Matri crede nella rimonta: “Consapevoli della nostra forza. Nel calcio tutto è possibile”

Intervistato dalla Gazzetta dello Sport, l’attaccante della Juventus, Alessandro Matri, ha parlato della sconfitta europea in casa del Bayern Monaco per 2-0. Uno stop che ha certamente ridimensionato la Juve formato Champions League ma prima di alzare bandiera bianca, c’è sempre da giocare la sfida di ritorno in programma mercoledì prossimo a Torino nella bolgia dello “Juventus Stadium”.

La svolta, o la “remuntada” come si chiama in questi casi, è nelle corde della squadra bianconera, parola di Alessandro Matri: “Il dispiacere per la sconfitta e la consapevolezza che il Bayern sia molto forte, come Barcellona e Real. Abbiamo provato a fare il nostro gioco, ma non ci siamo riusciti. Di sicuro non avevamo messo in preventivo di incassare un gol dopo una ventina di secondi. Quella rete ci ha scombussolato e intimorito – spiega l’ex Cagliari – Per pensare al passaggio del turno, abbiamo bisogno innanzitutto di battere il Pescara: una vittoria ci darebbe fiducia e serenità. Per quanto riguarda il Bayern, il gap c’è: la squadra tedesca ha esperienza e grandi individualità. Ma sono convinto che gioco e organizzazione ci possano aiutare. Noi siamo consapevoli della nostra forza, nel calcio tutto è possibile e subito dopo la fine della partita di Monaco ci siamo rincuorati cominciando a pensare al ritorno. Ma anche all’Allianz Arena eravamo stati bravi a tenere dopo il gol a freddo. E il Bayern, pur avendo meritato la vittoria, ha segnato due reti abbastanza assurde“.

Condividi
Giornalista pubblicista nato a Moncalieri il 9/7/86, vive a Formia (LT). Vicedirettore di MondoPallone, telecronista, opinionista e co-conduttore del programma #FuoriGGioco. Adora il calcio estero e la NBA. Email: miannotta@mondosportivo.it