Serie C, Girone B – Il riepilogo della 15/a giornata

Copyright MondoSportivo.it / Stefano Tomat

Fuga dall’ottico. No, non siamo impazziti. La medicina e l’oculistica non centrano. L’evasione dagli “occhiali” è quella del Padova. I biancoscudati provano il primo vero tentativo di staccare il resto del gruppo, in questa 15/a giornata del girone B di Serie C 2017/2018. La formazione di Bisoli ha sconfitto 2-1 una comunque buonissima Triestina nell’anticipo del venerdì. Grande protagonista è stato Alessandro Capello. La punta classe 1995 prima ha fornito a Tabanelli la palla per il gol dell’1-0, poi nella ripresa ha fatto esplodere l’«Euganeo» con un colpo di testa su cross di Marcandella. L’Alabarda aveva trovato il gol del pari con Meduri, bravo a saltare di testa su punizione di Bracaletti.

Sì, ma gli occhiali? Sono tre. I tre 0-0 che hanno caratterizzato questo turno di campionato. E due riguardano compagini di alta classifica. A cominciare dal Renate. Le Pantere non sfruttano pienamente il turno casalingo, non riuscendo a sfondare il muro difensivo eretto dal Teramo. Grandi protagonisti sono stati i due portieri, il lombardo Di Gregorio e l’abruzzese Calore, che hanno sventato tre pericolose occasioni a testa. Il secondo è quello del «Riviera delle Palme» tra Sambenedettese e Bassano Virtus. Un incontro comunque che, a dispetto del risultato, è stato spettacolare con continui capovolgimenti di fronte e numerose occasioni non capitalizzate da una parte e dall’altra.

Chi ha approfittato del rallentamento del Renate è l’AlbinoLeffe. La Celeste è corsara 2-1 a Salò. Un successo cinico, quella della formazione di Alvini, che mette al sicuro il risultato con i gol di Mondonico e Konkò. La Feralpi riapre i giochi nella ripresa con la rete numero 9 di Simone Guerra sempre più capocannoniere. Poi è un monologo dei gardesani ma sia Coser che la sfortuna negano un pareggio che sarebbe stato il risultato più giusto.

Grande vittoria del Mestre al «Menti» di Vicenza. Gli arancioni si impongono per 2-0. Reti nella ripresa siglate da Beccaro, bravo a sfruttare un assist di Rubbo, e con un rasoterra di Neto Pereira. Una sconfitta che costa al tecnico dei biancorossi Alberto Colombo l’esonero.

Risale anche il Südtirol. Gli altoatesini espugnato il «Raffaele Mancini» di Fano. Gol decisivo di Costantino che al 19′ risponde presente su cross di Cia.  Il Fano ha cominciato a giocare nella ripresa, sbagliando il calcio del rigore del possibile pareggio al settimo minuto di recupero con Fioretti che si fa ipnotizzare da Offredi.

Guadagna posizioni in classifica la Reggiana, che fa suo senza patemi d’animo il derby contro il Ravenna. Secco 3-0 per gli uomini di Eberini. Dopo 100 secondi, granata in vantaggio con l’incornata di Altinier su cross di Lombardo. Raddoppio al 23′ con gran destro di Cesarini. In pieno recupero, Altinier realizza la sua doppietta personale in contropiede su passaggio di Rocco.

Completa il quadro lo 0-0 tra Gubbio e Fermana. Un pareggio che sta stretto soprattutto agli umbri, che al 36′ si sono divorati il gol vittoria con Casiraghi, capace di spedire fuori da due passi un traversone di Ciccone.

Serie C Girone B, 15/a giornata
Venerdì 17 e domenica 19 novembre 2017
A.J. Fano-Südtirol  0-1  19′ Costantino
Feralpisalò-AlbinoLeffe  1-2  8′ Mondonico (A), 34′ Kouko (A), 56′ Guerra (F)
Gubbio-Fermana  0-0
Padova-Triestina  2-1  14′ Tabanelli (P), 29′ Meduri (T), 62′ Capello (P)
Reggiana-Ravenna  3-0  2′ Altinier, 24′ Cesarini, 90’+2 Altinier
Renate-Teramo  0-0
Sambenedettese-Bassano Virtus  0-0
Vicenza-Mestre  0-2  65′ Beccaro, 84′ Neto Pereira
Riposano: Santarcangelo e Pordenone
La classifica dopo la 15/a giornata
Padova*29
Renate*26
AlbinoLeffe*24
Pordenone**21
Sambenedettese*21
Mestre**20
Feralpisalò**20
Südtirol**20
Bassano Virtus**19
Triestina*18
Fermana**18
Reggiana*16
Vicenza*16
Gubbio**15
Teramo**15
Ravenna*10
Santarcangelo*10
A.J Fano*6
* 13 gare giocate; ** 14 gare giocate
Condividi
Nato a Salerno il 3 maggio 1986, laureato in Fisica, ex arbitro di calcio FIGC. “Sportofilo” a 360° con predilezione per calcio e ciclismo, è un acceso e convinto fantacalcista.