ChievoVerona-Napoli: precedenti, statistiche e curiosità

Vlad1988 / Shutterstock.com

Si rinnova una delle sfide più divertenti della recente storia della Serie A. Chievo-Napoli ha sempre offerto tanti gol e risultati inattesi, anche se negli ultimi anni gli azzurri sembrano aver trovato il giusto modo di scardinare il Bentegodi. I partenopei per continuare una striscia positiva di lunga data e ritrovare il feeling con la vittoria dopo il 3-1 del Bernabéu, il ChievoVerona semplicemente per tradizione.

I PRECEDENTI – Il Chievo è stato più volte la bestia nera degli azzurri, una tradizione iniziata con la Serie A, quando il primo incontro assoluto in massima serie vide i gialloblù imporsi per 2-1 al Bentegodi. Era il 18 gennaio 2009 e il gol del Pocho Lavezzi poté solo intervallare i due rigori messi a segno dal centrocampista Michele Marcolini. La prima sfida assoluta, però, risale alla stagione 1998/1999, in Serie B: finì 2-0 per i partenopei, grazie alle reti di Turrini e Scapolo. Bentegodi fatale, tornando al recente passato, nel periodo compreso tra il febbraio 2011 e il marzo 2013, con 3 partite giocate a Verona e 3 sconfitte per gli azzurri; la più celebre è sicuramente la prima, quella del 2 febbraio. I gialloblù avevano già strappato i tre punti all’andata e decisero di fare bottino pieno con gli azzurri, un gol per tempo e 2-0, Moscardelli prima e Gennaro Sardo poi. Da lì, però, nessun’altra vittoria interna contro i partenopei, come se la tradizione di un Chievo anti-Napoli fosse svanita. Solo una vittoria al San Paolo, ma è storia che non ci riguarda direttamente. Al Bentegodi gli azzurri non perdono da 4 stagioni, una scia di 4 risultati utili consecutivi, fra cui, il più spettacolare, è senza dubbio il 4-2 del 31 agosto 2013: ospiti in vantaggio grazie al destro chirurgico di Hamšík e pareggio firmato da Alberto Paloschi. Secondo vantaggio azzurro con Callejón, ma nuovo pareggio ancora di Paloschi. Poi l’abbrivio partenopeo che porta alla vittoria è firmato nuovamente da Hamšík e chiuso da Gonzalo Higuaín, alla sua prima rete in Serie A

LE STATISTICHE – Il Napoli ha giocato 11 volte a Verona contro il Chievo, 2 volte in B e 9 volte in A (con quella di domenica che è la decima). Lo score parla di una gara storicamente equilibrata, con i 2 incontri in cadetteria vinti dal Napoli e, riguardo ai 9 in massima serie, 4 vittorie clivensi, 4 vittorie degli ospiti e 1 solo pareggio. Il tutto inizia però a pendere nettamente a favore dei partenopei se andiamo ad aggiungere anche le gare del San Paolo: in questo caso si passa a 13 trionfi complessivi del Napoli, 6 del Chievo e 3 pareggi, per un totale di 22 incontri dispuntati. Dato interessante è quello dei gol segnati, tanti, veramente tanti. Su 11 partite al Bentegodi ben 26 reti messe a segno, ben 52 nelle 22 totali. Per Maurizio Sarri si tratta della quinta sfida al Chievo: 3 vittorie, 1 sconfitta e 1 pareggio i suoi precedenti. Molto più lungo, ma anche molto più buio, il curriculum di Rolando Maran contro i partenopei; fra Serie C1, B e A, infatti, il tecnico gialloblù ha collezionato 3 pareggi, 8 sconfitte e nemmeno una vittoria.

Domenica sarà una gara complicata per entrambe, ma alla fine dovrebbe spuntarla il Napoli. Troppo importanti queste gare fra l’andata e il ritorno con il Real Madrid, per il morale, l’abitudine al gol e alla vittoria soprattutto. Sarà il definitivo sorpasso in vittorie al Bentegodi: ChievoVerona-Napoli 2.

Condividi
Nasce nel 1987 a Udine, gioca a calcio da quando ha 6 anni. Laureato in Relazioni Pubbliche e Comunicazione Integrata per le Imprese e le Organizzazioni.