La Dinamo Kiev espugna lo Stade de Suisse: 0-1 allo YB

A Berna, lo Young Boys, contro la Dinamo Kiev, subisce una brutta sconfitta in una partita importante in chiave qualificazione al prossimo turno di Europa League. Staccati, al calcio d’inizio, di 4 punti dagli ucraini, in testa al girone, gli elvetici erano scesi in campo a caccia dei tre punti, importante per avvicinare i rivali di stasera e tenere dietro il Partizan Belgrado, questa sera impegnato in casa contro gli albanesi dello Skanderbeu.

Buona la partenza dei padroni di casa, vicini al gol al 17′: purtroppo per gli svizzeri, il pallone, colpito di testa da Kasim, finisce sul palo. Il resto della prima frazione vede i gialloneri prevalere sul piano del possesso palla e delle conclusioni, ma senza riuscire a concretizzare la loro superiorità territoriale.

Ripresa coi bernesi ancora in avanti: al 52′ Sulejmani, pescato da un lancio in area, avrebbe il pallone buono per segnare: tuttavia la sua conclusione, imprecisa, si spegne sul fondo, oltre il palo di destra della porta avversaria. I padroni di casa spingono ma, al 70′, a passare sono gli ucraini: González smarca in area di rigore Buyalskyi il quale, con precisione, infila la sfera nell’angolino basso di destra della porta difesa da von Balmoos. Gli elvetici tentano di reagire, ma senza riuscire a creare pericoli concreti agli avversari, che, al termine dei 4′ di recupero concessi dall’arbitro, portano quindi via da Berna l’intera posta.

La contemporanea vittoria casalinga, per 2-0, del Partizan Belgrado con lo Skanderbeu relega, così, gli elvetici al terzo posto nel girone, con sole 3 lunghezze, contro le 5 dei serbi e le 10 degli ucraini, a questo punto già matematicamente qualificati ai sedicesimi di finale della competizione.

Condividi
Da bambino si innamorò del calcio vedendo giocare a San Siro Rivera e Prati. Milanese per nascita e necessità, sogna di vivere in Svezia, e nel frattempo sopporta una figlia tifosa del Bayern Monaco.