Borussia Dortmund-Malaga, i tedeschi vincono 3-2 in pieno recupero: “dramma” iberico

Un Borussia Dortmund spacciato a tre minuti dalla fine recupera ben due gol al Malaga con Reus e Felipe Santana. Fa discutere l’arbitraggio di Thomson che sbaglia sia sul secondo centro iberico che sulla terza marcatura tedesca.

BOTTA E RISPOSTA – Klopp conferma il modulo vincente di questo biennio giallo-nero. Terminale offensivo Lewandowski con le invenzioni di Reus e Gotze a innescarlo. Dall’altra parte, il tecnico argentino Pellegrini, opta per un attacco senza un terminale offensivo “specifico” e non dando, così, punti di riferimento. Baptista, ex Roma, ad aprire i varchi per Isco e Joaquin. Partono forte i gialloneri che provano con il polacco Lewandowski un cucchiaio su cui Caballero non si fa sorprendere. Passano pochi minuti e, grazie al pressing iberico, i tedeschi vanno in tilt. Su contropiede è Joaquin a colpire dalle parti di Weidenfeller: innescato da Julio Baptista, l’esterno spagnolo si beve Schmelzer e insacca il gol del vantaggio. Klopp invita i suoi alla calma, il buon calcio espresso potrà portare i risultati sperati. Ed è così a cinque dal termine della prima frazione di gioco. Bender recupera palla, serve Götze che, a sua volta, innesca Reus che elude la difesa iberica con un colpo di tacco: palla a Lewandowski che da due passi non sbaglia. Nel finale di tempo a un passo dal nuovo vantaggio i biancoazzurri con un colpo di testa del solito, instancabile, Joaquin ma è attento il portiere tedesco

CUORE GIALLONERO – Nella seconda frazione di gioco, nonostante l’inferno dell’Iduna Park, sono sempre gli ospiti a rendersi pericolosi: su azione da fermo Demichelis fa la torre per Joaquin che, da due passi, colpisce a botta sicura trovando la risposta perfetta di Weidenfeller. Da questo momento si svegliano i padroni di casa che, però, come accaduto all’andata sprecano tantissimo a tu per tu con Caballero: prima Götze calcia malamente, poi Blaszczykowski si fa trovare in posizione di off-side nonostante il gol. Gli iberici, però, non disdegnano ad attaccare e si fanno apprezzare in azione di contropiede, bravo sempre l’estremo difensore tedesco a metterci una pezza. Pellegrini pesca dalla panchina la carta Eliseu. Mossa decisiva perché è proprio lui a illudere il Malaga: sempre Julio Baptista a innescare il passaggio decisivo per il nuovo entrato che deve semplicemente depositare il pallone in rete. Dramma Borussia, gioia Malaga: i tedeschi alla disperata ricerca del gol per rimettere in piedi la sfida. E tutto ciò arriva quando ormai tutto sembrava finito: prima Reus, da due passi, trafigge l’insuperabile Caballero; nel cuore del recupero, a trenta secondi dal termine, è Felipe Santana a far esplodere tutto lo stadio. La difesa iberica si abbassa troppo, Felipe Santana trova la respinta sulla linea di un difensore biancoazzurro; l’attaccante dei tedeschi, però, non demorde e calcia nuovamente a porta sguarnita: 3-2, qualificazione ottenuta, è festa grande.

 

Tabellino

Borussia Dortmund-Malaga 3-2 (1-1)

BORUSSIA DORTMUND (4-2-3-1): Weidenfeller 7; Piszczek 6, Santana 7, Subotic 6,5, Schmelzer 6; Bender 6,5 (73′ Schieber 6), Gündogan 5 (86′ Hummels 6); Blaszykowski 5,5 (71′ Sahin 6), Götze 7, Reus 7; Lewandowski 7,5. A disp.: Langerak, Kehl, Leitner, Sahin, Grosskreutz. All.: Klopp.
MALAGA (4-2-3-1): Caballero 8; Jesús Gámez 6, Sergio Sánchez 5,5, Demichelis 5,5, Antunes 5; Toulalan 6, Camacho 6,5; Joaquín 7,5 (86′ Portillo), Duda 6 (74′ Eliseu), Isco 6; Baptista 7 (83′ Santa Cruz). A disp.: Kameni, Lugano, Piazon, Portillo, Saviola, Santa Cruz. All.: Pellegrini

Arbitro: Thomson
Reti: 25′ Joaquin (M), 40′ Lewandowski (B), 82′ Eliseu (M), 90’+1′ Reus (B), 90’+3′ Santana (B)
Note: Ammoniti: Bender (B), Gamez (M), Schmelzer (B), Recupero: 2′ p.t./3’s.t.

Condividi
Nasce nel 1993 a Reggio Calabria, ama lo sport e il giornalismo fin da giovanissimo; frequenta la facoltà di Giurisprudenza e dal settembre 2010 collabora con TuttoReggina.com e GenerazioneDiTalenti.