Tutto facile per la Juventus, Higuaín e Dybala stendono il Bologna 3-0

cristiano barni / Shutterstock.com

La Juve risponde prontamente alle inseguitrici, tutte vittoriose, e centra il 26° successo casalingo consecutivo contro il Bologna nella 19/a giornata e ultima del girone di andata del campionato di Serie A. Allegri schiera Dybala a fianco di Pjanić e alle spalle di Higuaín e conquista i primi tre punti in palio del 2017; a risolvere l’incontro, due squilli del “Pipita” e il rigore trasformato proprio dall’altro argentino. Per il Bologna si tratta della quarta sconfitta consecutiva sul campo della Vecchia Signora e dell’ottava in questo campionato.

Dopo il doveroso e sentito omaggio in memoria di Ezio Pascutti e solo dopo pochi minuti di gioco, la Juventus sblocca il risultato: passaggio filtrante di Pjanić per Higuaín, il quale calcia di destro al volo anticipando Oikonomou; Mirante tocca, ma non impedisce il gol. Juventus-Bologna 1-0. I felsinei rispondono con lunghe e pregevoli azioni manovrate che mettono in apprensione la retroguardia bianconera in più occasioni, ma senza creare veri e propri pericoli per Neto. Dietro, i padroni di casa dimostrano la consueta compatezza e riescono a trovare il raddoppio su rigore a pochi minuti dal termine della frazione: Oikonomou stende Sturaro in area e Dybala dal dischetto non perdona; Juventus-Bologna 2-0 e tutti nello spogliatoio.

Anche nella ripresa la squadra di Allegri mantiene prevalentemente il pallino del gioco e chiude virtualmente la gara al 55′: combinazione sull’asse Khedira-Lichtsteiner e sul traversone Higuaín, di testa e indisturbato, non fallisce; Juventus-Bologna 3-0. A questo punto, la partita si spegne e i bianconeri controllano agevolmente fino al fischio finale dell’arbitro: 3-0 e i punti di vantaggio sulla Roma diventano di nuovo quattro grazie al gol di Paulo Dybala e alla quarta doppietta in campionato di Higuaín.

JUVENTUS-BOLOGNA 3-0 (2-0)

Juventus (4-3-2-1): Neto 6.5; Lichtsteiner 6, Barzagli 6.5, Chiellini 6.5, Asamoah 6.5; Khedira 6 (81′ Rincón sv), Marchisio 6.5, Sturaro 6.5; Pjanić 6.5 (70′ Cuadrado sv), Dybala 6; Higuaín 7 (73′ Mandžukić sv). A disp.: Audero, Del Favero, Semprini, Rugani, Hernanes, Pjaca. All.: Allegri 7.
Bologna (4-3-3): Mirante 5.5; Torosidis 5, Oikonomou 5, Maietta 5.5, Masina 5.5; Donsah 5, Viviani 6, Džemaili 5.5 (71′ Pulgar 5.5); Krejčí 5 (71′ Rizzo 5), Destro 5, Di Francesco 6 (88′ Mounier sv). A disp.: da Costa, Ferrari, Gastaldello, Mbaye, Krafth, Helander, Nagy, Floccari, Okwonkwo. All.: Donadoni 5.5.
Arbitro: Mariani di Aprilia.
Marcatori: 7′ Higuaín, 41′ rig. Dybala, 55′ Higuaín.
Note – Ammoniti: Lichtsteiner (J); Torosidis, Di Francesco (B).

Condividi
Appassionato di storia, letteratura, calcio e mediani: quegli “omini invisibili” che rendono imbattibile una squadra. Il numero 8 come fisolofia di vita: grinta, equilibrio, altruismo e licenza del gol.