Juve, lo Scudetto passa anche per Pescara. Conte: “Puntiamo a obiettivi reali”. Febbre Buffon, gioca Storari

“Vincere contro il Pescara ci permetterebbe di mettere un altro mattone per la vittoria dello scudetto”. Antonio Conte presenta la sfida con gli abruzzesi: “Concentriamoci – ha tuonato – con il Pescara voglio vedere la bava alla bocca: sarebbero tre punti fondamentali per raggiungere un obiettivo reale. Riuscire a vincerlo per il secondo anno consecutivo sarebbe qualcosa di bello, di spettacolare, qualcosa di meraviglioso. Il campionato è una cosa che possiamo raggiungere e sarebbe un peccato fallire. Le altre cose sono irreali, dei sogni, e come ho detto c’è una bassissima percentuale di realizzazione. Rimaniamo umili – ha dichiarato – e assolutamente non presuntuosi perché la presunzione uccide”.

OUT BUFFON – “Domani giocherà Storari – ha annunciato Conte – perché Buffon dopo l’Inter aveva accusato un attacco influenzale che lo aveva debilitato. Dopo il Bayern l’influenza si è riproposta, non si è allenato benissimo e preferisco che Gigi si curi bene e che stia bene. Domani ci sarà spazio per Storari. Non avessi la garanzia di un ottimo dodicesimo avrei chiesto a Gigi di giocare”.

FUTURO – “Il mio pecorso alla Juve si concluderà nel momento in cui non avrò più entusiasmo. Per adesso ce l’ho – ha assicurato – ho l’entusiasmo di vincere insieme con i ragazzi per il secondo anno lo scudetto. Se a qualcuno è scemato questo entusiasmo, o sottovaluta lo scudetto, o è presuntuoso… io dico di guardarsi indietro a prima dell’anno scorso, quando si piangevano lacrime amare. Con la società ci poniamo ogni anno un obiettivo, e che deve essere quello di entrare quanto meno in Champions. Finché raggiungeremo questo obiettivo non sarà mai una stagione fallimentare” ha concluso l’allenatore bianconero.

Condividi
Appassionato di sport – calcio, NFL e tennis su tutti. Direttore di MondoPallone.it, giornalista e telecronista di Sportitalia. Ottimista e molto (troppo) frenetico. Email: amilone@mondosportivo.it