok del croato, ma manca ancora il sì di Spalletti (che vuole un sostituto subito: l’ultima idea è Nico Gaitán dell’Atlético Madrid) e dovranno poi procedere ad alcune cessioni (come Guido Pizarro, molto vicino al Genoa) prima di chiudere l’affare.

Colpo di scena in casa Napoli nel capitolo Younes: per problemi familiari, l’esterno (che aveva già svolto le visite mediche, ndr) è dovuto rientrare urgentemente in patria e per questo motivo il suo arrivo è ormai saltato. Il ragazzo arriverà in azzurro in estate, come già accordato da settimane. In attesa di vedere se si sbloccherà l’affare Politano, con cui è stato trovato oggi l’accordo ma manca ancora il sì del Sassuolo, Giuntoli è tornato all’improvviso su un vecchio obiettivo partenopeo: il Napoli sta infatti trattando con l’Everton per far arrivare Klaassen in prestito con diritto di riscatto, filtra ottimismo sulla riuscita dell’affare. Dichiarato incedibile, invece, Caprari, idea emersa proprio in queste ore dopo il colpo di scena nel caso Younes. Sono ore concitate anche per la Roma, che in serata ha finalmente ufficializzato la cessione di Emerson Palmieri al Chelsea per 20 milioni di euro più 9 di bonus, dopo aver visto sfumare il passaggio a Londra di Džeko, che resta così in giallorosso. Si complicano, invece, le piste per Aleix Vidal, che vorrebbe rimanere a Barcellona, e di Laxalt, inserito in uno scambio con Bruno Peres ma per il momento in fase di stallo dopo il rifiuto del brasiliano di passare al Genoa.

È stata giornata di cessioni secondarie in casa Milan: Zanellato passa ufficialmente in prestito al Crotone, mentre Paletta ha trovato l’accordo per la rescissione, il suo futuro sarà in Turchia (il Fenerbahçe è attualmente in vantaggio). Acquisto a sorpresa, invece, per la Fiorentina, che in mattinata ha ufficializzato Bryan Dabo, centrocampista proveniente dal Saint-Étienne per 3 milioni di euro, mentre si sta lavorando a uno scambio di attaccanti con il Sassuolo: Babacar va verso la squadra di Iachini (Raiola era oggi al Melia Hotel per trattare), mentre Falcinelli potrebbe finire a Firenze. I neroverdi, però, potrebbero anche salutare Matri (sempre nel mirino del Parma), al suo posto restano in piedi le idee Pazzini e Pinamonti. L’Atalanta ha deciso di tentare l’assalto last-minute per Perica dell’Udinese, con i bianconeri che, intanto, stanno definendo i dettagli dell’acquisto di Felipe Vizeu dal Flamengo: il brasiliano firmerà un contratto di 5 anni e sarà subito girato in prestito ai rossoneri.

Doppio arrivo in casa Bologna: i rossoblù hanno comunicato l’acquisto a titolo temporaneo di Lidin dal Pisa, mentre Paz arriva a titolo definitivo dal Newell’s Old (sarà girato in prestito al Montréal Impact) e ora si avvicina anche Orsolini in prestito (il giocatore è attualmente all’Atalanta, ma il cartellino è della Juventus). Il Torino dovrebbe chiudere finalmente domani la telenovela Donsah, poi si penserà alle cessioni (via uno tra Obi, Acquah e Valdifiori), il Cagliari valuta Cofie qualora dovesse saltare l’arrivo di Rigoni e sulla sinistra si tenterà l’assalto a uno tra Letizia e Rispoli. Il Genoa sta cercando un difensore, ma a sorpresa non sarà Polenta a far parte della rosa di Ballerini: nonostante un accordo ormai definito con il Nacional Montevideo, i rossoblù sarebbero tornati su El Yamiq, riuscendo a sbloccare nel pomeriggio la trattativa. Infine, la SPAL prepara il piano di riserva se non dovesse tornare Bonifazi (Pisacane o De Maio), mentre l’Hellas Verona saluta definitivamente Zuculini, passato al River Plate, e rischia di perdere Heurtaux (possibile un futuro al Rennes), ma continua a trattare con la Fiorentina per Sánchez.

Giornata molto intensa anche in Serie B. Scatenato il Brescia che, dopo aver ufficializzato ieri sera Embalo, sta definendo gli arrivi di Cherubin dall’Hellas Verona e Pontisso dall’Udinese, mentre continua a lavorare per Buonaiuto del Perugia. L’Empoli si assicura in prestito il portiere Gabriel del Milan, il Palermo sta chiudendo per l’esterno Hakšabanović del West Ham (pronto un quadriennale) e ritrova Setola, rientrato dal prestito dal Cesena e pronto a essere girato al Pisa, il Perugia trova un doppio rinforzo: preso Bianchimano dalla Reggina per giugno, mentre arriva in prestito con opzione di riscatto Gonzales dall’Hellas Verona. Il Carpi sta chiudendo per il prestito secco di Garritano e di Machach, rinviando invece in estate la cessione di Mbakogu al Leeds, mentre il Pescara ufficializzerà a momenti l’arrivo in prestito con obbligo di riscatto in caso di promozione in Serie A di Fiammozzi, di proprietà del Genoa. Il Foggia ha comunicato l’arrivo in prestito dal NAC Breda del portiere Noppert, mentre è ufficiale lo scambio tra Trapani e Pro Vercelli: Reginaldo passa in Piemonte, mentre Polidori vestirà granata in prestito.

A dir poco intricata, invece, è la situazione che si sta creando in Premier League. L’Arsenal ha ancora pochissime ore per definire l’arrivo di Aubameyang (già a Londra per effettuare le visite mediche), ma l’affare resta legato all’arrivo di un sostituto adeguato del gabonese al Borussia Dortmund. Ed è qui che si crea un delicatissimo intreccio di mercato: i tedeschi stanno trattando per il prestito di Batshuayi dal Chelsea (nome più apprezzato rispetto a Modeste), ma i Blues, dopo aver visto sfumare Džeko e aver ricevuto il no del Tottenham per Llorente, hanno bisogno a loro volta di un sostituto del nigeriano e in queste ore stanno definendo proprio con l’Arsenal l’acquisto di Giroud per circa 18 milioni di sterline (escluso, almeno per il momento, l’inserimento del cartellino di David Luiz nell’affare). È finalmente ufficiale l’arrivo di Laporte al Manchester City per 57 milioni di sterline (ovvero la clausola rescissoria dell’ex Athletic Bilbao), ma il vero colpo finale potrebbe essere clamorosamente Mahrez, che sembrava destinato a rimanere al Leicester City: il giocatore non ha ancora chiesto la cessione, come ventilato da diversi giornali, ma non si è presentato all’allenamento di oggi e non è stato convocato per la gara di domani per fare pressione sulla società e aumentare le probabilità di un suo addio. I Foxes hanno rifiutato un’offerta da 50 milioni di sterline dei Citizens, in serata è stata presentata una terza offerta da 55 milioni e la risposta dovrebbe arrivare domattina.

Intanto, il Leicester saluta Musa, che torna ufficialmente in prestito al CSKA Mosca, e prepara l’addio per Slimani, diretto verso il Monaco. Il Tottenham ufficializzerà a momenti Lucas Moura, l’Everton saluta Sandro Ramírez (che torna al Málaga in prestito) e dice no all’offerta del West Ham per Schneiderlin, il Southampton tenterà domani un ultimo assalto per Promes: lo Spartak Mosca chiede 30 milioni di euro, i Saints finora sono arrivati a 25. Lo Swansea sfida il Wolfsburg per Marković e continua a pensare al ritorno di André Ayew (la distanza dalla richiesta del West Ham è di pochi milioni), mentre il Watford ha ufficializzato l’arrivo di Lukebakio dall’Anderlecht, si prepara ad accogliere Ndong in prestito dal Sunderland e sta per salutare Okaka (direzione Stoke City o Fulham). Lo Stoke City chiude per Ndiaye del Galatasaray, mentre il West Ham si prepara ad affrontare il Crystal Palace per il difensore Amadou del Lille.

In Spagna, buon colpo per il Villarreal, che si è assicurato Javi Fuego dall’Espanyol, mentre l’Athletic Bilbao ha già trovato il sostituto di Laporte: per 32 milioni di euro (pari alla clausola rescissoria), ecco Iñigo Martinez dagli storici rivali della Real Sociedad. Molto attivo il Siviglia, che ha salutato definitivamente Reyes, passato al Cordoba, e ha comunicato ben due arrivi: Roque Mesa in prestito dallo Swansea e Layun dal Porto. L’Atlético Madrid, secondo quanto riferito dal suo presidente Cerezo, potrebbe ora trattenere sia Carrasco che Gameiro, mentre il Betis Siviglia annuncerà domani l’arrivo di Bartra. In Germania, gran colpo del Werder Brema, che si è assicurato dal Vitesse il talentino Rashica, mentre il Borussia Dortmund, in attesa di scoprire il futuro di Aubameyang, si assicura il giovane ex Barcellona Sergi Gómez. Il Friburgo ha comunicato l’arrivo di Kammerbauer dal Norimberga. Infine, è finita l’esperienza di Eto’o all’Antalyaspor: il camerunese ha rescisso il contratto in giornata.


 

Condividi
Nato a Monza nel '95, ha tre grandi passioni: Mark Knopfler, la letteratura e il calcio inglese. Sogna di diventare giornalista d'inchiesta, andando a studiare il complesso rapporto tra calcio e politica.