Nba, recap del 10 aprile: irresistibile Anthony, 13/esima di fila per i Knicks. Okc ferma Utah, i Lakers sono ottavi

10 gare nella notte Nba. Partiamo dalle sfide più importanti per la griglia playoff e quindi cominciamo da Utah dove i Jazz (41-38) ospitano gli Oklahoma City Thunder (57-21) per cercare di rimanere incollati all’ottavo posto playoff. Nulla da fare contro lo strapotere fisico e tecnico di Russel Westbrook (25 pt) e Kevin Durant (21 pt, 9 assist e 12 rimbalzi), Utah si arrende 90-80 e perde così contatto dai Los Angeles Lakers (41-37) che vincono in casa allo “Staple Center” contro i New Orleans Hornets 104-96 riscattando la sconfitta nel derby contro i Clippers. Gialloviola trascinati dall’accoppiata Bryant-Gasol autori rispettivamente di 30 e 22 punti nonostante l’assenza ancora di Steve Nash. Sempre a Ovest, Golden State Warriors (45-33) supera i Twolves 105-89 con i 24 punti e 10 assistenze di Stephen Curry e il trentello di uno superlativo Klay Thompson preservando così il sesto posto dall’attacco degli Houston Rockets (44-34) che invece si sbarazzano 101-98 dei Phoenix Suns trascinati da un ritrovato James Harden (33 pt a referto) e dal dominatore del canestro, Omer Asik, autore a fine partita di ben 22 rimbalzi. Da segnalare, in casa Phoenix, i 28 punti di Luis Scola contro la sua ex squadre che però non sono serviti per centrare il 24/esimo successo della stagione, Suns che rimangono desolatamente all’ultimo posto a ovest.

Nella Eastern Conference, i New York Knicks (51-26) suonano la tredicesima vittoria consecutiva sbarazzandosi 120-99 dei Washington Wizards. John Wall e Carmelo Anthony regalano spettacolo; il primo si ferma a quota 33 punti con 3 assist e 3 rimbalzi, il numero 7 della Grande Mela mette a referto 36 punti con 5 assist e 3 rimbalzi con 3/4 dall’arco, 13/21 da due e 7/9 ai liberi. Anche Miami vince il suo impegno casalingo superando Milwaukee (ormai certo dell’ottavo posto) 94-83 con 28 pt, 7 assist e 7 rimbalzi di Lebron James. Heat che devono ancora fare a meno di Dwayne Wade. I Chicago Bulls (42-35) si lasciano sorprendere 101-98 dai Toronto Raptors e dicono così addio alla possibilità di raggiungere il terzo posto occupato, invece, dagli Indiana Pacers (49-29) che s’impongono sui Cleveland Cavs 99-94 guidati dai 27 punti di George Hill. Non bastano i 29 punti e 7 assist di Kyrie Irving in casa Cleveland.

Nelle altre sfide, Brooklyn conserva il suo quarto posto a Est travolgendo 104-83 i Philadelphia 76ers grazie ai 29 punti di Brook Lopez e ai 24 rimbalzi di Reggie Evans mentre a Ovest, anche Memphis supera Charlotte 94-75 mantenendo la quinta piazza dietro i Los Angeles Clippers, vincitori l’altra notte della Pacific Division.

TOP 10 DELLA NOTTE NBA

NBA – I risultati del 10 aprile

Indiana Pacers-Cleveland Cavaliers 99-94
Brooklyn Nets-Philadelphia 76ers 104-83
Miami Heat-Milwaukee Bucks 94-83
New York Knicks-Washington Wizards 120-99
Chicago Bulls-Toronto Raptors 98-101
Houston Rockets-Phoenix Suns 101-98
Memphis Grizzlies-Charlotte Bobcats 94-75
Utah Jazz-Oklahoma City Thunder 80-90
Golden State Warriors-Minnesota Timberwolves 105-89
Los Angeles Lakers-New Orleans Hornets 104-96

Condividi
Giornalista pubblicista nato a Moncalieri il 9/7/86, vive a Formia (LT). Vicedirettore di MondoPallone, telecronista, opinionista e co-conduttore del programma #FuoriGGioco. Adora il calcio estero e la NBA. Email: miannotta@mondosportivo.it