Inghilterra, cori razzisti nei confronti dei fratelli Ferdinand

L’Inghilterra non è nuova a casi di razzismo ma quanto avvenuto nella trasferta della nazionale dei Tre Leoni a San Marino sta creando scalpore Oltremanica. Il difensore del Manchester United Rio Ferdinand e suo fratello Anton, attualmente in forza al Bursaspor in Turchia, sono stati oggetto di cori razzisti da parte dei tifosi inglesi presenti allo stadio. L’associazione Football Against Racism in Europe ha denunciato alla Fifa l’increscioso episodio che potrebbe costare una gara a porte chiuse alla selezione guidata da Roy Hodgson.

Dura la replica di Rio Ferdinand attraverso il suo profilo Twitter: “Sono disposto ad accettare gli sfottò da parte dei tifosi sugli spalti, anche questo è parte di ciò che rende il calcio meraviglioso, ma il razzismo non è sfottò ed è anche squallido che certi cori vengano fatti dai nostri stessi tifosi. È sempre una minoranza che rovina tutto il resto, ma adesso non voglio saltare a conclusioni affrettate prima che vengano completate le indagini”.

Condividi
Classe ’91, studia Scienze della Comunicazione a Roma Tor Vergata. Calciofilo DOC e inviato per CalcioMercato.com, ha scritto anche per il sito ufficiale del Frosinone Calcio. Email: spantano@mondosportivo.it