Dinamo Mosca-CSKA Mosca: le statistiche della sfida della Khimki Arena

Si apre con una sfida che si preannuncia davvero interessante la 24esima giornata di Russian Premier League. In uno dei tanti derby moscoviti il CSKA ha l’occasione per avvicinarsi ancora di più al titolo, ma la Dinamo negli ultimi tempi è stata imbattibile per i rossoblu. E gli uomini di Petrescu vogliono assolutamente conquistarsi un posto in Europa per la prossima stagione.

Il CSKA in questo 2013 non ha sbagliato un colpo. 4 vittorie, 9 gol fatti e zero subiti. L’innesto di Vagner Love (che mancherà con la Dinamo perchè squalificato), giocatore di talento pazzesco, esperto conoscitore di questo torneo, ha aumentato il livello di una squadra divenuta improvvisamente inattaccabile grazie agli arrivi di Wernbloom, Cauna e soprattutto Elm, divenuto faro del centrocampo dei Soldati. Non erano quattro gare impossibili, ma il CSKA ha messo in mostra un calcio organizzato e concreto, totalizzando 12 punti e realizzando un grande passo verso il titolo, alla vigilia di un ciclo di sette gare durissime che parte proprio dalla sfida coi Poliziotti.

La Dinamo arriva invece con 8 punti raccolti in questo scorcio di anno solare. Risultati speculari (due 1-0 in casa, simbolo di un ritrovato cinismo e di grande carattere, qualità totalmente sconosciute prima dell’arrivo di Petrescu, e due 1-1 agrodolci in trasferta) per una compagine che ha ha scalato in maniera esponenziale la classifica dopo il disastroso avvio di torneo. Un posto in Europa League ora pare un obiettivo alla portata, ma c’è ancora molto da lottare. I trascinatori della rimonta? Petrescu, Kokorin e Kuranyi. Il tecnico romeno ha consolidato il gruppo e ha trasferito ai giocatori la propria personalità; l’attaccante russo ha segnato gol decisivi e ha aiutato la squadra ad uscire dalle sabbie mobili; il teutonico, spesso contestato, nell’ultimo periodo ha realizzato gol importanti e ha dato il suo contributo alla causa.

Squalificato come detto Vagner Love, tra le file del CSKA rientrerà però Musa. Per la Dinamo indisponibile Epureanu ma tornerà arruolabile Kokorin. Negli ultimi 8 precedenti la Dinamo non ha mai perso, l’ultimo successo del CSKA risale al 2009: rispetto all’undici titolare di allora stasera la Dinamo avrà 7 diversi giocatori, mentre il CSKA 6. Il precedente più fresco, l’incontro del girone d’andata, è terminato 2-0 in favore di Kokorin e compagni.

Partita dunque cruciale e aperta a tutti i risultati (come ogni derby che si rispetti, d’altronde). Petrescu ha tra le mani la possibilità di riaprire il campionato (eventualità che probabilmente al tecnico romeno non interessa affatto) e fare un bel passo in avanti nella corsa all’Europa League; dall’altra parte Slutskij non vuole assolutamente lasciare la minima chance allo Zenit per il titolo.

 

Condividi
Grande appassionato di calcio russo, tifoso dello Zenit San Pietroburgo. Estimatore del calcio giocato nei luoghi meno nobili e più nascosti, preferirebbe vedere un Torpedo-Alaniya rispetto a uno Juventus-Milan. Email: mbraga@mondosportivo.it