Eredivisie, 30a giornata: Ajax a un passo dal titolo

E infine arrivò anche il momento della verità. L’Ajax ha fatto visita al PSV in quel di Eindhoven centrando il colpo corsaro che le ha fruttato un bel +6 sui rivali di sempre e, in virtù dei pareggi di Feyenoord e Vitesse (attuale seconda, vista la sconfitta dei Boeren), guida ora la classifica con cinque punti in più dei gialloneri di Arnhem. Pare dunque che sia effettivamente verificata quella concatenazione di eventi di cui parlavamo qualche giorno fa: tutto ha concorso perfettamente a costituire un gran vantaggio dei Lancieri che ora questo titolo di Landskampioen possono solo perderlo.

Il match non ha avuto (quasi) storia, con l’Ajax avanti tre volte e con le Lampadine capaci di raggiungerla solo in due occasioni su tre. La sfida tra tecnici la vince clamorosamente de Boer che inserisce Boerrigter negli ultimi 20′ per ampliare il raggio d’attacco dei suoi ed è proprio lui a realizzare il 2-3 definitivo. Emblematica l’azione in cui Boerrigter firma la vittoria degli Amsterdammers: Advocaat toglie Willems per inserire Pieters, meno offensivo e più difensore rispetto al giovanissimo compagno di squadra che stava andando in continua sofferenza sulla sua fascia, e proprio l’esperto terzino sinistro commette un’ingenuità gravissima che consente al neoentrato attaccante olandese di infilare Waterman.

Il Vitesse, dal canto suo, può festeggiare la seconda piazza che significa preliminari di Champions League ma coach Rutten deve senz’altro dare una strigliata ai suoi per essersi fatti rimontare da un parziale a favore di 0-3 subendo l’ultimo gol del Roda al 95’: senza quella rete di Donald ora Bony e soci sarebbero agilmente secondi a +3 da PSV e Feyenoord, appaiate in terza posizione a un solo punto dai gialloneri. D’altraparte il Roda non poteva permettersi una sconfitta: già così l’RKC (che in questo gioco di incroci ha impattato con lo stesso Feyenoord) dista ancora quattro punti e, con esso, anche la salvezza automatica.

È ormai ufficialmente condannato alla Eerste Divisie il Willem II, a -5 dal Venlo e -10 dallo stesso Roda: la salvezza disterebbe dunque 14 punti, troppi per quattro sole partite da giocare. Quattro vittorie e altrettante sconfitte per Roda e Venlo potrebbero far sperare il WII nei playout ma sembra totale fantascienza per un team che non fa punti da quattro turni.

In classifica marcatori segnano tutti e cinque i primi della graduatoria, con Wilfried Bony che raggiunge finalmente quota 30 gol (per inciso, il compagno di reparto Havenaar arriva con la doppietta di ieri a 9 reti e perciò anche lui è a un passo dalla doppia cifra). La seconda piazza della classifica dei cannonieri vede a pari merito Finnbogason e Pellè, che però vedono l’ivoriano solo col binocolo (23 marcature a testa in Eredivisie).

Venerdì

VVV Venlo 0 – 2 Zwolle (13’ e 63’ Benson)

Sabato

Roda 3 – 3 Vitesse (26’ e 36’ Havenaar V, 55’ Bony V, 63’ Sanharib Malki rig. R, 70’ Demouge R, 90’+5 Donald R)

NAC Breda 2 – 0 NEC Nijmegen (82’ Lurling, 85’ Hooi)

Heracles 0 – 2 Groningen (62’ Texeira, 76’ Bacuna rig.)

ADO Den Haag 1 – 3 Twente (24’ Douglas T, 41’ van Duinen ADO, 81’ e 83’ Bulykin T)

Domenica

Heerenveen 3 – 2 Willem II (12’ Ippel WII, 53’ El Ghanassy H, 55’ rig. e 84’ Finnbogason H, 80’ Joachim WII)

AZ Alkmaar 6 – 0 Utrecht (28’ rig., 34’ rig. e 37’ Altidore, 45’+1 van der Hoorn aut., 61’ Henriksen, 90’ Jóhannsson)

RKC Waalwijk 1 – 1 Feyenoord (13’ Pellè rig. F, 55’ Duits RKC)

PSV Eindhoven 2 – 3 Ajax (33’ Sigþórsson A, 43’ e 66’ Lens PSV, 52’ Eriksen A, 77’ Boerrigter A)

CLICCA QUI PER VEDERE LA CLASSIFICA DI EREDIVISIE!

Condividi
Laureato in Lettere, classe '88. Suona il basso, ascolta rock, scrive ed è innamorato dei contropiedi fulminanti, di Johan Cruyff, della Verità e dello humour inglese. Milanese DOC, fuma tantissimo. Email: gcrico@mondosportivo.it