Rugby league a suon di derby

Kingston upon Hull, Inghilterra. Ad occhio e croce, 250mila abitanti, tanta passione per lo sport. Nel calcio? Secondo posto in classifica dopo 39 partite giocate, lo sguardo fisso verso la Premier League, da cui l’Hull City manca da qualche anno. Se chiedete a qualcuno del luogo, o a chi la zona la bazzica per motivi di lavoro o turistici, la città vive di sport, a 360°: football ma non solo football, anche rugby a XIII, dove cuori e coscienze della gente si dividono. Perché in Super League giocano Hull FC e Hull Kingston Rovers, in una rivalità cittadina che colora gli spalti durante i derby, anno dopo anno.

Fondato nel 1865, l’Hull Football Club ha radici profonde, che si spingono indietro sino alle origini più nobili di questo sport. La società faceva parte infatti della Northern Rugby Football Union: da lì in poi, 6 titoli, 3 coppe, tante pagine di storia. I Rovers furono fondati nel 1882, sono (relativamente) più giovani, giocano in Super League dal 2006: 5 titoli e 1 Challenge Cup, stadio di casa il Craven Park.

Stats Rugby LeagueNell’ultimo turno di Super League, il pubblico di Kingston upon Hull ha avuto modo di apprezzare la fiera battaglia fra le due sponde della città, le due realtà che oltre all’accesso ai piani alti del torneo puntano alla supremazia cittadina. A prevalere è stato l’Hull KR, forte di un primo tempo vissuto e giocato meglio, forte di una ripresa iniziata dando un colpo di reni al derby. 10-23 il finale, derby in saccoccia per gli ospiti, classifica da decifrare.

In verità l’Inghilterra che ama il rugby league si è goduta un periodo ricco di match, in cui il primo compito degli allenatori era quello di gestire i giocatori dal punto di vista fisico, oltre che mentale. Hull FC si è rifatto con gli interessi, battendo Wakefield in trasferta (22-34), mentre i Rovers sono crollati vistosamente contro il lanciatissimo Wigan: stranezze e postumi della stracittadina?

Classifica alla mano, Warriors primi con 15 punti, seguiti a breve distanza dai Giants, oltre che dal terzetto formato da Vikings, Dragons e Saints. Ma non si dimentichi Leeds, che ha due gare da recuperare.

Super League – Round 8

St. Helens-Salford City Reds 14-10
Warrington Wolves-Huddersfield Giants 28-2
Catalan Dragons-Bradford Bulls 30-10
London Broncos-Hull FC 18-18
Wigan Warriors-Widnes Vikings 62-4
Hull Kingston Rovers-Castleford Tigers 26-22

Round 9

London Broncos-Catalan Dragons 24-30
Leeds Rhinos-Bradford Bull 18-18
Wigan Warriors-St. Helens 28-16
Widnes Vikings-Warrington Wolves 38-22
Salford City Reds-Huddersfield Giants 21-20
Hull FC-Hull Kingston Rovers 10-23
Castleford Tigers-Wakefield Wildcats 16-37

Round 10

Warrington Wolves-London Broncos 54-20
Wakefield Wildcats-Hull FC 22-34
St. Helens-Castleford Tigers 48-18
Hull Kingston Rovers-Wigan Warriors 6-84
Huddersfield Giants-Widnes Vikings 62-6
Catalan Dragons-Leeds Rhinos 12-27
Bradford Bulls-Salford City Reds 36-24

CLASSIFICA: Warriors 15, Giants 14, Wolves, Dragons e Saints 13, Bulls 12, Rhinos 11, Rovers 10, Hull FC 8, Wildcats e Vikings 7, Broncos e Reds 5, Tigers 3

Condividi
Sardo classe 1987, ama il rugby, il calcio e i supplementari punto a punto. Già redattore di Isolabasket.it e della rivista cagliaritana Vulcano, si è laureato in Lettere con una tesi su Woody Allen. Email: mportoghese@mondosportivo.it