Premier League, Liverpool di rimonta, Aston Villa battuto 2-1

Posticipo domenicale nel giorno di Pasqua, per la 31esima giornata di Premier League, con il Liverpool che va a espugnare, in rimonta, il Villa Park, battendo l’Aston Villa 2-1.

I padroni di casa partono bene e passano in vantaggio alla mezz’ora con il gol di Benteke, con un gran tiro di prima intenzione dal limite dell’area, su sponda volante di Agbonlahor. Il Liverpool, però, nella ripresa alza il ritmo e trova il pari con Henderson, in avvio di frazione. È un gol che rompe un po’ gli equilibri dell’Aston Villa e, al 60′, Gerrard trasforma il rigore del decisivo 2-1, segnando la rete personale numero 159 e salendo così al settimo posto solitario nella classifica marcatori di tutti i tempi dei Reds (staccato Michael Owen, a quota 158). Il capitano del Liverpool, quasi allo scadere, salva inoltre il possibile pareggio degli avversari, con un clamoroso colpo di testa sulla linea a sventare un’incornata di Benteke.

Sono molto felice di essere riuscito a segnare il rigore ma il salvataggio sulla linea nel finale è stato ancora più importante, probabilmente. Il manager all’intervallo ci ha chiesto di prendere qualche rischio in più e avere più fiducia nel nostro gioco. Alle volte, andare in svantaggio può toglierti convinzione ma abbiamo reagito, ci siamo rimboccati le maniche e abbiamo costruito la rimonta. (Steven Gerrard, capitano Liverpool)

L’Aston Villa, con questa sconfitta, si trova ora bloccato al terz’ultimo posto, a 30 punti in compagnia del Wigan, a -1 dal Sunderland. Per il Liverpool, invece, la classifica dice 48 punti, a -5 dal quinto posto e ancora buone speranze di provare l’assalto a un piazzamento “europeo”.

Stiamo continuando a giocare bene e fare le cose giuste per vincere le partite, e abbiamo fiducia che questo servirà a finire la stagione al meglio. Nel primo tempo abbiamo giocato benissimo e siamo stati pericolosi su ogni sortita offensiva. Nel secondo tempo è stato tutto un po’ più difficile, ma stavamo comunque reggendo bene. Abbiamo però concesso, di nuovo, un gol sciocco, quello del pareggio. Continuiamo a perdere troppe partite concedendo gol stupidi, ma giochiamo bene, abbiamo avuto molte chances in attacco e non siamo per niente sembrati una squadra che è in lotta per non retrocedere. (Paul Lambert, manager Aston Villa)

ASTON VILLA-LIVERPOOL 1-2 (1-0)

Aston Villa (4-2-3-1): Guzan, Vlaar, Bennett, Baker, Lawton, Westwood, Sylla, Bannan, Agbonlahor, Benteke, Weimann. A disp.: Given, Lichaj, Dawkins, Bowery. All.: Lambert.
Liverpool (4-3-3): Reina, Johnson, Agger, Carragher, Enrique, Gerrard, Henderson, Lucas, Downing, Coutinho, Suarez. A disp.: Jones, Coates, Skrtel, Sterling, Shelvey, Suso. All.: Rodgers.
Arbitro: Lee Mason.
Marcatori: 30′ Benteke (A), 47′ Henderson (L), 60′ rig. Gerrard (L).
Note – Ammoniti: Westwood (A), Gerrard (L); Espulsi: -.

Condividi
Torinese, classe 1983. Da piccolo voleva vedere Wembley e il Maracanã, gli manca ancora il secondo. Toro e Arsenal nel cuore, sta fra un tackle di Gilberto Silva e Tony Adams che chiama il fuorigioco.