La Fiorentina vince all’ultimo respiro: contro il Chievo decide Bernardeschi dal dischetto

copyright Mondosportivo.it / Stefano Pantano

Alla Fiorentina basta un rigore di Bernardeschi all’ultimo secondo di gara per superare il ChievoVerona e conquistare la qualificazione ai quarti di Coppa Italia, dove incontrerà il Napoli. Le squadre terminano la gara entrambe in 10 uomini per le espulsioni prima di Radovanović e poi di Zárate.

Nonostante un inizio di gara piuttosto frizzante, il primo tempo di Fiorentina-ChievoVerona non regala grandi emozioni: le due squadre provano a darsi fastidio, ma le difese (soprattutto quella degli ospiti) riescono a chiudersi con attenzione, limitando al massimo le occasioni avversarie. Al terzo minuto di recupero, però, i gialloblù si ritrovano improvvisamente in dieci uomini a causa dell’espulsione di Radovanović, ingenuo a stendere Tomović e a guadagnarsi così il secondo giallo della sua gara. Proprio dal calcio di punizione seguente i viola sfiorano subito il vantaggio, ma il gran tiro di Bernardeschi sbatte contro l’incrocio dei pali.

Nella ripresa, la squadra di Sousa assume il controllo totale della gara, senza però riuscire ad approfittare dell’uomo in più: l’occasione più clamorosa capita sui piedi di Kalinić che, servito da Chiesa a pochi passi dalla porta, calcia clamorosamente alto. Ma a 20′ dalla fine, anche la Fiorentina resta in 10 uomini per l’espulsione per un brutto fallo da dietro di Zárate su Bastien e la squadra di Maran ritrova coraggio, tornando a spingere in avanti. Ma quando la partita sembra ormai destinata ai supplementari, arriva l’episodio che decide la sfida: al 93′, Gobbi trattiene Bernardeschi in area, facendo cadere a terra il talentuoso numero 10 viola e Celi assegna il calcio di rigore per i padroni di casa. Proprio Bernardeschi si presenta dagli undici metri e batte Sorrentino, regalando così alla sua squadra la vittoria e la qualificazione ai quarti di finale di Coppa Italia.

FIORENTINA-CHIEVOVERONA  1-0  (0-0)

Fiorentina (4-2-3-1): Tătărușanu; Tomović, Sánchez, De Maio, Olivera (79′ Iličič); Vecino, Badelj (78′ Cristóforo); Chiesa (90′ Borja Valero), Zárate, Bernardeschi; Kalinić. A disp.: Lezzerini, Satalino, Salcedo, Diks, Milić, Hagi, Tello, Toledo, Babacar. All.: Sousa
ChievoVerona (4-3-1-2): Sorrentino; Izco, Spolli, Cesar, Gobbi; Castro (83′ Birsa), Radovanović, Bastien; de Guzmán; Floro Flores (46′ Gamberini); Inglese (79′ Meggiorini). A disp.: Bressan, Confente, Dainelli, Frey, Costa, De Paoli, Kiyine, Pellissier, Vignato. All.: Maran
Arbitro: Celi della sez. di Bari
Marcatori: 90’+3′ Rig. Bernardeschi
Note – Ammoniti: Tomović, Vecino, Badelj, Kalinić (F); Castro, Gobbi, Sorrentino (C). Espulsioni: al 45’+3′ Radovanović (C) per somma di ammonizioni; al 71′ Zárate (F) per grave fallo di gioco.

;

Condividi
Nato a Monza nel '95, ha tre grandi passioni: Mark Knopfler, la letteratura e il calcio inglese. Sogna di diventare giornalista d'inchiesta, andando a studiare il complesso rapporto tra calcio e politica.