Real Madrid in finale senza problemi, messicani battuti 2-0. Decidono Benzema e Ronaldo

Il Real Madrid batte 2-0 il Club América e raggiunge i giapponesi del Kasima Antlers in finale del Mondiale per Club tra Club. Partita poco brillante da parte degli spagnoli, ma comunque efficace per centrare l’obiettivo: decidono le reti di Benzema alla fine del primo tempo e di Ronaldo nei minuti di recupero dell’incontro.

Primo tempo dai ritmi non sostenutissimi, ma comunque divertente e piacevole: il Real Madrid domina e attacca e, pur provandoci con Cristiano Ronaldo in più occasioni, non riesce a trovare il gol. I messicani, di contro, si chiudono a riccio e non rinunciano a tentare qualche sortita in avanti in contropiede: ci prova da Silva al 37′ e mette in difficoltà Navas. L’equilibrio si spezza nel secondo dei due minuti di recupero: passaggio in profondità di Kroos per Benzema, il quale insacca con un esterno destro a mezza altezza da sinistra a destra: Club América-Real Madrid 0-1 e tutti nello spogliatoio.

Nella ripresa il canovaccio non cambia: il Club América appare più preoccupato di non subire altri gol e fa fatica a imbastire manovre offensive degne di nota, se non su calcio piazzato. Gli spagnoli, dal canto loro, mantengono il pallino del gioco e sfiorano il raddoppio con Ronaldo, Modrić e Morata. In generale, le occasioni da rete latitano le emozioni sono davvero poche: comunque, nel finale arriva il raddoppio e c’è gloria anche per Ronaldo. Il gol viene inizialmente annullato e poi convalidato; Club América-Real Madrid 2-0. A questo punto, l’arbitro paraguyano Cáceres decreta la fine dell’incontro e sancisce l’approdo nella finale del Mondiale per Club del Real Madrid.

CLUB AMÉRICA-REAL MADRID 0-2 (0-1)

Club América (5-3-2): Muñoz 6; Valdez 6, Alvarado (54′ Guerrero 6), Goltz 6.5, P. Aguilar 6, Samudio 5.5; Sambueza 6, da Silva 6, Peralta 5; Ibarra 5 (62′ Quintero 5.5), Romero 5 (70′ Arroyo 5). A disp.: González, Burón, Pimentel, Güemez, Martínez, León, Mares, Álvarez. All.: La Volpe 5.
Real Madrid (4-3-3): Navas 6.5; Carvajal 5.5, Varane 6, Nacho 6, Marcelo 6; Kroos 6.5 (72′ J. Rodríguez sv), Casemiro 6, Modrić 6.5; L. Vázquez 5, Benzema 6.5 (79′ Morata sv), C. Ronaldo 6.5A disp.: Pepe, Ramos, Kiko Casilla, Fábio Coentrão, Kovačić, Marco Asensio, Isco, Díaz, Danilo, Rubén Yáñez. All.: Zidane 6.
Arbitro: Cáceres (Paraguay).
Marcatori: 45’+2 Benzema, 90’+5 Ronaldo.
Note – Ammoniti: Sambueza (CA), Nacho (RM).

Condividi
Giornalista, appassionato di storia, letteratura, calcio e mediani: quegli “omini invisibili” che rendono imbattibile una squadra. Il numero 8 come fisolofia di vita: grinta, equilibrio, altruismo e licenza del gol.