ShowRoom – Renault Scénic, tecnologia a vantaggio del comfort

Safety Concept Emodied in a New Innovative Car. Nasceva così nel 1991, con questo nome e sotto forma di prototipo, quella che esattamente cinque anni dopo, nel 1996, sarebbe diventata per tutti semplicemente la Renault Scénic. A distanza di più di 20 anni da quel debutto, la monovolume francese manda a referto un nuovo restyling che non solo ne modifica design stilistico ed elementi interni, ma al tempo stesso ne consolida il profilo tecnico e multimediale.

La quarta generazione di uno dei modelli simbolo del marchio della Losanga si caratterizza per il consueto profilo familiare, tipico di una vettura di segmento C. Gli esterni si segnalano per forme innovative e proporzioni inedite, con un passo allungato, uno sbalzo posteriore ridotto ed imponenti ruote da 20 pollici disponibili di serie e che permettono di avere un ottimo confort di rotolamento e di ridurre il consumo di energia.

Forme abbondanti anche per ciò che riguarda il parabrezza anteriore, parente quanto mai vicino di quello già in bella mostra su Espace e che permette di abbinare grande visibilità laterale ad un’ampia luminosità interna, coadiuvato in quest’ultimo aspetto anche dal tetto superiore in vetro panoramico.

All’interno la parola chiave è senz’altro comodità, garantita dal tanto spazio a disposizione oltre che da sedute anteriori regolabili elettricamente in otto diverse inclinazioni, con la possibilità di avere anche le funzioni di massaggio e riscaldamento incorporate. Negli allestimenti top di gamma, tra le altre, disponibile il One Touch Folding che permette di ripiegare automaticamente i sedili posteriori attraverso l’interfaccia touch screen R-Link 2 o con un semplice comando manuale posizionato nel bagagliaio.

Piattaforma modulare Common Module Family, la nuova Scénic non si risparmia anche da un punto di vista tecnologico. Detto del sistema R-Link 2, lo schermo al centro della plancia misura 8,7 pollici e il sistema Multi Sense che equipaggia la vettura consente di personalizzare l’esperienza di guida modificando la risposta di acceleratore, motore e sterzo secondo cinque differenti modalità: Comfort, Neutro, Sport, Eco e Perso.

Capitolo sicurezza, la Renault Scénic propone frenata di emergenza attiva con riconoscimento pedoni, alla quale si aggiungono l’assistenza al mantenimento della corsia, l’allarme rilevatore di stanchezza e tutti i principali sistemi di assistenza alla guida già visti su gli ultimi modelli della proposta Renault. Per quel che riguarda i motori, in gamma troviamo due propulsori benzina TCe da 115 e 130 CV, oltre a cinque diesel dCi con potenze comprese tra i 95 e i 160 CV. I prezzi partono da un entry level di 21.900 euro, ed arrivano ad un top di gamma di 33.350 euro nell’allestimento Bose con motore diesel 1.6 dCi da 160 CV abbinato a cambio automatico EDC.

Condividi