Gameiro mette in tasca al Paris i tre punti e liquida il Montpellier: 1-0 al Parco dei Principi

Tre punti meritati ma sofferti per un Paris Saint Germain che in casa propria fatica a mettere la spunta sulla vittoria. Alla fine ci riesce grazie al neoentrato Gameiro che all’81′ sigla il gol decisivo su assist di Ibra innescato dall’ottimo Jeremy Ménez. Montpellier un po’ opaco che rimane troppo spesso a guardare, mentre il Psg spreca decisamente troppo rischiando di terminare con un pareggio pericoloso per la classifica.

PARIS: TANTE OCCASIONI, POCA DETERMINAZIONE – Solo pochi secondi dal fischio di inizio e il Paris Saint Germain si porta vicino al vantaggio con Chantôme ben servito da Maxwell. L’imprinting iniziale, però, non è indicativo per il resto del match che scorre inizialmente senza troppi pericoli da una parte e dall’altra: il Paris si diletta nel possesso palla innescato di tanto in tanto dagli splendidi lanci morbidi di Verratti, sempre per il solito Ibrahimović come quello pennellato al 20′ e che Ibra riesce appena a toccare alto disturbato anche dall’uscita del portiere avversario, e al 23′ Verratti si ripete, ma anche qui lo svedese non riesce a creare troppe preoccupazioni alla difesa avversaria. La reazione del Montpellier è timida e si limita ad aspettare la chiusura del primo tempo andando di tanto in tanto alla conclusione e provando sporadiche ripartenze sulle quali Silva e compagni sono sempre ben attenti. Proprio Thiago Silva ha forse l’occasione più ghiotta della prima frazione di gioco colpendo di testa su calcio di punizione ma trovando pronto Jourdren che, con un bel colpo di reni, arriva a chiudere l’angolino. Al Parco dei Principi si rientra negli spogliatoi sullo 0-0 con un po’ di rammarico per i padroni di casa per le occasioni sprecate e per un paio di episodi da rigore – di cui il primo su Ménez netto – non concessi dal direttore di gara.

SOFFERENZA FINO ALLA FINE, POI GAMEIRO – Ripresa che comincia con ritmi decisamente più elevati e con un Paris Saint Germain decisamente più convinto e determinato a portare a casa i tre punti, salendo così a +8 dal Lione. Al 47′ è Van der Wiel che, arrivato al limite dell’area in corsa, va al tiro ma calcia inspiegabilmente alto, due minuti più tardi è ancora l’olandese che riceve palla da Ibrahimović e giunto sul fondo mette in mezzo con la palla che attraversa tutta l’area senza che Ménez possa arrivarci; ci provano ancora i ragazzi di Ancelotti, 51 minuti sull’orologio dell’arbitro e un lancio lungo di Silva trova la sponda del solito Ibra per Ménez che non riesce, però, a coordinarsi per trovare lo specchio. Il Montpellier prova di tanto in tanto a farsi sentire con Camara e Cabella, ma i pericoli giunti dalle parti di Sirigu sono davvero pochi. Il fantasma dello 0-0 finale inizia ad aleggiare sul Parco dei Principi e Ancelotti prova a dare maggiore spinta ai suoi con l’inserimento di Gameiro per Chantôme e di Beckam per l’ottimo Verratti; scelte azzeccate se all’81′ l’ottima visione di gioco di Ménez pesca in posizione regolare Ibra che serve il neoentrato Gameiro il quale non si lascia sfuggire l’occasione di guadagnarsi ulteriore fiducia da parte di mister Ancelotti e insacca. Il Montpellier prova reagire ma è troppo tardi, Ancelotti inserisce Jallet e rileva Ménez dando maggiore equilibrio difensivo alla propria squadra che sfiora addirittura il raddoppio nel finale con Ibra. Il tabellone finale segna 1-0 e tre punti preziosi in tasca al Paris che pongono l’ipoteca sulla Ligue 1 2012/2013.

 

PARIS SAINT GERMAIN – MONTPELLIER 1-0 (0-0)

Paris Saint Germain (4-4-2): Sirigu 6; Van der Wiel 7, Alex 6,5, Thiago Silva 7, Maxwell 6,5; Chantôme 7 (71′ Gameiro 7), Matuidi 7, Verratti 7 (71′ Beckam 6), Pastore 7; Ménez 7,5 (85′ Jallet s.v.), Ibrahimović 7. A disp.: Beckam, Gameiro, Jallet, Douche, Sakho, Camara, Armand. All.: Carlo Ancelotti.
Montpellier (4-1-2-3): Jourdren 6, Bedimo 6, El Kaoutari 5,5, Hilton 5,5, Congre 6; Stambouli 6 (73′ Dabo 5,5), Cabella 6,5 (62′ Martin 5,5), Utaka 6, Belhanda 5,5, Camara 6; Charbonnier 5,5 (72′ Herrera 6). A disp.: Martin, Herrera, Dabo, Pionnier, Mounier, Mezague, Coulomb. All.: R. Girard .
Arbitro: W. Bien
Reti: 81′ Gameiro (assist di Ibrahimović) (P)
Note: Ammonizioni: 60′ Ibrahimović (P); 70′ Martin (M)

 

Condividi
Nasce nel 1986 a Terni. Nel 2010 consegue la laurea in Lettere. La passione per il calcio, unita a quella per la scrittura e per la linguistica lo portano ad avventurarsi nel campo del giornalismo sportivo. Email: dgubbiotti@mondosportivo.it