UFFICIALE – Formula 1, dal 2018 l’Alfa Romeo torna nel Circus

Immagine tratta dal Profilo Ufficiale Twitter dell'Alfa Romeo

Correva l’anno 1988 quando l’Alfa Romeo lasciava ufficialmente il mondo della Formula 1, rescindendo il contratto di fornitura dei motori con l’Osella. A distanza di 30 anni, il Circus può finalmente riabbracciare uno dei marchi più storici del mondo dell’automobile. L’Alfa Romeo rientra ufficialmente in Formula 1. La casa del Biscione ha stretto un accordo di collaborazione con la Sauber. Dalla prossima stagione le vetture svizzere saranno denominate Alfa Romeo Sauber F1 Team e il nome della casa di Arese campeggerà sia come sponsor principale sia sui propulsori V8 che la Ferrari fornirà alla scuderia di Hinwill.

A darne l’annuncio è stato il presidente della FCA (Fiat Chrysler Automobiles) Sergio Marchionne, con un comunicato sul sito internet dell’azienda. Questo il testo: “Questo accordo è un passo significativo nella ricostruzione del brand Alfa Romeo che, tornando in Formula 1 dopo un’assenza dalle corse di oltre 30 anni, restituisce al campionato uno dei marchi che hanno fatto la storia di questo sport, andando ad aggiungersi ad altre importanti aziende automobilistiche che partecipano alla Formula 1. Il brand stesso, inoltre, potrà beneficiare dello scambio tecnico e strategico con un partner di esperienza indiscussa come Sauber F1 Team e gli ingeneri e i tecnici dell’Alfa Romeo, che hanno già dato prova delle loro capacità con la progettazione dei nuovi modelli Giulia e Stelvio, potranno ulteriormente ampliare la loro esperienza portando al Sauber F1 Team competenze tecniche di assoluta avanguardia. Contemporaneamente, tutti gli appassionati di Alfa Romeo potranno di nuovo tifare per un costruttore di automobili che è determinato a scrivere un nuovo capitolo della sua unica e leggendaria storia sportiva“.

Condividi
Nato a Salerno il 3 maggio 1986, laureato in Fisica, ex arbitro di calcio FIGC. “Sportofilo” a 360° con predilezione per calcio e ciclismo, è un acceso e convinto fantacalcista.