Vuelta a España 2017 – I tre “3” di Trentin

Immagine tratta dalla Pagina Ufficiale Facebook di Matteo Trentin

Trentatré trentini entrarono a Trentotutti e trentatré trotterellando. Chi non ha mai – almeno una volta nella vita – provato a recitare questo famoso scioglilingua? Ebbene, i tifosi e gli appassionati di ciclismo italiano lo stanno recitando spesso durante questa Vuelta a España 2017. La “colpa” è di Matteo Trentin, corridore trentino di Borgo Valsugana. L’atleta della Quick-Step Floors è l’autentico protagonista di questa corsa iberica. Ieri a Tomares, Trentin ha conquistato la terza vittoria in questa Vuelta dopo Tarragona e ElPozo. Terza vittoria. Uno dei tre “3” in questo momento associati a Trentin.

Il secondo “3” riguarda i tre modi diversi con cui il trentino della Quick-Step Floors si è aggiudicato le tre frazioni alla Vuelta. Volata di un gruppo ristretto a Tarragona, volata a due dopo una fuga da lontano a ElPozo e volatona di gruppo generale a Tomares. Con Trentin che ha avuto un treno per lanciargli la volata composto da vagoni “d’eccezione” come Terpstra, Jungels e Alaphilippe. Quando un corridore vince in più modi, significa semplicemente che sta letteralmente volando.

Musica per le orecchie di Davide Cassani, ct della Nazionale Italiana di ciclismo che avrà in Trentin una delle sue punte di diamante al Mondiale di Bergen (Norvegia) del prossimo 24 settembre. Un Mondiale che si terrà tra tre settimane. Ed eccolo il terzo “3” di Trentin. Riuscira Matteo a mantenere per tutto questo tempo lo stato di forma che sta attraversando? Auguriamocelo di cuore, perché dovesse essere così le possibilità di mettere la Maglia Iridata su uno dei sediolini dell’aereo che riporterà a casa l’Italbici dalla terra dei fiordi, aumenterebbero in maniera esponenziale.

Condividi
Nato a Salerno il 3 maggio 1986, laureato in Fisica, ex arbitro di calcio FIGC. “Sportofilo” a 360° con predilezione per calcio e ciclismo, è un acceso e convinto fantacalcista.