E’ successo in Europa: l’Anderlecht pareggia ancora, la Steaua Bucarest vola

Jupiler Pro League (Belgio), 2/a giornata poule scudetto e retrocessione – Resta in bilico il primato della Jupiler Pro League belga dopo la 2/a giornata della poule scudetto; l’Anderlecht capolista pareggia la seconda partita consecutiva, stavolta sul campo dello Standard Liegi, consentendo allo Zulte-Waregem, 1-1 a Genk, di mantenere inalterata la distanza di un solo punto dai biancomalva. A sorridere è solo il Club Bruges, corsaro 4-1 a Lokeren e ora a soli 4 punti dalla vetta. Nel Girone A dei playoff di Europa League il Gent pareggia col Kortrijk e mantiene il primato, mentre nel Girone B è lo Sporting Charleroi a balzare in testa dopo il netto 3-0 inflitto all’Oud-Heverlee. Nello spareggio retrocessione, infine, il Cercle Bruges vince di misura col Beerschot, portandosi a quota 3 punti contro i 6 dei rivali.

CLICCA QUI PER IL REGOLAMENTO DELLA SECONDA FASE DELLA JUPILER PRO LEAGUE

Super League (Grecia), 28/a giornata – Dopo il pari interno di settimana scorsa, i neo campioni di Grecia dell’Olympiakos si rifanno con gli interessi, andando a sbancare il campo del Platanias con un rotondo 4-0; alle spalle dei capitolini il Paok Salonicco si prende il secondo posto solitario battendo in casa all’inglese il sempre più pericolante Veria. Un 2-0 che consente ai ragazzi di mister Donis di staccare l’Asteras Tripoli, superata a sorpresa dallo Xanthi; entrambe le formazioni sono comunque già sicure di partecipare ai playoff che decreteranno la qualificazione alle prossime coppe europee, traguardo ancora matematicamente da conquistare per Atromitos e Pas Giannina. In coda, invece, il Kerkyra perde in casa e saluta la Super League greca, mentre per evitare l’altra retrocessione è lotta aperta tra almeno cinque squadre.

PER RISULTATI E CLASSIFICA DELLASUPER LEAGUE CLICCA QUI

Liga I (Romania), 25/a giornata – Giornata decisamente pro Steaua Bucarest la 25/a della Liga I romena; la capolista compie il suo dovere battendo 3-1 in casa il pericolante Iasi e può festeggiare vista la contemporanea sconfitta dell’Astra Giurgiu, ko tra le mura amiche contro l’Universitatea Cluj; sono 16 ora i punti di vantaggio dei capitolini, avviati ormai verso la conquista del ventiquattresimo titolo nazionale della loro storia. Astra che ora deve guardarsi le spalle dal ritorno di Dinamo Bucarest e Petrolul Ploiesti, vincitrici nei rispettivi incontri e ora a soli due punti dalla seconda della classe. In zona retrocessione è notte fonda per il Gloria Bistrita, ultimissima con soli 17 punti, mentre il  Drobeta Turnu Severin batte 2-0 il Vaslui e torna a sperare in una salvezza che appare comunque ancora complicata.

PER RISULTATI E CLASSIFICA DELLA LIGA I CLICCA QUI

Super Lig (Turchia), 28/a giornata – Una doppietta di Drogba ed un calcio di rigore dell’ex juventino Felipe Melo consentono alla capolista Galatasaray di rimontare l’iniziale svantaggio e di battere 3-1 tra le mura amiche il fanalino di coda Mersin; gara più complicata del previsto quella vinta dai campioni di Turchia in carica, ridotti in dieci dalla mezz’ora del primo tempo per l’espulsione di Nounkeu. Rimangono così 4 i punti di vantaggio sul Fenerbahce euroavversario della Lazio e corsaro 2-0 sul campo dell’Orduspor; la lotta al titolo si riduce così a queste due formazioni, visto che il terzo incomodo Besiktas crolla nettamente col Bursaspor: biancneri sconfitti 3-0 e sogni di gloria ai titoli di coda. In coda, infine, detto dell’ennesima sconfitta stagionale di un Mersin avviato ormai alla retrocessione, l’Akhisar fa la voce grosse battendo il Trabzonspor e tornando in corsa nel discorso salvezza.

PER RISULTATI E CLASSIFICA DELLA SUPER LIG CLICCA QUI

Condividi
Nato a Fondi (LT) il 18 gennaio 1984, è laureato in Teoria della Comunicazione. Scozzese di adozione, vive a Edimburgo, dalla quale non smette di coltivare le sue sue maggiori passioni: il calcio e la scrittura.