Nba, recap del 31 marzo: Bryant supera Wilt, i Lakers volano ma Utah e Dallas non mollano. Bene Okc, Clippers ancora ko

La notte di Pasqua ci regala grandissime emozioni. Partiamo dalla gara delle 19 (ore italiane) di sabato quella vinta dai Dallas Mavericks sui Chicago Bulls 100-98. Mavs che continuano ad inseguire l’ottavo posto grazie alla tripla vincente a 2” dalla fine di Dirk Nowitzki che chiude così una super prestazione da 35 punti. A nulla servono i 25 punti a testa di Boozer, Deng e Robinson. 36-37 il fatturato di Dallas che in classifica segue da vicino l’ottavo posto attualmente occupato da Utah (38-36) e dai Los Angeles Lakers che se finisse ora la regular season sarebbero fuori nonostante lo stesso fatturato (38-36). Jazz in grande forma dopo il 116-107 sui Brooklyn Nets, quarto acuto consecutivo, dove spiccano i ventelli di Mo Williams, Randy Foye e Al Jefferson. Vittoria in esterna 103-98 di grande forza di volontà anche per i Lakers che ritrovano un prolifico Dwight Howard da 24 punti e 15 rimbalzi e un Kobe Bryant, formato assistman, da 19 punti e 14 assist. Proprio il Mamba, con i 19 centri messi a segno contro i Kings, ha superato nella classifica punti di ogni epoca il signor Wilt Chamberlain salendo a quota 31.423 punti, dietro soltanto a tre mostri sacri come Michael Jordan (32.292), Karl Malone (36.928) e Kareem Abdul-Jabbar (38.387) (CLICCA QUI PER VEDERE GLI HIGHLIGHTS DI BRYANT).

Nelle altre sfide della notte, gli Houston Rockets vincono una partita fondamentale per la corsa ai playoffs contro i Los Angeles Clippers. 98-81 il punteggio finale, secondo ko consecutivo per la squadra di Chris Paul che perde contatto con il terzo posto a ovest occupato dai Nuggets di Danilo Gallinari. Rockets a segno nonostante l’assenza di James Harden, turno di riposo per un problema al piede destro. Torna al successo anche Oklahoma City (54-20) che passa in casa dei Milwaukee Bucks 109-99 grazie ai 30 punti di Kevin Durant e alla tripla doppia di Russel Westbrook da 23 punti, 10 assist e 13 rimbalzi. Stesso discorso anche per i Golden State Warriors (42-32) che travolgono nettamente i Portland Trailblazers 125-98 trascinati dal solito Stephen Curry, 39 punti a referto con 7/12 dall’arco. Vittoria netta anche per gli Atlanta Hawks (41-33) che a domicilio risolvono la pratica Orlando Magic 97-88 con i 42 punti della coppia Josh Smith-Ivan Johnson e per i Memphis Grizzlies (49-24) che passano a Minnesota 99-86 con la solita prestazione di squadra. A nulla serve la quasi tripla doppia di Ricky Rubio da 23 punti, 9 assist e 10 rimbalzi.

Per finire, successi per Philadelphia e Indiana Pacers rispettivamente contro Charlotte Bobcats e Phoenix Suns.

TOP 10 DELLA NOTTE

NBA – I risultati del 31 marzo

Ieri alle 19: Dallas Mavericks-Chicago Bulls 100-98

Atlanta Hawks-Orlando Magic 97-88
Houston Rockets-Los Angeles Clippers 98-81
Minnesota Timberwolves-Memphis Grizzlies 86-99
Philadelphia 76ers-Charlotte Bobcats 100-92
Milwaukee Bucks-Oklahoma City Thunder 99-109
Utah Jazz-Brooklyn Nets 116-107
Phoenix Suns-Indiana Pacers 104-112
Sacramento Kings-Los Angeles Lakers 98-103
Golden State Warriors-Portland Trailblazers 125-98

Condividi
Giornalista pubblicista nato a Moncalieri il 9/7/86, vive a Formia (LT). Vicedirettore di MondoPallone, telecronista, opinionista e co-conduttore del programma #FuoriGGioco. Adora il calcio estero e la NBA. Email: miannotta@mondosportivo.it