Qualificazioni Mondiali 2018 – Crollo argentino in Bolivia, Brasile già in Russia, vincono Colombia e Cile

CP DC Press / Shutterstock.com

Partiamo dalla prima squadra qualificata per i Mondiali del 2018 in Russia. Stiamo parlando del Brasile, che a fine marzo stacca già il pass con quattro giornate d’anticipo sulla fine del girone sudamericano. Il facile successo per 3-0 sul Paraguay all’Arena Cortinhians e le contemporanee sconfitte di Uruguay e Argentina consentono ai verdeoro di festeggiare la qualificazione. Il dominio brasiliano è totale sui malcapitati ospiti e al 34′ Coutinho apre la samba con un rasoterra dal limite dell’area dopo un uno-due ricevuto col tacco da Paulinho. Al 53′ Neymar si fa parare un calcio di rigore da Silva, ma si riscatta undici minuti dopo segnando il secondo gol con una grande azione personale. Stupendo anche il definitivo 3-0 realizzato da Marcelo, anche lui servito di tacco da Paulinho dopo il passaggio filtrante di Coutinho. Questo Brasile è uno spettacolo e gran parte del merito va sicuramente dato a Tite, capace di rivitalizzare una squadra allo sbando facendole vincere otto partite consecutive. Su tutti spiccano gli esempi di Paulinho e Renato Augusto, finiti nel dimenticatoio in Cina e ora diventati perni fondamentali del centrocampo insieme a Casemiro. Oltre ai successi ora c’è però anche il gioco, con i verdeoro che si divertono e fanno divertire.

Senza lo squalificato Messi, l’Argentina capitola in Bolivia e scivola al quinto posto. L’Albiceleste aveva iniziato bene a La Paz, fallendo però tre nitide occasioni per passare in vantaggio. Ed è proprio nel miglior momento degli argentini che la Bolivia segna l’1-0 grazie al colpo di testa di Arce in anticipo su un non irresistibile Romero. Al 52′ arriva poi il raddoppio degli andini, con Martins che sfrutta il pessimo posizionamento della difesa ospite per indirizzare l’incontro. L’Argentina viene così scavalcata in un sol colpo da Colombia e Cile e al momento giocherebbe lo spareggio contro una squadra dell’Oceania per qualificarsi ai Mondiali. La vittoria casalinga contro la Roja di giovedì scorso è già un lontano ricordo e ora il prossimo turno a Montevideo contro l’Uruguay ad agosto sarà decisivo visto il calendario (Cile in casa contro il Paraguay e Colombia in Venezuela).

Chi non se la passa molto meglio è proprio la Celeste, che in Perù subisce la sua terza sconfitta consecutiva. L’Uruguay era passato in vantaggio, come contro il Brasile, grazie alla rete di Carlos Sánchez al 30′, ma già quattro minuti dopo ha dovuto subire il pareggio del “solito” Guerrero, come sempre letale nell’uno contro uno con i difensori in area di rigore. Il gol decisivo lo segna poi Flores con un bel destro da dentro l’area. Per i biancorossi il quinto posto resta comunque lontano, mentre l’Uruguay, che prima di queste due giornate sembrava essere abbastanza sicuro di un posto in Russia, vede ora complicarsi il tutto: è rimasto un solo punto di vantaggio infatti sul quinto posto dell’Argentina.

Diametralmente opposto invece il momento della Colombia, che conquista sei punti sui sei in palio questa settimana e chiude la quattordicesima giornata da sola al secondo posto. Il calendario era favorevole ai Cafeteros, che hanno saputo approfittarne alla grande battendo prima 1-0 la Bolivia e ora 2-0 l’Ecuador. Fantastico il primo gol colombiano, con azione iniziata da un geniale colpo di tacco di Cuadrado, continuata da Sánchez e Borja e finalizzata da James Rodríguez. Il raddoppio porta la firma di Cuadrado, ben servito dal numero dieci dopo un magnifico pallonetto di Cardona.

Successo importante anche del Cile, che col 3-1 al Venezuela si riscatta dopo la polemica sconfitta di Buenos Aires ritornando al quarto posto (a pari punti con l’Uruguay). Partita archiviata dopo sette minuti, quando la Roja è già sul 2-0 con i gol di Alexis Sánchez (calcio di punizione perfetto sotto l’incrocio dei pali) e Paredes (servito da Aránguiz dopo una geniale intuizione di Sánchez). La terza rete è ancora di Paredes, attaccante del Colo Colo di casa al Monumental di Santiago dove si giocava la partita. Vale solo per il tabellino la rete della bandiera di Rondón, col Venezuela sempre più ultimo in classifica.

RISULTATI 14/A GIORNATA

Bolivia-Argentina  2-0  31′ Arce, 52′ Martins
Ecuador-Colombia  0-2  20′ J. Rodríguez, 34′ Cuadrado
Cile-Venezuela  3-1  5′ A. Sánchez (C), 7′, 22′ Paredes (C), 63′ Rondón (V)
Brasile-Paraguay  3-0  34′ Coutinho, 64′ Neymar, 80′ Marcelo
Perù-Uruguay  2-1  30′ C. Sánchez (U), 34′ Guerrero (P), 62′ Flores (P)

CLASSIFICABrasile 33, Colombia 24, Uruguay 23, Cile 23, Argentina 22, Ecuador 20, Paraguay 18, Perù 18, Bolivia 10, Venezuela 6.

In corsivo le squadre qualificate.

15/A GIORNATA (31 AGOSTO)

Cile-Paraguay
Brasile-Ecuador
Venezuela-Colombia
Perù-Bolivia
Uruguay-Argentina

Condividi
Nato a Genova, dove vive attualmente. Ama molti sport tra cui basket, calcio, football americano e tennis. Segue il calcio italiano, europeo e sudamericano, con una forte passione per il campionato argentino.