Coppa Italia, Casertana-Paganese: Azzurrostellati di misura, decide Talamo

La Paganese espugna il Pinto negli Ottavi di finale di Coppa Italia di Serie C in virtù di una rete nel secondo tempo tempo supplementare di Talamo e raggiunge la Viterbese ai quarti di finale. Grande delusione per la Casertana che, nonostante una gara non del tutto brillante, domina per gran parte dell’incontro senza però trovare mai la via del gol.

Tutto pronto all’Alberto Pinto per il terzo e ultimo Ottavo di Finale di Coppa Italia di Serie C in programma questa settimana tra Casertana e Paganese. Entrambe appartenenti al Girone C, rossoblù e azzurostellati occupano rispettivamente la quartultima e terzultima posizione separate solo da un punto; i primi provengono da due pareggi consecutivi, mentre i secondi dal perentorio successo sul campo della Sicula Leonzio. Nel turno precedente di Coppa i Falchetti hanno eliminato ai calci di rigore la Sambenedettese e i Liguorini la Juve Stabia.

Mister D’Angelo rimette in campo diversi giovani che già contro la Sambenedettese hanno ben impressionato, tra cui il centrocampista Santoro. Esordisce in porta Gragnaniello, mentre Colli va supporto dei due attaccanti Turchetta e Padovan. Anche Favo opta per un intenso turnover: in porta c’è Riccardo Galli, protetto da Meroni e Acampora; sulle corsie laterali ci sono Pavan e Dinielli. In mediana Bensaja, Ngamba e Tascone; in attacco, oltre a Negro e Buxton, la novità porta il nome di Regolanti.

Iniziale fase di “studio“: le due compagini vanno al piccolo trotto senza accelerare, ma mantenendo ordinatamente le posizioni e lottando per il predominio in mezzo al campo. La gara è equilibrata e la bilancia pende leggermente in favore degli ospiti che sembrano spingersi meglio in fase di attacco, almeno in questa fase. I ritmi sono tutt’altro che intensi e, nonostante le manovre da parte di ambo le squadre, non ci sono emozioni da raccontare. La prima conclusione arriva al 26′, la effettua Buxton, ma la palla termina alta; mentre la prima vera e propria emozione intorno alla mezz’ora: Cigliano riceve palla all’altezza del vertice destro d’attacco e il suo sinistro a giro si stampa sulla traversa. Ancora i Falchetti si rendono pericolosi nel finale di frazione: traversone di Turchetta, colpo di testa di Padovan e palla per Colli, tentativo col destro da dentro l’area, seppure da posizione decentrata, e palla fuori. In generale, si è visto pochissimo nella prima parte di gara e l’arbitro manda tutti all’intervallo sul punteggio di 0-0.

La ripresa sembra cominciare con maggiore determinazione da parte delle due squadre: da un lato, la Paganese aziona il rapido Buxton ma viene fermato da Lorenzini; dall’altro, prima Donnarumma offre un buono spunto sulla sinistra poi Turchetta assiste Padovan, ma l’attaccante di proprietà della Juventus spara fuori in diagonale da posizione favorevole. D’Angelo prova a mischiare le carte mantenendo, comunque, lo stesso assetto tattico: esce Donnarumma per Ferrara, con quest’ultimo che va sulla corsia di destra e spostando Finizio a sinistra. Effettivamente, ai punti prevalgono i padroni di casa ma la gara resta estremamente equilibrata e con pochi squilli in avanti: servirebbe una prodezza. Poco dopo il 70′, però, è la Paganese a sfiorare al vantaggio: sugli sviluppi di un calcio d’angolo Gragnaniello compie un autentico miracolo su Buxton, poi prova Talamo costringendo Forte al salvataggio sulla linea. I Falchetti rispondono al 77′: Cigliano si accentra dalla destra e crossa sul secondo palo, Padovan va col sinistro al volo e palla di poco a lato. I generosi e volenterosi tentativi della Casertana, costellati però da errori e poca lucidità sotto porta, non cambiano il punteggio e, dunque, si va ai tempi supplementari.

I Falchetti rientrano in campo con piglio deciso nel primo tempo supplementare: prima, Cigliano manda fuori dalla distanza; poi, Turchetta quasi centra il sette ma un difensore azzurostellato provvidenzialmente devia in angolo. Ma l’occasione più ghiotta giunge al 98′: sinistro a giro di Marotta dalla destra e Galli si supera in tuffo deviando in angolo. Nel secondo tempo supplementare, clamorosamente, si porta in vantaggio la Paganese al 118′: Regolanti calcia dal limite, Gragnaniello respinge corto e Talamo si avventa sul pallone e insacca; Casertana-Paganese 1-0, gelo sul “Pinto”. I padroni di casa reagiscono sùbito: ancora Turchetta manda a spasso l’intera difesa avversaria, mette al centro ma nessuno dei compagni si fa trovare pronto alla deviazione. Gli sforzi dei Falchetti non valgono a nulla e per di più restano in dieci per l’espulsione di Marotta, reo di un colpo proibito a Meroni. L’ultimo tiro della gara è di Colli, il pallone sorvola di pochissimo la traversa e il direttore di gara sancisce la fine e il successo della Paganese per 1-0.

CASERTANA-PAGANESE 0-1 (0-0 dopo 90′)

Casertana (4-3-1-2): Gragnaniello 6.5; Finizio 6, Lorenzini 6, Forte 6 (75′ Polák), Donnarumma 6 (55′ Ferrara 6); Santoro 6, Carriero 6, Cigliano 6.5; Colli 6; Padovan 5.5 (81′ Marotta 5), Turchetta 6.5. A disp.: Avella, Cardelli,  De Marco, De Rose, Minale, Tripicchio. All.: D’Angelo 6.
Paganese (4-3-1-2): Galli 7; Pavan 6.5, Meroni 6.5, Acampora 6.5, Dinielli 6 (86’Della Corte 6); Bensaja 6, Ngamba 6, Tascone sv (35′ Grillo 5.5); Buxton 5.5; Negro 5 (70′ Talamo 6.5), Regolanti 5. A disp.: Gomis, Marone, Garofalo, Piana, Picone, Baccolo, Maiorano, Scarpa, Cesaretti. All.: Favo 6.
Arbitro: Meraviglia di Pistoia.
Marcatori: 107′ Talamo.
Note – Ammoniti: Padovan, Finizio (C); Bensaja, Pavan, Meroni, Talamo(P). Espulsioni: Marotta (C) al 116′ per comportamento violento.

Condividi
Appassionato di storia, letteratura, calcio e mediani: quegli “omini invisibili” che rendono imbattibile una squadra. Il numero 8 come fisolofia di vita: grinta, equilibrio, altruismo e licenza del gol.