Icardi-show, la sua doppietta stende l’Atalanta. Inter ancora imbattuta e sulla scia del Napoli

L’Inter, chiamata a rispondere alle vittorie di Napoli e Roma, si trova di fronte l’Atalanta del suo ex allenatore Gasperini. Dopo un primo tempo difficile, con molti errori in fase di impostazione, i padroni di casa sbloccano la gara con una colpo di testa del solito Icardi. È poi lo stesso capitano a realizzare, dopo nove minuti, la rete del raddoppio. Una vittoria nel segno del centravanti argentino, che permette all’Inter di occupare la seconda posizione, alle spalle del Napoli capolista.

Gasperini sceglie l’attacco leggero, optando per il duo sloveno Iličič-Kurtić, ai fianchi della prima punta Gómez, e provando così a pungolare l’Inter con la vivacità e la freschezza dei suoi attaccanti. Diversamente da altre occasioni gli uomini di Spalletti sono meno precisi ed efficaci. Troppi errori in fase di costruzione non gli permettono di rendersi pericolosi dalle parti di Berisha. L’unica apprensione è data da un tentativo di Icardi, stoppato però dal numero uno albanese. L’Atalanta, grazie alla sua proverbiale organizzazione di gioco, tiene bene il campo e non fatica a mantenere inviolata la porta al duplice fischio di Fabbri.

Il secondo tempo comincia con ben altra musica. L’Inter è più concreta e infatti trova quasi subito la rete del vantaggio: è Icardi a sbloccare l’incontro, con una zuccata sugli sviluppi di una punizione calciata da Candreva. Il gol entusiasma i nerazzurri, che raddoppiano al 60′ ancora con il loro capitano, abile ad anticipare tutti, sempre di testa. L’Atalanta è alle corde, sorpresa dall’uno-due dei padroni di casa: Gasperini prova a stravolgere il suo attacco, ma il tentativo è vano, grazie anche alla buona tenuta difensiva dell’Inter. I minuti finali sono in completa gestione e arriva così la decima vittoria in campionato per la banda di Spalletti, che si candida a essere l’anti-Napoli per eccellenza.

INTER-ATALANTA 2-0 (0-0)

Inter (4-2-3-1): Handanović 6; D’Ambrosio 7, Škriniar 6.5, Miranda 6.5, Santon 6; Vecino 6, Gagliardini 6; Candreva 6.5 (73′ Brozović 6), Borja Valero (83′ João Màrio sv), Perišić 6; Icardi (90′ Éder sv) . A disp.: Padelli, Berni, Cancelo, Ranocchia, Karamoh, Éder, Dalbert, Nagatomo, Pinamonti. All.: Spalletti 6.5.
Atalanta (3-4-3): Berisha 6; Toloi 5.5 (77′ Haas sv), Palomino 5, Masiello 5; Hateboer 6, de Roon 6, Cristante 5, Castagne 5; Iličič (55′ Petagna 5.5), Gómez 5.5 (67′ Orsolini 6), Kurtić 5.5A disp.: Gollini, Rossi, Bastoni, Gosens, Mancini, Haas, Melegoni, Schmidt, Cornelius, Vido. All.: Gasperini 5.5.
Arbitro: Fabbri di Ravenna
Marcatori: 51′ Icardi, 60′ Icardi
Note – Ammoniti: Palomino, Kurtić (A)

Condividi
Empolese e orgoglioso di esserlo, ha cominciato ad amare il calcio incantato dal mito di Van Basten. Amante dei viaggi, giocatore ed ex insegnante di tennis, attualmente collabora con pianetaempoli.it.