Lega Pro, Prima Divisione: Cremonese-Sudtirol 2-1

Il mal di trasferta colpisce ancora. Il Südtirol esce sconfitto dallo Zini di Cremona per 2-1, con gol grigiorossi – entrambi nel primo tempo – dell’ex Le Noci e di Djuric. A nulla è servita alla formazione di mister Vecchi una ripresa generosa, financo arrembante, con tante, tantissime palle-gol create che però non hanno prodotto altro che l’ininfluente e tardiva rete di Pasi al 94’. La sconfitta contro la Cremonese acuisce la flessione di risultati accusata di recente dai biancorossi, che hanno vinto appena una delle ultime sei partite, nelle quali hanno raccolto altrettanti punti. Fortunatamente la vittoria della Virtus Entella sul San Marino non pregiudica la corsa playoff, con la formazione di Vecchi che mantiene le quattro lunghezze di vantaggio sulla sesta in classifica, che sarà la prima delle escluse dagli spareggi-promozione. E adesso bisognerà fare affidamento sul fattore Druso e sull’imbattibilità casalinga, in quanto la formazione di Vecchi giocherà a Bolzano tre delle restanti quattro partite di campionato, le prime due consecutive contro Virtus Entella e Lecce, poi – a seguire – la trasferta a Portogruaro ed infine ancora un match al Druso contro la Tritium. Insomma, si può ancora fare. Anzi si deve.

Nella tredicesima giornata di ritorno del campionato di Prima Divisione Lega Pro un Südtirol terzo in classifica, reduce dall’ottimo pareggio contro la capolista Trapani, ma bisognoso di incamerare altri punti per garantirsi l’accesso ai playoff, è di scena allo stadio “Zini” di Cremona per affrontare la locale formazione grigiorossa della Cremonese, che non ha alternative alla vittoria se vuole rimanere in corsa per la quinta posizione, ultimo piazzamento utile per accedere agli spareggi promozione post regular season.

In classifica il Südtirol precede la Cremonese di 10 lunghezze (46 contro 36), ha un vantaggio di quattro punti sul 6° posto, ma ha vinto una sola delle ultime cinque partite, segnatamente quella contro la Reggiana allo stadio Druso. Mister Vecchi è costretto ad apportare più di una modifica all’undici iniziale che lunedì scorso si è misurato col Trapani nel “Monday Night”, non potendo disporre degli squalificati Campo e Marcone, nonché di Thiam, dolorante ad una caviglia. I pali della porta biancorossa sono difesi da Matteo Grandi, mentre nel tridente d’attacco sono Fink e il rientrante Maritato a spalleggiare Testardi, confermato come vertice avanzato. Dopo l’iniziale fase di studio, è la Cremonese a prodursi nel primo fondo al 7’, con Grandi chiamato all’uscita di pugni al limite della propria area di rigore e col pallone che perviene sulla trequarti a Fietta, il quale prova a ribattere verso la porta biancorossa rimasta sguarnita, ma la sua conclusione è debole e abbondantemente fuori misura.

Avvio di match di marca grigiorossa, con la Cremonese che si rende nuovamente insidiosa al 12’ per effetto di una bella combinazione fra Nizzetto e Avogadri, con quest’ultimo che riesce a crossare in area per Djuric, abile a girarsi e ad andare al tiro con un diagonale che si perde di poco a lato. E’ la Cremonese a premere con una certa insistenza, e al 18’ un cross dalla bandierina di Nizzetto raggiunge sul primo palo Le Noci, il cui colpo di testa impegna severamente Grandi. Il Südtirol non riesce ad allenatare la pressione grigiorossa, e al 25’ la Cremonese si porta a condurre, con Giuseppe le Noci che pennalla un piazzato di rara precisione, trasformando direttamente un calcio di punizione provocato da un fallo al limite dell’area di Furlan. Südtirol in svantaggio per effetto della dura legge dell’”ex”, in quanto Giuseppe Le Noci ha vestito la maglia biancorossa nel triennio 2003-2006, totalizzando 96 presenze e 20 gol.

Lo schiaffo subìto ha l’effetto di destare il Südtirol dal torpore iniziale, e alla mezz’ora una punizione-cross di Fink viene incornata in rete da Maritato, ma l’arbitro annulla il gol per un fallo impercettibile nell’area di rigore della Cremonese. Ma è un fuoco di paglia, perché sono sempre i padroni di casa ad occupare la metà campo biancorossa, con Baiocco che al 34’ lancia in profondità lo scatenato Le Noci che dal vertice destro dell’area altoatesina lascia partire un tiro-cross fortunatamente innocuo. In una delle sporadiche sortite offensive dei biancorossi, Maritato è bravo a ritagliarsi al 39’ il pertugio per il tiro dal limite, non riuscendo però ad inquadrare la porta.

Più concreta ed efficace la Cremonese che perviene al raddoppio al 40’, allorquando Nizetto imbuca un invitante pallone per Djuric, che incrocia splendidamente il tiro non lasciando scampo all’incolpevole Grandi. E’ l’ultima azione degna di nota del primo tempo, con la Cremonese che va al riposo in vantaggio per 2-0. Si riparte con un doppio cambio operato nell’intervallo da mister Vecchi. Candido rileva Bertoni, mentre Pasi subentra ad un evanescente Testardi, con Maritato riportato nel suo ruolo naturale di centravanti. La musica però sembra non cambiare, almeno inzialmente, e al 3’ la Cremonese crea un’altra palla-gol, con Carlini che invita al tiro Djuric, la cui conclusione dal limite viene disinnescata con sicurezza da Grandi. Ma poi il Südtirol prova a cambiare marcia, con Iacoponi che al 4’ effettua un cross che si trasforma in uno spiovente insidioso verso la porta grigiorossa, costringendo Viotti a smanacciare il pallone da sotto la traversa. Passano due minuti, e Pasi smista un invitante pallone per Fink, anticipato proprio al momento del tiro.

La Cremonese prova a respingere il forcing biancorosso, con Djuric che al 10’ si fa largo al limite dell’area per poi scoccare un rasoterra che si spegne a fil di palo. Il Südtirol però non demorde, e al 15’ su una punizione-cross respinta dalla difesa di casa l’avanzato Bassoli prova la conclusione radente, sulla quale però Viotti si fa trovare pronto, bloccando il pallone in presa bassa.
Tre minuti più tardi è Candido a prodursi in una bella serpentina in area per poi servire il rimorchio di Maritato, sul cui tiro il numero 1 grigiorosso è ancora vigile e sicuro nella presa. Pasi agisce da rifinitore, servendo altri due invitanti assist al 20’ e al 22’, con Furlan (tiro alto) e Fink (anticipato in extremis) che non riescono però ad approfittarne. E’ un fiume in piena il Südtirol, e al 23’ Fink si produce in una splendida azione personale, eludendo anche l’uscita di Viotti per poi cercare il tap-in a centro area di Maritato che viene però contrato, con la difesa di casa che poi libera la minaccia. Si gioca ad una sola porta, quella della Cremonese, e al 27’ una prepotente discesa sulla sinistra di Candido, con susseguente traversone, trova Maritato pronto alla deviazione di testa, ma la sua incornata non inquadra la porta.

Tre minuti più tardi azione fotocopia, con l’unica differenza nell’autore del cross, ovvero Iacoponi. Un generosissimo Südtirol ci prova sino alla fine, e al 49’ Pasi, con un bolide di destro, trova finalmente il meritatissimo gol biancorosso. Ma è ormai troppo tardi per riaprire la partita, con la Cremonese che si impone per 2-1 e coi biancorossi che devono digerire una sconfitta amara, ma non compromettente in ottica playoff. Certo che ora bisognerà assolutamente invertire la tendenza dell’ultimo mese e mezzo, ed in tal senso il fattore Druso nonché la terapia d’urto del doppio big-match casalingo contro Virtus Entella e Lecce possono essere d’aiuto.

CREMONESE – FC SÜDTIROL 2-1 (2-0)
Cremonese (4-2-3-1): Viotti; Avogadri, Tedeschi, Cremonesi, Sales; Fietta, Baiocco; Nizzetto (71. Pinardi), Le Noci (84. Minelli), Carlini; Djuric (77. Momentè). A disposizione: Grillo, Armenise, Buchel, Caridi. Allenatore: Giuseppe Scienza
FC Südtirol (4-3-3): Grandi; Iacoponi, Cappelletti, Bassoli, Martin; Furlan, Bertoni (46. Candido), Uliano; Fink (77. Turchetta), Testardi (46. Pasi), Maritato. A disposizione: Tenderini, Kiem, Tagliani, Branca. Allenatore: Stefano Vecchi
Arbitro: Vincenzo Ripa di Nocera Inferiore (Gori-Malacchi)
Reti: 25. Le Noci (1:0), 40. Djuric (2:0), 94. Pasi (FCS)
Note: pomeriggio soleggiato, temepartura primaverile, con la colonnina di mercurio attestata sopra i 20 gradi. Ammoniti: Testardi (FCS), Djuric (C), Nizzetto (C), Carlini (C)

Condividi
Formato da una redazione dinamica e giovane, MondoPallone.it parla di calcio e respira sport. Sempre sul pezzo, continuamente all'opera per fornire un'informazione pulita, diretta, sincera. Email: redazione@mondosportivo.it