Serie C, Girone A – Il riepilogo della 14/a giornata

Copyright MondoSportivo.it/Francesco Moria

Giunti alla 14/a giornata di campionato nel Girone A della Serie C, il Livorno mantiene inevitabilmente la testa ma la striscia di 5 vittorie degli amaranto è interrotta dal Monza. I labronici aumentano comunque  il distacco sulla Robur Siena, sconfitta dal Pontedera, che ha disputato una partita in più. Segue il Pisa che non va oltre il pari ma mantiene la posizione sull’Olbia, oggi di riposo, affiancata dalla Viterbese. Monza, Arzachena e Carrarese rimangono appaiate e vengono raggiunte dalla Lucchese. Piacenza e Arezzo si devono accontentare del pari e sostare a metà classifica, successo pesante per il Pontedera che tira un sospiro di sollievo. Pistoiese e Giana Erminio guadagnano un punto prezioso, mentre per il Cuneo il pareggio non è altrettanto positivo. In coda continua ad annaspare l’Alessandria che esce sconfitta dalla sfida con la Lucchese, punto pesante invece per Prato e Gavorrano.

La 14/a giornata si è conclusa nel segno della X: su un totale di 9 partite sono addirittura 7 gli incontri terminati in parità, l’unica vittoria interna l’ha ottenuta la Lucchese ai danni dell’Alessandria. L’unico successo esterno è quello del Pontedera sulla Robur Siena.

Il Monza frena la cavalcata in solitaria del Livorno che rimedia un pari sull’erba del Brianteo. I padroni di casa disputano un’ottima prima frazione passando in vantaggio con Cogliati sugli sviluppi di un angolo. Il Livorno fatica a reagire e rischia di subire il raddoppio allo scadere, Mazzoni però si supera su D’Errico e limita il passivo. Nella ripresa, nonostante crei poco, il Livorno riesce ad agguantare un pareggio nel finale con il colpo di testa di Vantaggiato sul traversone di Pérez.

La Robur Siena non approfitta del mezzo passo falso del Livorno e si arrende al Pontedera in casa in un finale al cardiopalma. Gli ospiti passano subito in vantaggio con il gol di Caponi aiutato dall’incertezza del portiere avversario. Nella ripresa la Robur trova il pareggio, firmato da Vassallo dopo aver saltato il proprio marcatore, ma poco dopo il Pontedera si riporta nuovamente avanti grazie a Risaliti che realizza sugli sviluppi di un corner. L’assalto finale della Robur conduce al nuovo pareggio siglato da Cristiani nel recupero sul cross di Guberti, ma c’è ancora tempo per la marcatura di Mastrilli, rapido a raccogliere un cross e a battere Pane per il 2-3 finale. Il Pontedera conquista un punto pesante nel concitato finale di Siena e la Robur esce a sorpresa sconfitta dall’incontro.

Il Pisa mantiene il terzo posto in classifica nonostante lo sterile pareggio giunto contro la Giana Erminio. La prima frazione è movimentata e vive di occasioni da ambe le parti con gli ospiti che colpiscono il palo sul tiro di Pinto. Nella ripresa il ritmo cala d’intensità, la Giana rimane in 10 per l’espulsione di Pinto ma il Pisa non ne approfitta e l’incontro termina a reti inviolate.

La Viterbese manca l’aggancio all’Olbia in classifica impattando con la Pistoiese sul terreno di casa. Razzitti sigla il vantaggio per i laziali anticipando tutti sulla battuta di un calcio d’angolo, poco dopo Tortori può raddoppiare ma davanti al portiere calcia alto. La Pistoiese non crea azioni pericolose, ma nella ripresa sono gli ospiti a manovrare il gioco giungendo in più occasioni alla conclusione e trovando le ottime reazioni di Iannarilli. La Viterbese teme il pareggio e si spinge in avanti nel tentativo di chiudere la partita, ma è la Pistoiese a segnare l’1-1 con Ferrari che raccoglie una sponda di Luperini e realizza da due passi.

Il Prato blocca sul pari l’Arzachena completando una difficile rimonta dopo il doppio vantaggio conquistato dagli ospiti prima dell’intervallo. Da una cattiva gestione di palla del Prato scaturisce il vantaggio ospite con Nuvoli che dalla distanza batte il portiere, Vano firma poi il raddoppio insaccando su calcio d’angolo. Nella ripresa il Prato prende il pallino del gioco e prima accorcia le distanze con Fantacci, poi pareggia il conto delle reti con il tiro da fuori area di Liurni che firma il 2-2.

Piacenza e Carrarese non si fanno male segnando una rete ciascuna. Dopo un buon avvio di gara da parte degli ospiti, Segre porta avanti il Piacenza sugli sviluppi di un calcio d’angolo. In avvio di ripresa la Carrarese agguanta il meritato pareggio sulla precisa punizione di Tavano, poi i due portieri si superano mantenendo inalterato il risultato.

La Lucchese supera tra le mura amiche un’Alessandria che dopo il successo contro l’Olbia non riesce a confermarsi. I rossoneri partono bene e passano in vantaggio con Fanucchi che batte un incerto Agazzi, gli ospiti non riescono a rendersi pericolosi e si giunge all’intervallo. Nel secondo tempo, dopo un avvio propositivo dell’Alessandria, Maini raddoppia per la Lucchese avventandosi sulla sfera sugli sviluppi di un angolo. Poco dopo Fischnaller accorcia le distanze e nel finale i grigi reclamano un calcio di rigore per un salvataggio sulla linea sospetto, ma l’arbitro non interviene e l’incontro termina 2-1.

L’Arezzo impatta contro il Pro Piacenza. Gli amaranto partono forte e Gori è costretto agli straordinari per evitare il passivo, Moscardelli calcia sul palo un rigore concesso per fallo di mano di Belotti, ma lo stesso attaccante finalizza di testa su angolo. Gli ospiti non si abbattono e si spingono subito alla ricerca del pareggio che giunge al 70′ con il tiro di Belfasti che fulmina Borra.

Il Gavorrano sfiora la prima vittoria esterna contro una diretta rivale nella lotta salvezza. Per il Cuneo la partita assume subito una brutta piega quando al 7′ Conrotto atterra in area Moscato rimediando l’espulsione, dal dischetto Conti non sbaglia firmando il vantaggio ospite. Con l’uomo in più il Gavorrano assume il dominio del campo sfiorando più volte il raddoppio durante la prima frazione. In avvio di ripresa Salvalaggio neutralizza il rigore calciato da Zamparo e la partita sembra indirizzata verso lo 0-1, nel finale però la punizione di Pellini consente al Cuneo di agguantare il pareggio ed evitare una pesante sconfitta.

Serie C Girone A, 14/a giornata
Domenica 12 novembre 2017
Arezzo-Pro Piacenza  1-1  27′ Moscardelli (A), 70′ Belfasti (P)
Cuneo-Gavorrano  1-1  9′ rig. Conti (G), 81′ Pellini (C)
Lucchese-Alessandria  2-1  30′ Fanucchi (L), 73′ Maini (L), 77′ Fischnaller (A)
Monza-Livorno  1-1  11′ Cogliati (M), 78′ Vantaggiato (L)
Piacenza-Carrarese  1-1  18′ Segre (P), 49′ Tavano (C)
Pisa-Giana Erminio  0-0
Prato-Arzachena  2-2  12′ Nuvoli (A), 22′ Vano (A), 60′ Fantacci (P), 84′ Liurni (P)
Robur Siena-Pontedera  2-3  6′ Caponi (P), 65′ Vassallo (R), 69′ Risaliti (P), 90’+3 Cristiani (R), 90’+5 Mastrilli (P)
Viterbese Castrense-Pistoiese  1-1  23′ Razzitti (V), 83′ Ferrari (P)

Riposa: Olbia
La classifica dopo la 14/a giornata
Livorno*33
Robur Siena27
Pisa25
Olbia*23
Viterbese Castrense21
Monza20
Arzachena*20
Carrarese*20
Lucchese20
Piacenza*18
Arezzo*16
Pistoiese*16
Pontedera*15
Giana Erminio*14
Cuneo*13
Alessandria*12
Pro Piacenza*11
Prato*8
Gavorrano*7
* una partita in meno
Condividi
Classe 1993, alessandrino di nascita ma pugliese di origini. Appassionato di sport e aspirante telecronista. Ama pedalare e viaggiare e vorrebbe imparare più lingue.