Serie B, le pagelle della 25/a giornata: centrocampo coi fiocchi

Una interessante giornata di campionato appena trascorsa in serie B, per quanto concerne la 35/a giornata. Diversi giocatori si sono messi in luce per le ottime prestazioni fornite, altri un po’ meno. Ecco chi, per noi, è risultato il migliore di giornata.

LA DIFESA – In porta optiamo per Rafael del verona: il numero uno brasiliano, contro la Ternana, ha dovuto sfoderare una prestazione sopra le righe nella seconda frazione di gioco per impedire, ai ragazzi di Mimmo Toscano, di pareggiare i conti. Nel quartetto difensivo inseriamo Bernardi, proprio della Ternana, autore di un gol d’autore contro il Verona che ha riaperto i giochi nonostante il risultato finale. Sull’altro out, invece, presente Daprelà, terzino sinistro del Brescia che, con il suo gol, ha regalato tre punti pesantissimi alle rondinelle. Al centro della difesa l’esperto difensore centrale, Emerson Ramos Borges, di proprietà del Livorno e specialista sui calci piazzati. Proprio da qui nasce il gol del raddoppio labronico contro i marchigiani. Completa il quartetto difensivo Ligi del Crotone, autore di una prova che ha impedito agli esperti Maccarrone e Tavano di andare in gol, mica roba da poco in questa stagione.

IN MEZZO AL CAMPO – Oggi optiamo per l’inserimento di due centrocampisti centrali e di un fantasista, schierando una formazione alquanto spregiudicata. Buzzegoli sarà il nostro cervello: il centrocampista del Novara, contro il Sassuolo, sale in cattedra portando i suoi, dopo solo un quarto d’ora, sul 2-0 con un gol da stropicciarsi gli occhi. Poi verticalizza, crea, ragiona. A far coppia con lui un altro “cervello” da centrocampo, anche se, nella sua squadra d’appartenenza, gioca un po’ più avanzato: è Davide Di Gennaro, dello Spezia. Con un suo gol porta lo Spezia fuori dalle sabbie mobili. Il fantasista scelto, invece, è Bruno Fernandes, portoghese classe 1994. Una prodezza, dopo 50”, fa capire che partita sarà Novara-Sassuolo.

TRA GIOVENTU’ ED ESPERIENZA – Nel tridente offensivo mettiamo un quasi trentenne, un quasi quarantenne e un quasi ventenne. Il primo si posizionerà al centro del nostro attacco: Paulinho. Il brasiliano fa ancora centro in stagione tagliando, difatti, le gambe all’Ascoli dopo un minuto scarso. Il secondo è David Di Michele: con lui in campo la Reggina vola, cinque gol nelle ultime quattro, numeri da capogiro. Infine, il ventenne Berardi: una punizione da vedere e rivedere che, “se l’avesse fatta Totti o DelPIero…”, ce la starebbero riproponendo in tutte le salse.

Condividi
Nasce nel 1993 a Reggio Calabria, ama lo sport e il giornalismo fin da giovanissimo; frequenta la facoltà di Giurisprudenza e dal settembre 2010 collabora con TuttoReggina.com e GenerazioneDiTalenti.