Vicenza, tre punti d’oro: 3-1 alla Pro Vercelli, continua la corsa salvezza

La vittoria della speranza vicentina, la sconfitta della quasi definitiva resa piemontese: il Vicenza supera tre a uno la Pro Vercelli e continua a correre verso la salvezza, l’undici di Dal Canto è cinico e fa male, schierato con un tridente agguerrito, composto da Giacomelli e Malonga a ispirare l’incisività di Bojinov. Confermato Iemmello accanto a Eusepi negli ospiti, Sini sostituisce lo squalificato Borghese, Scavone si piazza sulla trequarti, e l’impressione è che la Pro abbia quella grinta utile a mettere alle corde i padroni di casa.

Impressione che dopo 13 minuti viene piuttosto smentita, a causa del gol che sblocca la gara: Ciaramitaro alza la testa e vede Bojinov, il bulgaro si coordina, salta, colpisce, e insacca: quarto centro in maglia biancorossa per l’ex Lecce, Vicenza in vantaggio e Menti che esulta; Pro Vercelli colpita a freddo, e con una partita, adesso, da giocare decisamente in salita.

Reazione, quella dei ragazzi di Braghin, a questo punto doverosa, ma che tarda ad arrivare; il Vicenza si chiude, non concede spazi, concede solo tiri – inefficaci – dalla distanza, e tiene bene a bada Iemmello, l’unico negli ospiti che riesce a creare qualche problema con i suoi continui inserimenti.

Nella ripresa, l’undici di casa chiude i giochi; inizialmente, contenendo la foga avversaria – tanta, sì, ma sempre inconcludente – e nel giro di diciotto minuti calando bis e tris. 55’, Giacomelli controlla e crossa da sinistra, Malonga svetta di testa e fa due a zero. Decimo centro per lui in stagione, rete che spezza le gambe alla Pro, chiamata adesso a una rimonta alquanto improbabile. Rimonta che si fa impossibile al 63’, quando il neo entrato Bellazzini – inserito al posto di Bojinov, mette dentro di potenza il pallone che chiude definitivamente la contesa. Primo gol in campionato per il centrocampista classe 1987, Menti in piena euforia, Pro Vercelli afflitta ma orgogliosa, brava comunque a siglare il classico gol della bandiera proprio con lui, Iemmello, di gran lunga il più attivo dei suoi. Bello il dribbling a rientrare su Camisa, e diagonale che si infila nell’angolino. Quarto centro in campionato per il talentuoso attaccante calabrese, rete che ha almeno il merito di rendere divertente il finale di partita, perché Braghin inserisce Ragatzu nel tentativo di riaprire il discorso, e la giovane punta sarda il suo lo fa, mettendo scompiglio nella retroguardia vicentina, facendosi pericoloso ma non riuscendo, però, a far variare nuovamente il risultato.

E così, vince il Vicenza, che fa suo lo scontro salvezza e stacca proprio la Pro in classifica; veneti a quota 38 e in piena corsa per rimanere in B; piemontesi, invece, fermi a 31 punti, a quattro giornate dalla fine. La matematica ancora dà speranza, però… La missione, adesso, diventa veramente impossibile.

VICENZA-PRO VERCELLI 3-1 (1-0)
MARCATORI: 11′ Bojinov, 54′ Malonga, 63′ Bellazzini, 70′ Iemmello (PV)
VICENZA (4-2-3-1): Bremec, Padalino, Gentili, Camisa, Laczko, Rigoni, Cinelli, Ciaramitaro, Bojinov (10’st Bellazzini), Malonga, Giacomelli
A disp: Pinsoglio, Martinelli, Semioli, Castiglia, Tiribocchi, Mustacchio
All. Dal Canto
PRO VERCELLI (4-3-1-2): Valentini; Abbate (38’st Cristiano), Sini, Ranellucci, Scaglia; Germano, Appelt Pires, Filkor (16’st Erpen); Scavone; Iemmello, Eusepi (11’st Ragatzu)
A disp.: Miranda, Scalvini, Genevier, Ross
All. Braghin
ARBITRO: Abbattista
NOTE – Ammoniti: Ranellucci (PV), Sini (PV), Iemmello (PV) Espulsi: nessuno.

Condividi
Appassionato di sport – calcio, NFL e tennis su tutti. Direttore di MondoPallone.it, giornalista e telecronista di Sportitalia. Ottimista e molto (troppo) frenetico. Email: amilone@mondosportivo.it