Milan, Galliani: “Allegri ancora con noi. Siamo allo stesso livello della Juve”

Adriano Galliani, ospite di Gazzetta.it, ha risposto alle domande della redazione della Rosea, spaziando dal mercato alla prossima sfida di campionato con la Juventus, che l’a.d. rossonero ritiene sullo stesso livello del Milan: “Da 24 giornate abbiamo gli stessi punti della Juve, non siamo inferiori. Se le due squadre ripartiranno con le stesse formazioni l’anno prossimo, non prenderemo 15 punti di distacco nelle prime otto giornate. E poi, ricordiamoci che nelle ultime cinque stagioni siamo la squadra che ha fatto più punti”.

Sulle strategie di mercato per la prossima stagione, Galliani non si è sbilanciato troppo, ma ha lasciato intendere che il Milan cercherà soprattutto di ritoccare la difesa: “Gli scudetti li vince chi subisce meno gol. Se faremo un acquisto, prenderemo un difensore. Ma il Milan deve creare in casa i suoi top player, magari poi puoi cederne qualcuno, come abbiamo fatto noi nel 2012, decidendo di cambiare strategia e di puntare forte sui giovani”.

E a proposito di giovani, inevitabile una battuta sui campioncini rossoneri, a cominciare da El Shaarawy: “Non c’è nessun caso El Shaarawy. Il ragazzo ha accettato di andare in panchina domenica scorsa. Lo fece anche Van Basten”. Per poi proseguire con Balotelli: “È un grande patrimonio del Milan e della Nazionale. Le due giornate di squalifica comminate e Mario per frasi ingiuriose mi sembrano esagerate, speriamo che con la Juve ci sia”.

Infine, la benedizione di Galliani ad Allegri, con il quale l’a.d. ha un contatto “quotidiano”: “Non ho contattato nessun altro allenatore, Allegri resterà al Milan”.

Condividi
Sardo di origini sicule, ama il calcio dalle “notti magiche” di Italia ’90. È laureato in Lingue con una tesi sulla lingua del calcio. Pubblicista, ha collaborato col periodico Vulcano e la tv sarda Videolina. Email: fcucinotta@mondosportivo.it