Lega Pro Girone B – Il riepilogo della 30/a giornata

Copyright MondoSportivo.it / Francesco Davide Scafà

Giornata avara di emozioni la trentesima nel girone B di Lega Pro: al netto del clamoroso 6-0 rifilato dal Teramo al Gubbio, sono solamente quattordici reti messe a referto nelle altre nove gare disputate, in un turno contraddistinto da ben cinque affermazioni esterne.

Partendo dalla fine, clamoroso l’epilogo di Bassano Virtus-Venezia: in vantaggio per il gol in apertura di Modolo, i lagunari di Inzaghi subiscono il pari  all’86’ per un autorete proprio dello stesso Modolo, ma trovano al 94′ l’acuto vincente con Falzerano, che scrive il 2-1 finale in favore della capolista che espugnando Bassano trova il settimo successo consecutivo in Campionato. Il Parma non accorcia e subisce contro il Fano (al terzo successo consecutivo) un sorprendente k.o. interno al Tardini, vìolato 1-0 dagli ospiti. Prima sconfitta dell’era D’Aversa per gli emiliani, affondati da un penalty di Fioretti alla mezz’ora: poco brillanti, ma in possesso del pallino del gioco, i padroni di casa sciupano un paio di ottime occasioni, e in virtù della sconfitta patita in questo finesettimana vedono complicarsi di molto i piani di promozione diretta. Del passo falso del Parma approfitta il Padova, che espugna Modena con un gol di Leonidas al 21′ e si appropria della seconda piazza.

Alle spalle del Parma vince il Pordenone, che senza troppi problemi espugna 2-0 il Del Conero di Ancona grazie alle reti messe a segno nel primo tempo da Semenzato e Padovan, costringendo i padroni di casa ultimi in classifica alla quarta sconfitta consecutiva in Campionato, la prima della gestione De Patre dopo la separazione da Pagliari consumatasi in settimana. La Reggiana quinta in classifica non va oltre lo 0-0 al Mapei contro il Mantova; la seconda porzione di zona play-off vede vincere solamente l’Albinoleffe, che si impone 1-0 in casa del Südtirol con un calcio di rigore trasformato da Loviso al 94′, mentre le reti di Cori e Jadid permettono al Santarcangelo di piegare 2-0 il Forlì portandosi a stretto contatto con la zona play-off.

Finisce 1-1 lo scontro diretto in zona play-off tra Feralpi Salò e Sambenedettese, mentre il Gubbio registra un clamoroso 0-6 sul campo del Teramo, ultimo in classifica fino alla scorsa settimana: il successo degli abruzzesi, come già testimoniato dal risultato, è inappellabile per gli umbri, condannati dai gol di Caidi (doppietta), Sansovini (che fallisce anche un rigore), Di Paolantonio, Speranza e l’autorete di Marini. A chiudere il quadro dei risultati è il pari strappato dalla Maceratese, tranquilla a metà classifica, sul campo del Lumezzane, con Quadri a siglare dal dischetto al 94′ il gol del pari in risposta al vantaggio dei locali siglato da Tagliani.

Lega Pro Girone B, 30/a giornata
Domenica 18 e lunedì 19 marzo 2017
Ancona-Pordenone  0-2  35′ Semenzato, 41′ Padovan
Bassano Virtus Venezia  1-2  7′ Modolo (P), 86′ aut. Modolo (P), 90’+4 Falzerano (P)
Feralpisalò-Sambenedettese  1-1  18′ Tagliani (F), 90’+4 rig. Quadri (S)
Lumezzane-Maceratese  1-1  69′ rig. Guerra (L), 78′ rig. Mancuso (M)
Modena-Padova  0-1  21′ Leonidas
Parma-Fano  0-1  30′ rig. Fioretti
Reggiana-Mantova  0-0
Santarcangelo-Forlì  2-0  40′ Cori, 74′ Jadid
Südtirol-AlbinoLeffe  0-1 90’+4 rig. Loviso
Teramo-Gubbio  6-0  13′ Caidi, 26′ rig. Sansovini, 32′ Caidi, 52′ Di Paolantonio, 63′ Speranza, 82′ aut. Marini

La classifica dopo la 30/a giornata
Venezia67
Padova59
Parma57
Pordenone54
Reggiana52
Gubbio47
Sambenedettese45
Albinoleffe43
Feralpisalò42
Bassano Virtus40
Santarcangelo39
Maceratese37
Südtirol32
Mantova31
Forlì30
Modena29
Fano29
Lumezzane28
Teramo27
Ancona24
Penalizzazioni: Maceratese -2* una partita in meno
Condividi
Nato a Roma nel 1989, si avvicina al calcio grazie all’arte sciorinata sui campi da Zidane. Nostalgico del “calcio di una volta”, non ama il tiki-taka, i corner corti e il portiere-libero.