Copa Libertadores – Barcelona e Atlético Mineiro agli ottavi di finale, San Lorenzo e Deportes Iquique ora ci credono

Marco Iacobucci EPP / Shutterstock.com

GRUPPO 1 

Primi punti nel girone per i campioni in carica dell’Atlético Nacional, che, dopo tre sconfitte in altrettante partite, battono l’Estudiantes 4-1. A Medellín risultato in cassaforte già alla fine del primo tempo, con Uribe e Moreno che segnano i gol del 2-0 parziale. Entrambe le reti costruite dalla fascia destra, con Quiñones bravo a mettere in costante difficoltà Dubarbier. Nella ripresa il copione non cambia e subito al 47′ Ibargüen fa 3-0. L’autorete di Díaz al 67′ dà qualche speranza all’Estudiantes, ma due minuti più tardi Torres segna la rete del 4-1 che chiude definitivamente i conti. I colombiani raggiungono così proprio il Pincha in classifica e restano in corsa per il secondo posto. Decisiva sarà la sfida sul campo del Botafogo. Per l’Estudiantes, complice una deficitaria differenza reti, la situazione si fa complicatissima: verosimilmente la trasferta di Guayaquil e la partita in casa contro il Botafogo serviranno per centrare il terzo posto valido per andare in Copa Sudamericana.

Proprio i brasiliani infatti mandano in fumo l’opportunità di qualificarsi già agli ottavi di finale perdendo in casa contro il Barcelona. Grande impresa Rio de Janeiro della squadra di Guayaquil, brava a sorprendere gli avversari all’inizio. Al 7′ Ayoví approfitta della disorganizzazione difensiva del Botafogo per fare 1-0. I bianconeri non reagiscono e al 24′ incassano anche la seconda rete, con Alvez che sfrutta ancora l’imbarazzante difesa dei padroni di casa. Il Barcelona si qualifica così agli ottavi di finale con due giornate d’anticipo.

Atlético Nacional-Estudiantes  4-1  36′ Uribe (A), 45′ Moreno (A), 47′ Ibargüen (A), 67′ aut. F. Díaz (E), 69′ M. Torres (A)
Botafogo-Barcelona  0-2  7′ Ayoví, 24′ Alvez

CLASSIFICA: Barcelona 10, Botafogo 7, Atlético Nacional 3, Estudiantes 3

GRUPPO 2 

Il Santos batte l’Independiente Santa Fe 3-2 e ipoteca il passaggio del turno. Brasiliani in vantaggio due volte con Ricardo Oliveira e Vitor Bueno (bel diagonale rasoterra), ma ripresi prima da Arango e poi dall’acrobazia di Perlaza. La rete che fa esplodere i tifosi del Peixe la segna allora Veríssimo, che realizza il 3-2 con un colpo di testa su calcio d’angolo al 78′. Santos che resta così primo e avrà ora l’insidiosa trasferta in Bolivia contro il The Strongest prima di chiudere in casa ospitando lo Sporting Cristal. Colombiani che dovranno andare a vincere in Cile e fare poi il colpaccio nell’ultima partita in casa contro i boliviani.

Grande passo in avanti in ottica qualificazione anche del The Strongest, che batte 5-1 lo Sporting Cristal incrementando anche la differenza reti. La doppietta di Alonso e i gol di Chumacero, Martelli e Veizaga danno la larga vittoria ai gialloneri, che ora avranno la possibilità di salire al primo posto ospitando il Santos nel prossimo turno.

The Strongest-Sporting Cristal  5-1  19′ rig. Alonso (S), 31′ Chumacero (S), 34′ Alonso (S), 53′ aut. Bejarano (C), 62′ Martelli (S), 71′ Veizaga (S)
Santos-Independiente Santa Fe  3-2  4′ Ricardo Oliveira (S), 34′ Arango (I), 35′ Vitor Bueno (S), 40′ Perlaza (I), 78′ Lucas Verissimo (S)

CLASSIFICA: Santos 8, The Strongest 7, Independiente Santa Fe 4, Sporting Cristal 2

GRUPPO 3 

River Plate ed Emelec pareggiano 1-1 al Monumental e i Millonarios, imbottiti di riserve in vista del Super Clásico di domenica, grazie a questo punto si qualificano per gli ottavi di finale. Ospiti in vantaggio con Preciado al 60′; pareggio di Mora su calcio di rigore otto minuti più tardi. L’Emelec sale a quattro punti e si giocherà tutto nella sfida della prossima settimana a Medellín contro il DIM.

River Plate-Emelec  1-1  60′ Preciado (E), 68′ rig. Mora (R)
Melgar-Deportivo Independiente Medellín  1-2  70′ Herrera (M), 73′ Piedrahita (D), 75′ Quintero (D)

CLASSIFICA: River Plate 10, Deportivo Independiente Medellín 6, Emelec 4, Melgar 3

GRUPPO 4

Il San Lorenzo si presentava a Curitiba con una sola possibilità: vincere per non essere eliminato dalla lotta per la qualificazione. Il Ciclón gioca la sua miglior partita dell’anno, battendo 3-0 l’Atlético Paranaense e mette così il suo destino nelle proprie mani. In quella che era una sorta di “finale”, i rossoblù sbloccano il risultato nel primo tempo con Díaz, raddoppiando poi a metà ripresa con il colpo di testa in avvitamento di Blandi. L’Atlético Paranaense non reagisce e gli argentini hanno così chiuso in conti al 90′ con Botta. Il San Lorenzo raggiunge così a sette punti proprio gli avversari di giornata e dovrà ora battere il Flamengo nell’ultima giornata al Nuevo Gasómetro per raggiungere gli ottavi di finale. I brasiliani dovranno invece vincere in Cile contro l’Universidad Católica.

Cileni che restano ancora in corsa nonostante il ko subito a Rio de Janeiro contro il Flamengo. I rossoneri si prendono la testa del giorno imponendosi 3-1 con le reti, tutte nel secondo tempo, di Rodinei (bel tiro dal limite dell’area), Guerrero (rasoterra diagonale da vero attaccante d’area di rigore) e Trauco (in gol dopo una serie di rimpalli). A nulla vale per l’Universidad Católica il momentaneo pareggio trovato col colpo di testa in tuffo di Santiago Silva. Il Flamengo non può però rilassarsi: in Argentina troverà un clima infernale e dovrà uscire imbattuto dal Nuevo Gasómetro.

Atlético Paranaense-San Lorenzo  0-3  14′ P. Díaz, 68′ Blandi, 90′ Botta
Flamengo-Universidad Católica  3-1  51′ Rodinei (F), 67′ S. Silva (C), 73′ Guerrero (F), 86′ Trauco (F)

CLASSIFICA: Flamengo 9, San Lorenzo 7, Atlético Paranaense 7, Universidad Católica 5

GRUPPO 5 

L’Atlético Tucumán domina dal primo all’ultimo minuto la sfida contro il Peñarol, ma sblocca il risultato solo al 77′ dopo le grandi parate di Guruceaga. È il colpo di testa di Zampedri a far esplodere il Monumental, che fa festa anche tre minuti più tardi, quando González raddoppia deviando in rete un calcio d’angolo calciato da Barbona (pericolosissimo nell’esecuzione di questo fondamentale) e finito direttamente sul palo. A nulla vale il 2-1 di Rodríguez per il Peñarol, che a una giornata dalla fine della fase a giorni è già ufficialmente eliminato. L’Atlético Tucumán invece si giocherà tutto in casa del Palmeiras, sperando che gli uruguaiani vogliano onorare l’ultimo impegno davanti ai propri tifosi e non perdano contro il Jorge Wilstermann.

Ai boliviani infatti basterà non perdere a Montevideo per essere certi del passaggio del turno. Questo grazie alla grande vittoria ottenuta davanti ai propri tifosi a Cochabamba contro il Palmeiras. Primo tempo tutto a favore del Jorge Wilstermann, che si porta sul 2-0 con il colpo di testa Morales e con il tiro dalla distanza di Machado. Nel finale Guerra accorcia le distanza, ma al 69′ i boliviani ristabiliscono le distanza grazie al calcio di rigore trasformato da Cardozo. L’autorete di Cabezas rimette in corsa il Palmeiras, che però non riuscirà a pareggiare sprecando così l’opportunità di raggiungere gli ottavi di finale con un turno d’anticipo. Ora i brasiliani dovranno stare attenti a non perdere in casa contro l’Atlético Tucumán per non rischiare una clamorosa eliminazione.

Atlético Tucumán-Peñarol  2-1  77′ Zampedri (A); 80′ L. González (A), 84′ G. Rodríguez (P)
Jorge Wilstermann-Palmeiras  3-2  36′ Morales (J), 41′ Machado (J), 45′ Guerra (P), 69′ rig. Cardozo (J), 73′ aut. Cabezas (J)

CLASSIFICA: Palmeiras 10, Jorge Wilstermann 9, Atlético Tucumán 7, Peñarol 3

GRUPPO 6 

L’Atlético Mineiro chiude il discorso qualificazione e raggiunge il Godoy Cruz agli ottavi di finale (nell’ultimo turno si giocheranno il primo posto a Belo Horizonte). 5-1 senza ammissione di repliche il risultato con cui i bianconeri demoliscono lo Sport Boys in Bolivia. In appena diciassette minuti Cazares e Rafael Moura indirizzano già la partita sul 2-0, prima che Castillo accorci le distanze nel finale del primo tempo su calcio di rigore. Nella ripresa però riprende lo show dell’Atlético Mineiro, con Elias, Otero e ancora Cazares (i tre migliori in campo) in rete per il 5-1 finale del Galo.

Nessuno all’inizio del torneo avrebbe detto che il Godoy Cruz sarebbe stata la prima squadra argentina a qualificarsi per gli ottavi di finale. E invece i ragazzi allena da Lucas Bernardi hanno sorpreso tutti prendendosi il passaggio del turno addirittura con un turno d’anticipo sulla fine della fase a gironi. Bastava un pareggio al Tomba contro il Libertad e pareggio è stato a Mendoza. Paraguaiani avanti al 24′ con il colpo di testa di Santacruz, ma ripresi al 40′ da Garro, messo davanti alla porta da González. Nel finale Rey, tra i migliori portieri della competizione finora, salva il risultato e la gente del Godoy Cruz può così festeggiare la prima storica qualificazione agli ottavi di finale. Pareggiando a Belo Horizonte gli argentini conserverebbero anche il primo posto nel girone. Libertad aritmeticamente eliminato.

Godoy Cruz-Libertad  1-1  24′ Santacruz (L), 40′ Garro (G)
Sporty Boys-Atlético Mineiro  1-5  11′ Cazares (A), 17′ Rafael Moura (A), 42′ rig. Castillo (S), 61′ Elias (A), 63′ Otero (A), 89′ Cazares (A)

CLASSIFICA: Godoy Cruz 11, Atlético Mineiro 10, Libertad 5, Sport Boys 1

GRUPPO 7 (17-18 maggio)

Zulia-Nacional
Lanús-Chapecoense

CLASSIFICA: Lanús 7, Nacional 7, Chapecoense 4, Zulia 4

GRUPPO 8 

Come successo nel Gruppo 4 con il San Lorenzo, anche qua abbiamo una squadra in grande rimonta dopo aver chiuso le prime due giornate con zero punti. Stiamo parlando del Deportes Iquique, che batte 2-1 la capolista Grêmio conquistando così la sua terza vittoria consecutiva. Inizio favorevole però ai brasiliani, che prima colpiscono un palo con Barrios e poi passano in vantaggio sempre con l’attaccante paraguaiano al 20′. Passano però solo quattro minuti e per un fallo di Ramiro in area il Deportes Iquique ottiene un calcio di rigore. Dal dischetto Bielkiewicz non fallisce e fa 1-1. Il gol vittoria per i cileni lo segna al 49′ Torres con un chirurgico calcio di punizione a giro. Il Tricolor va vicino al pareggio con Luan, ma il risultato non cambia. Per il Grêmio cambia comunque poco dovendo ospitare lo Zamora nell’ultimo turno, mentre il Deportes Iquique si giocherà tutto nella sfida dentro-fuori in Paraguay contro il Guaraní. Situazione impensabile fino al 92′ della scorsa giornata, quando i cileni stavano perdendo 3-2 in casa contro lo Zamora prima di ribaltare il risultato nel recupero.

Il Guaraní però non accusa la pressione dei cileni e batte 3-1 lo Zamora in Venezuela riprendessi il secondo posto lasciato per una notte. I paraguaiani annichiliscono gli avversari, forse ancora scossi dall’incredibile rimonta subita la scorsa settimana, segnando due reti nei primi venti minuti con García e Palau. Sosa riapre la partita nel finale del primo tempo, ma ancora García rimette due reti di distanza tra le due squadre al 52′. Guaraní che avrà così a disposizione due risultati su tre nell’ultima partita in casa contro il Deportes Iquique. Zamora che resta invece l’unica squadra di tutta la coppa ancora a zero punti.

Zamora-Guaraní  1-3  15′ García (G), 20′ Palau (G), 41′ Sosa (Z), 52′ García (G)
Deportes Iquique-Grêmio  2-1  20′ Barrios (G), 24′ rig. Bielkiewicz (I), 49′ D. Torres (I)

CLASSIFICA: Grêmio 10, Guaraní 10, Deportes Iquique 9, Zamora 0

Condividi
Nato a Genova, dove vive attualmente. Ama molti sport tra cui basket, calcio, football americano e tennis. Segue il calcio italiano, europeo e sudamericano, con una forte passione per il campionato argentino.