Galatasaray, Terim: “Mou è il numero 1, ma io credo nei miei giocatori”

Dire che l’urna di Nyon non sia stata benevola con i turchi è dir poco, ma il Galatasaray dei miracoli è pronto anche a questa sfida impossibile. Lo sa bene quel volpone di Fatih Terim, che conosce la forza del Real Madrid, ma non ne ha paura. Anzi, sa bene che nel calcio tutto può succedere e studia il modo di fare lo sgambetto alla corazzata merengue.

Il tecnico turco si è presentato davanti ai giornalisti riempendo d’elogi Mourinho e la sua squadra (“È il miglior tecnico in assoluto. In casa il Real è imbattibile e sappiamo tutti chi è Cristiano Ronaldo”) e manifestando di essere in debito con la fortuna per il sorteggio capitatogli (“Il nostro è il quarto più difficile di tutti, anche se questa non può essere una scusa”).

L’Imperatore, però, ha anche ammesso di fidarsi della sua squadra: “Andremo in campo cercando di superare ogni limite. Ho detto ai miei calciatori che un gol sarebbe abbastanza. Dobbiamo renderci conto che già aver raggiunto i quarti di Champions League, per noi è un grande risultato”. Unico rammarico, la condizione non ancora ottimale dei due uomini principali del Gala, Sneijder e Drogba: “Non è positivo che siano stati fuori per lungo tempo. Vorrei averli al 100%”.

Condividi
Sardo di origini sicule, ama il calcio dalle “notti magiche” di Italia ’90. È laureato in Lingue con una tesi sulla lingua del calcio. Pubblicista, ha collaborato col periodico Vulcano e la tv sarda Videolina. Email: fcucinotta@mondosportivo.it