Malaga, Al Thani: “Questo non è calcio, è razzismo”

Sono pesanti le accuse rivolte all’Uefa dal proprietario del Malaga, Abdullah bin Nasser Al Thani, dopo la cocente eliminazione della sua squadra dalla Champions League. Lo sceicco del Qatar, tramite il suo account Twitter, ha commentato che “questo non è calcio, è razzismo e basta. Spero che l’Uefa apra un’inchiesta”. Chiaro il riferimento alla rete di Santana in pieno recupero, che ha dato la qualificazione al Borussia e che era viziata da un netto fuorigioco del giocatore.

Condividi
Sardo di origini sicule, ama il calcio dalle “notti magiche” di Italia ’90. È laureato in Lingue con una tesi sulla lingua del calcio. Pubblicista, ha collaborato col periodico Vulcano e la tv sarda Videolina. Email: fcucinotta@mondosportivo.it