Pallavolo femminile, playoff al via: Busto e Piacenza favorite

I giochi sono (quasi) fatti. Oggi in serie A1 di pallavolo femminile si giocano gli ottavi di finale dei playoff: Urbino-Giaveno e Bologna-Pesaro sono le partite in programma. Intanto per le altre formazioni la regular season è finita, ora ci si concentra sui playoff. Favorite le campionesse in carica della Unendo Yamamay Busto Arsizio e le ragazze della corazzata vincitrice della Coppa Italia, la Rebecchi Nordmeccanica Piacenza. In mezzo, a cercare di rovinare la festa, la Foppapedretti Bergamo. Poi la pletora delle squadre che “vorrei, ma (forse) non posso”: Imoco Conegliano, Duck Farm Chieri Torino ed MC-Carnaghi Villa Cortese. Proprio quest’ultima squadra è quella che ha le maggiori possibilità di raggiungere le semifinali e forse, con un pizzico di fortuna e qualche grande e attenta prestazione da parte delle proprie atlete, anche la finale. Il talento alle ragazze guidate dal tecnico Mauro Chiappafreddo non manca, a fare difetto sono esperienza e sangue freddo. Anche nell’ultima partita contro Bergamo, infatti, Villa Cortese ha dimostrato di soffrire ancora dei pericolosi cali di tensione che hanno caratterizzato tutta la sua stagione.

Chi non ha alcun calo di tensione è Piacenza: Meijners e Bosetti sono bocche da fuoco impressionanti e alla regia c’è Gianni Caprara, che di vittorie – nonostante il fallimento del suo progetto a Villa Cortese – se ne intende. Una squadra costruita per vincere, anche visto l’arrivo a stagione in corso della forte Martina Guiggi, in fuga da Chieri. E una squadra che ha già messo nella propria bacheca una Coppa Italia. Anche per lo scudetto sarà battaglia, di certo. Soprattutto perché a lottare in prima fila, da praticamente tutto il campionato, c’è Busto Arsizio. Delusa per non aver vinto nulla fra Champions League e Coppa Italia? Niente affatto, semmai particolarmente arrabbiata e con grande voglia di riscatto. I nomi delle giocatrici parlano da soli: Kozuch, Bauer, Arrighetti, Leonardi, Marcon, per dirne alcuni.

Terza in graduatoria, dopo un girone d’andata esplosivo e un ritorno invece un po’ altalenante, è Bergamo. Merlo, Di Iulio, Diouf e Blagojevic, coordinate da una Weiss in gran forma e in panchina da un Lavarini grintoso e con voglia di continuare a stupire: le ragazze rossoblù non partono di certo battute di fronte alle prime due della classe. Molto probabilmente anche la Foppapedretti approderà in semifinale. Insomma, sembra proprio che il discorso scudetto possa essere una questione tutta lombarda. Ma d’altro canto, doveva esserlo anche la Coppa Italia. E invece a trionfare è stata Piacenza.

Ai quarti di finale  Busto Arsizio affronterà la vincente fra Giaveno e Urbino, mentre Villa Cortese  sfiderà Conegliano. La squadra che uscirà vincente fra Pesaro e Bologna se la vedrà con Piacenza. Bergamo-Chieri Torino è l’altro quarto di finale.

Condividi
Nata il 7 ottobre 1982 e laureata in Teorie e tecniche della comunicazione mediale, è giornalista professionista. Lavora al quotidiano Il Giorno. Musica, cinema e sport (tranne i motori) sono le sue droghe.