Fantacalcio Serie A 2016/17: i consigli per la 22/a giornata

Fare la formazione prima del primo anticipo di Serie A è uno dei riti sacri per il fantacalcista. Quello è il momento dei dubbi, delle certezze, delle scelte. Mettere tizio in campo e lasciare caio in panchina può rivelarsi la scelta azzeccata o una mossa scellerata. E ci sono tante varianti da tener conto: intanto, bisogna sapere chi è destinato a saltare il turno di campionato (squalificati, infortunati e non convocati), per i restanti, occorre valutare come hanno vissuto la settimana di allenamenti e gli incroci che regala loro il calendario. Poi è un mix di fantasia, intuito, coraggio e una buona dose di fondoschiena. Ma la fortuna va aiutata e per questo, con umiltà, vi lasciamo qualche consiglio su chi schierare e chi no, consapevoli che, inevitabilmente, accadrà di essere smentiti dai fatti. Ma questo, d’altronde, è il bello del Fantacalcio!

POLLICE SU – La ventiduesima giornata di campionato verrà disputata interamente tra sabato e domenica. Si inizia domani con due anticipi: Lazio-Chievo alle 18 e Inter-Pescara alle 20:45. Il sipario cala domenica alle 20:45 col posticipo Napoli-Palermo.
In quanto alla top 11, diamo spazio fra i pali alla sicurezza Pepe Reina, impegnato al San Paolo contro un Palermo che difficilmente potrà dar fastidio alla truppa di Sarri. In difesa, la nostra scelta ricade su Isla (al Sant’Elia contro il Bologna potrebbe giocare avanzato), Ferrari (il ragazzo ha dimostrato di avere un certo feeling col gol e in casa contro l’Empoli reclama spazio) e Ghoulam (con Strinić probabilmente ai box, l’algerino ha subito l’occasione per riscattare una Coppa d’Africa assai deludente). In mezzo al campo, gli astri del fantacalcio ci consigliano Fofana (l’Udinese ha sempre dato fastidio al Milan e il ragazzo sa come inserirsi e sfruttare gli spazi che inevitabilmente i rossoneri concederanno), Milinković-Savić (gara interna contro il Chievo, il gigante serbo quando è in forma fa paura), Strootman (metronomo imprescindibile del centrocampo di una Roma in piena corsa scudetto) e Candreva (impossibile non schierarlo contro il Pescara). Davanti un tridente anomalo: Iago Falque (da un po’ a secco, ma con Ljajić in calo, potrebbe essere lui a scardinare la difesa atalantina), Djordjević (sostituirà lo squalificato Immobile: per il serbo una grande occasione che non va sprecata) e Pavoletti (chissà che Sarri non gli regali una maglia da titolare. A ogni modo, contro il Palermo val la pena schierarlo e sperare, se non altro, in un gol da subentrante).

POLLICE GIÙ – Prima di svelarvi il nostro undici sconsigliato, come sempre, diamo un’occhiata ai sicuri assenti, a cominciare dai 13 squalificati: Immobile, Cesar, Meggiorini, Ansaldi, Caprari, Barella, João Pedro, Džemaili, Pasqual, A. Tello, Cataldi, Pereira e Gazzi. Oltre a loro, salteranno la 22/a giornata gli infortunati recenti Castro, Bovo, Brugman, Gilardino, Zappacosta, Faragò, Laurini, Saponara, Gonzalo Rodríguez, Luca Rigoni, Lemina, Diamanti e Silva. Infine, solita sfilza di calciatori in dubbio: Kishna, Frey, Murillo, Padoin, Farias, Bahebeck, Lirola, Marchisio, Kums, De Sciglio, Tonelli, Chiricheș e Strinić.
Vi diamo, come al solito, undici nomi su cui non fare troppo affidamento: il primo della lista è il portiere dell’Atalanta Berisha. Ci attendiamo un Toro inferocito dopo la sconfitta di Bologna, per l’Atalanta non sarà una passeggiata. Difesa a tre con Fornasier (il Pescara è in piena emergenza e si appresta a giocare a San Siro contro un’Inter in serie positiva), Muñoz (a Firenze si prospetta battaglia… e cartellini) e González (ormai è un’abitudine: fuori i difensori rosanero, specialmente quando giocano al San Paolo). Il centrocampo degli sconsigliati è composto da Benali (con Caprari squalificato e Gilardino infortunato, spetterà al libico inventare in quel di San Siro. Praticamente sarà come predicare nel deserto), Hiljemark (appena arrivato in Liguria, per lo svedese subito una maglia da titolare nella trasferta del Franchi. Impatto pesante per uno che non viene certo da un grande momento, anche a livello mentale), Kessié (di rientro dopo una Coppa d’Africa da dimenticare, prima di dargli fiducia, verificatene la tenuta fisica e psicologica) e Chochev (quasi certamente sarà lui il sostituto dello squalificato Gazzi. Ma di fronte si troverà Hamšík e compagni). Infine, un attacco che non promette certo scintille: Pucciarelli (peggiore stagione per lui da quando mastica la Serie A), Muriel (non segna dallo scorso 20 novembre e di fronte avrà la difesa giallorossa) e Bahebeck (il francese è fra i convocati, ma si è allenato a singhiozzo per via di un attacco influenzale. All’andata segnò, stavolta non ci sarà trippa per gatti).

Condividi
Sardo di origini sicule, ama il calcio dalle “notti magiche” di Italia ’90. È laureato in Lingue con una tesi sulla lingua del calcio. Pubblicista, ha collaborato col periodico Vulcano e la tv sarda Videolina.